Primo Piano: Parte Junior Camp Grottaminarda: il campo estivo dedicato alla creatività
Attualità: Guida in stato di ebbrezza: i consigli dell’avvocato Paolino Salierno
Cultura: Michael It’z producer onirico e surreale è al suo quarto album
Appuntamento con la nutrizionista: Avocado: benefici, calorie e propietà nutritive
Appuntamento con Masami: Gambe stanche e pesanti: consigli e rimedi
EDITORIALI

Impressioni da Covid-19

di Alfonsina Merola

Sicuramente non dimenticheremo più questo periodo legato al quasi inizio del 2020. Le speranze in progress, per il nuovo anno, non hanno avuto neanche il tempo di prendere una forma nella nostra mente, che si sono trasformate in speranze di ritornare alla vita che abbiamo lasciato con disprezzo, sentimento con cui si saluta ogni anno che trascorre.

 

Junior Camp Grottaminarda: continuano le giornate dedicate alla formazione degli operatori

Junior Camp Grottaminarda mira alla sicurezza di tutti i partecipanti ed è per questo motivo che tutti gli operatori che saranno presenti al campo estivo, in questi giorni stanno seguendo dei corsi mirati, organizzati dalla Cooperativa Sociale Heidy.

Per poter garantire la massima professionalità e sicurezza ai bambini che parteciperanno al campo estivo si sono svolti dei corsi di formazione dedicati a tutti gli operatori che parteciperanno a Junior Camp Grottaminarda.

Presso Sid Formazione, ente formativo accreditato dalla Regione Campania, si sono svolte le giornate dedicate alla formazione degli operatori. La prima giornata si è incentrata sulle tecniche di Primo Soccorso Pediatrico. La lezione è stata svolta da Nino Porcelli, Caposala Pronto Soccorso dell’Ospedale di Sant’Angelo dei Lombardi.

La seconda giornata si è incentrata sullo screening sierologico, offerto gratuitamente dalla Cooperativa Sociale Heidy, cui si sono sottoposti tutti i partecipanti di Junior Camp Grottaminarda.

La terza ed ultima giornata si è incentrata sulla Conoscenza delle Procedure Anti-Covid nella Gestione di attività ludico ricreative per minori. La lezione è stata svolta da Giovanni Savignano, Dirigente radiologo AORN S. G. Moscati di Avellino.

Corsi di formazione dedicati agli operatori di Junior Camp Grottaminarda

Corsi di formazione dedicati agli operatori di Junior Camp Grottaminarda

Il Sindaco Angelo Cobino era presente per augurare agli operatori un caloroso saluto e ringraziare tutti per la collaborazione, l’impegno e la solerzia dimostrata da tutti.

Marilisa Grillo, Assessore all’Istruzione e alle Politiche Giovanili, con il suo impegno, la sua digilenza e presenza ha dato vita ad un progetto ricreativo a Grottaminarda unico e diverso da quelle svolte sino ad oggi.

Assessore all?istruzione e alle politiche giovanili di Grottaminarda

Marilisa Grillo

Junior Camp Grottaminarda infatti fonde elementi importanti: sicurezza, istruzione formazione e creatività. Tutto ciò è stato possibile grazie all’impegno e alla professionalità della Cooperativa Sociale Heidy, ente gestore del campo estivo.

Junior Camp Grottaminarda: il campo estivo che concilia sicurezza e sorriso

Junior Camp Grottaminarda è il primo campo estivo progettato dal Comune di Grottaminarda che si svolgerà dal 10 al 21 agosto dalle ore 08:30 alle 12:30. Lo scopo di queste giornate dedicate all’apprendimento e allo svago, oltre a quello di lanciare un chiaro segno di ripresa per i più piccoli, ha come obiettivo quello di riuscire a conciliare sicurezza, sorriso e apprendimento.

Ogni attività, infatti, è stata pensata e realizzata per poter regalare momenti di spensieratezza, insegnando nuovi comportamenti cui i più piccoli andranno incontro nei prossimi mesi quando riprenderanno le attività scolastiche.

Un messaggio positivo che il Comune di Grottaminarda ha deciso di lanciare alla propria comunità perché il mood di Junior Camp Grottaminarda è proprio di quello di ricominciare responsabilmente con il sorriso.

Le regole ed il kit dedicato ai piccoli partecipanti

Le regole da rispettare durante tutta la durata del campo estivo e non solo

Junior Camp Grottaminarda: organizzazione del campo estivo

Junior Camp Grottaminarda è un campo estivo completamente gratuito e ciò è stato possibile grazie alla somma assegnata al Comune di Grottaminarda dal Ministero per la politica della famiglia. Per poter garantire sicurezza e professionalità, soprattutto in ambito sanitario, il progetto è stato affidato alla Cooperativa Sociale Heidy.

La suddetta infatti ha provveduto a formare tutti gli operatori, offrendo corsi di Primo Soccorso e comunicando in modo preciso le disposizioni a cui ciascun partecipante dovrà attenersi, per far sì che siano rispettati il giusto distanziamento e le giuste misure di contenimento per evitare la diffusione del Covid.

La Cooperativa Sociale Heidy ha inoltre provveduto, a suo carico, ad effettuare test sierologici a ciascun operatore presente all’interno del Junior Camp Grottaminarda per garantire la massima sicurezza ai bambini partecipanti.

All’interno dello spazio saranno presenti segnaletiche e regole rappresentate con vivaci vignette che saranno di facile comprensione per i partecipanti più piccoli perché questa esperienza vuole essere anche formativa ed utile per i prossimi mesi.

Parte Junior Camp Grottaminarda: il campo estivo dedicato alla creatività

Junior Camp Grottaminarda è un campo estivo dedicato a bambini dai 3 ai 14 anni che si svolgerà dal 10 al 21 agosto dalle ore 08:30 alle 12:30 presso lo Stadio comunale di Grottaminarda in Via Tratturo.

Realizzare un campo estivo non è un’impresa facile perché richiede diverse figure professionali specializzate in diversi settori. Lavorare con i bambini e con diverse fasce di età richiede la presenza di personale qualificato e abilitato per poter garantire divertimento e apprendimendo, stimolando le diverse esigenze legate a ciascuna età della vita.

Il campo estivo organizzato dal Comune di Grottaminarda

Il campo estivo dedicato alla creatività e all’apprendimento

Oggi la situazione è ancora più delicata perché bisogna garantire e assicurare la sicurezza, dovendosi attenere a protocolli anti-diffusione Sars-Cov2 disposti e sanciti da provvedimenti regionali.

Junior Camp Grottaminarda è un progetto del Comune di Grottaminarda, voluto fortemente da Marilisa Grillo, assessore all’istruzione e alle politiche giovanili, da sempre sensibile nei confronti delle idee innovative volte alla sensibilizzazione culturale collettiva, in ogni sua forma e con un approccio moderno e dinamico.

Il campo estivo proposto infatti esula dal voler proporre il semplice svago perché la parola d’ordine è la creatività. I bambini partecipanti verranno coinvolti in diversi laboratori cultutari che spaziano dal teatro allo sport, all’apprendimento e alla danza.

I partecipanti non saranno semplici spettatori ma verranno coinvolti in attività che oltre al sorriso hanno intenzione di lasciare un segno educativo, mostrando diverse forme d’intrattenimento non circoscritte alla sola area ludica.

Junior Camp Grottaminarda ha come scopo quello di regalare momenti di sana e sicura spensieratezza ai più piccoli che rappresentano la categoria che ha sofferto maggiormente delle privazioni causate dal lockdown.

Junior Camp Grottaminarda

Il campo estivo di Grottaminarda

Junior Camp Grottaminarda: il vademecum del centro estivo in merito al protocollo di sicurezza

Junior Camp Grottaminarda in primis ha garantito che lo svolgimento di tutte le attività d’intrattenimento possano verificarsi nella massima sicurezza, affidando il coordinamento del progetto alla Cooperativa Sociale Heidy, specializzata per quanto riguarda le attività per l’infanzia e per l’adolescenza con l’obiettivo di garantire la salute e la sicurezza sia degli operatori che degli utenti.

Le misure generali adottate sono in linea con le disposizioni regionali che prevedono:

  • Informazione per genitori, bambini e personale che verrà formato su tutte le misure di prevenzione da adottare.
  • Sarà prevista una segnaletica con pittogrammi idonea per i minori.
  • Sarà garantita un’area di accoglienza oltre la quale non sarà consentito l’accesso a genitori e accompagnatori.
  • È prevista un’organizzazione che eviti assembramento.
  • Verrà rilevata quotidianamente la temperatura corporea a tutti gli operatori e ai bambini.
  • Il rapporto tra personale e minori si svolgerà tenendo presente le disposizioni regionali che prevedono, per ogni fascia d’età, la possibilità di interazione tra operatori e bambini, classificata e stabilita in base alle diverse fasce di età.
  • Le attività scelte privilegiano quelle che possono ridurre rischi di contagio, evitando contatti prolungati.
  • Saranno installati dispencer per l’igiene delle mani con pulizia regolare e giornaliera per gli arredi e le varie superfici.
  • Verrà garantito un costante ricambio dell’aria qualora siano predisposti ambienti interni.
  • I giochi ed eventuali materiali verranno utilizzati esclusivamente da ciascun singolo gruppo, salvo disinfezione prima dello scambio.
  • Verranno promosse misure igienico-comportamentali con modalità ludiche, valutate in base all’età e al grado di autonomia dei bambini.
  • Il personale e gli operatori seguiranno dei corsi specifici che riguardano la protezione e la prevenzione per potersi attenere in modo scrupoloso alle procedure in essere.

La data di iscrizione per la raccolta delle adesioni al Centro Estivo è terminata quindi non è più possibile partecipare.

Non ci resta che fare un in bocca al lupo a Junior Camp Grottaminarda per aver realizzato questo progetto dinamico e formativo!

Mauro Paperella in mostra al Mun di Tortorella

My art my dreams è il nome della personale di Mauro Paperella che verrà esposta al Mun di Tortorella il primo agosto. Quella proposta dall’artista è una collezione sperimentale, si tratta di opere d’arte realizzate su tavole di legno da cui si evince una profonda ricerca dedicata ai colori e ai materiali.

I personaggi raffigurati da Mauro Paperella fermano spaccati di storia, frammenti di sogni e personaggi noti. L’atmosfera onirica che si fonde ai colori acidi creano un contrasto interessante da cui emerge l’animo sensibile e creativo dell’artista.

La personale verrà inaugurata in occasione di Sotto le stelle il cinema dà spettacolo. Grandi Classici oltre il tempo, un evento gratuito dedicato ai classici del grande schermo.

L’iniziativa, promossa dalla società Ericusa srl e da Graficamente srl, ha come scopo la sensibilizzazione verso la cultura con uno sguardo più attento a quello del cinema, soprattutto in questo momento in cui le attività culturali hanno subìto un grave colpo.

Mauro Paperella

Mauro Paperella

Mauro Paperella: biografia

Mauro Paperella nasce a Benevento nel 1962 ma si trasferisce in giovane età a Sapri. Da piccolo mostra la sua passione e propensione per l’arte. La sua adolescenza è turbolenta e avventurosa, sviluppando una personalità sensibile.

La lontananza dai grossi centri e le vicissitudini del periodo giovanile gli impediscono di formarsi presso un’accademia e decide di studiare da autodidatta, sperimentando diverse tecniche pittoriche e artistiche in genere.

Dai primi anni ’80 produce circa un centinaio di opere che sono state distrutte o donati perché non soddisfacevano l’artista.

L’artista continua la sua sperimentazione finché non riesce a dare vita ad un suo stile personale che è quello che lo caratterizza artisticamente oggi.

Michael It’z producer onirico e surreale è al suo quarto album

Michael Caria in arte Michael It’z nasce nel 1998 a Valledoria, un piccolo paese di 4mila persone, in Sadegna. All’età di tredici anni inizia a suonare la chitarra e a 14 viene affascinato dal mondo della produzione di musica elettronica. A 18 anni pubblica i primi ep: Interlude, Vibes e Reversal.

Duobox Record, una casa discografica brasiliana, pubblica Angel’s Part, il suo primo album. A 19 anni decide di andare a Vivere a Londra dove riesce a farsi conosce per le sue qualità di producer infatti pubblica 2 album: City Closer, un lavoro prettamente elettronico e 2020 Frames of a Past Things album dai toni più malinconici e dal sound sperimentale.

Oggi il sound di Michael It’z è più essenziale, introspettivo e onirico rispetto ai lavori precedenti.

Michael It'z: intervista

Il producer ci racconta il suo percorso artistico

Micheal It’z: percorso artistico

Il percorso artistico di Micheal It’z inizia quando perde la testa per la musica rock, innamorandosi follemente per la chitarra, decide di frequentare la scuola di musica per imparare a suonare al meglio lo strumento musicale e carpirne tutte le sfumature.

Nello stesso periodo inizia a comporre musica per gioco, utilizzando software gratuiti su pc. Da lì, il producer, impara le basi della produzione musicale e compra i primi controllers, iniziando a cercare di creare qualcosa che potesse soddisfare le sue idee.

Michael It'z

Michael It’z

Micheal It’z: intervista

1. Quando hai deciso di trasferirti a Londra?

L’ho deciso a 18 anni ma per alcuni inconvenienti ho dovuto rimandare quasi a due anni dopo. Farlo è stata scelta facile per me perché fin da bambino ho sempre sognato di vivere a Londra, una città artisticamente immensa. Penso che per un artista questa città rappresenti il massimo.

2. Come nasce la tua passione per la musica?

Ho sempre amato la musica. Quando avevo 6 anni la ascoltavo continuamente perché ho un fratello musicista e devo ringraziare soprattutto per avermi trasmesso l’amore e la cultura musicale che ho oggi. La mia voglia di diventare musicista nasce grazie ai Nirvana, da sempre mi affascinava la loro musica e l’energia che trasmettevano.

Crescendo mi sono avvicinato ad altri sound anche diversi tra loro. La passione per l’elettronica è scattata quando ho ascoltato The Gloaming dei Radiohead, da lì in poi ho percepito che quel genere mi avrebbe accompagnato per sempre.

3. Cosa rappresenta per te la musica?

La musica per me è quasi tutto, dico quasi perché nella vita ci sono tanti aspetti importanti ma questa è una delle invenzioni più belle che esistano perché esprime la vita.

Per me rappresenta un modo per esprimere le mie emozioni e lei non giudica mai.

4. Da dove nasce l’ispirazione per creare i tuoi brani?

Dipende, può nascere da esperienze vissute, guardando un film, ritornando da una mostra d’arte, guardando un paesaggio mozzafiato o un’opera architettonica. Penso che la mia musica sia molto spontanea e sincera, ascoltando i miei dischi si capisce subito da dove arriva l’ispirazione.

5. I tuoi pezzi spaziano tra le diverse declinazioni dell’elettronica, ci spieghi qualcosa a riguardo?

Sono ciò che ascolto per cui penso che sia normale che anche la mia musica risenta di questa fusion. Quando lavoro ad un album prendo molta ispirazione dagli artisti che ascolto in quel momento. La musica deve fluire e variare, non riuscirei mai a fare due album dello stesso genere o comunque con sonorità simili tra loro. Preferisco dare vita propria ad ogni lavoro, per questo motivo tendo sempre a dare un’impronta personale ad ogni lavoro.

Michael It's: intervista

Dalla Sardegna a Londra: la storia di

5. i tuoi brani sono molto introspettivi e onirici.

Sì, ammetto che i miei brani sono molto introspettivi e oserei dire anche cupi ed è proprio ciò che voglio. Vorrei trasmettere emozioni forti quando qualcuno ascolta un mio lavoro, per questo tendo sempre a dare ai brani un tono surreale, quasi mistico.

6. Che musica ascolti?

Spazio dal rock all’elettronica. Gli artisti che amo di più sono: Radiohead, Placebo, Nils Frahm, Jon Hopkins, Saffronkeira, Nirvana e Led Zeppelin.

7. Ci racconti qualcosa del tuo ultimo lavoro?

Il mio nuovo album Synthetica uscirà il prossimo 25 settembre e credo che sia un lavoro diverso da tutto quello che si sente in giro ultimamente. In Between è l’ep che uscirà ed è prodotto da un’etichetta italiana ma non so ancora quando è prevista la data di uscita.

Il Mulino della Signora riceve il riconoscimento Amira di Locale del Cravattino d’Oro

Il Mulino della Signora è un ristorante e resort situato nel cuore dell’Irpinia, a Sturno. Il casale è circondato da uliveti ed è l’ideale per chi ama rifugiarsi nella natura senza rinunciare ai piaceri della tavola.

Amira (Associazione Maîtres Italiani Ristoranti e Alberghi) ha assegnato il prestigioso riconoscimento di Locale del Cravattino d’Oro. Questo premio viene destinato a quei locali che mettono al primo posto il cliente, offrendo un’accoglienza lontana dai classici standard e che mira, soprattutto, a fare la differenza attraverso la cura per i dettagli. L’attenzione verso il cliente si ha offrendo il giusto rapporto tra qualità della ristorazione, del servizio e del prezzo.

Il Mulino della Signora entra così nel ristretto numero dei locali col Cravattino, in Campania ce ne sono solo altri 4 cui è stato assegnato questo riconoscimento.

Il titolare de Il Mulino della Signora

Gianfranco Testa

Gianfranco Testa, titolare del ristorante e resort Il Mulino della Signora commenta con queste parole l’assegnazione:

Un riconoscimento che, in questo particolare momento, acquista un valore diverso: rappresenta un segnale di incoraggiamento, un simbolo di speranza di un’imminente ripresa per tutte quelle attività ricettive, connesse alla ristorazione e all’enogastronomia, che, come tante altre, hanno attraversato un periodo molto difficile e che oggi facendo tesoro dell’esperienza maturata, sono ripartite, dando anche un senso diverso e forse più giusto alle bellezze della natura e ai sapori della tavola.

Il Mulino della Signora a Sturno

Il Mulino della Signora a Sturno

Il Mulino della Signora: la cerimonia di premiazione

Per dare il dovuto risalto alla cerimonia di premiazione, Gianfranco Testa ha organizzato una serata speciale. Giovedi 30 luglio Il Mulino della Signora apre le sue porte ai dirigenti dell’Amira e ai cari amici per poter condividere questo step.

Si inizierà alle ore 17:00 nella piazzetta della struttura con un aperitivo a buffet e con la degustazione di prodotti tipici locali: dal pecorino di Carmasciano al caciocavallo podolico fino ad arrivare ai salumi tipici irpini. Il tutto accompagnato da birre artigianali locali e dal Greco di Tufo.

Si proseguirà con la presentazione della struttura che verrà dichiarata sede dell’Amira del territorio irpino. Si passerà alla consegna della targa che rappresenta un riconoscimento simbolico di Locale del Cravattino d’Oro.

A chiudere la sewrata ci saranno le musiche di Alfredo Intagliato (sax), Vincenzo Di Somma (basso) e Gianluca Marino (chitarra).

La cena ha un menù a sorpresa preparato e curato dallo chef Antonio Guacci e dai suoi collaboratori: Antonio Guacci jr e Christian Altruda.

Terza tappa di Gusto Italia in tour a Sapri

Gusto Italia in tour parte per la terza che si svolgerà a Sapri giovedì dal 30 luglio a domenica 2 agosto dalle ore 18:000 alle ore 24:00.

Il percorso presentato questa volta abbraccia sei regioni italiane che rappresentano il Centro Sud, attraverso una selezione accurata dei migliori prodotti tipici di ciascuna zona con relative denominazioni.

Gusto Italia in tour oltre a presentare le eccellenze gastronomiche del territorio offre agli avventori chicche dell’artigianato locale perché anche questo settore è un punto di forza del Made in Italy.

Gusto Italia in tour: video

L’evento itinerante approda a Sapri per la terza tappa

Gusto Italia in tour: i laboratori gastronomici

I laboratori che si svolgeranno durante la terza tappa di Gusto Italia in tour iniziano alle 19:00.

Il 30 luglio si parte con lo show cooking dello chef Natalino Pascale del ristorante Funny’s di Saperi.

Il 31 luglio Rosetta Bovienzo de I dolci di Rosetta ci mostrerà e spiegherà tutti i segreti per  realizzare la crostata con la marmellata di fichi bianchi del Cilento.

Il primo agosto ci saranno due laboratori: il primo alle 19:30 dedicato alla frittura del pesce curata dalla Friggitoria Zu Ferdina’ di Saperi.

Il secondo laboratorio alle 21:30 è dedicato all’olio extravergine di oliva curato da Nicolangelo Marsicani.

L’evento è organizzato dall’Associazione Italia Eventi e da Tanagro Legno Idea. I laboratori sono realizzati con la collaborazione dell’associazione Terre del Bussento.

Le prossime tappe dell’evento gastronomico itinerante saranno Santa Maria di Castellabate e Acciaroli.

Gal Partenio propone un webinar per parlare di economia circolare

Gal Partenio propone un webinar per parlare dell’economia circolare nel settore vitivinicolo. L’appuntamento è previsto per giovedì 30 luglio dalle ore 10:00 alle 12:00.

L’argomento principale riguarderà come riconvertire la propria impresa attraverso finanziamenti e sinergie per l’ecoinnovazione.

L’intento di questo incontro è quello di offrire in modo pratico esempi da adottare in agricoltura che possono essere sviluppati attraverso forme di agevolazione fiscale. Il webinar vuole offrire ai partecipanti una panoramica complete sulle offerte e le opportunità presenti oggi.

Gal Partenio: webinar

Gal partenio organizza un webinar per parlare di economia circolare nel settore vitivinicolo

A chi sai rivolge il webinar organizzata da Gal Partenio

Il webinar è rivolto a coloro che si occupano di economia del territorio, operatori della ricerca e dello sviluppo, a consultenti e liberi professionisti coinvolti nel processo della distribuzione e della produzione all’interno della filiera vitivinicola.

L’appuntamento si svolgerà gratuitamente sulla piattaforma webv del progetto Embrace e inizierà alle 10:30 con i saluti di benvenuto e una breve presentazione di Luca Beatrice, Presidente del Gal Partenio insieme a Maurizio Reveruzzi, Coordinatore del Gal Partenio.

A seguire si parlerà di come creare modelli di business circolari e di nuovi materiali alternativi per un’agricoltura economicamente sostenibile.

Inoltre verrà affrontato l’argomento sugli interventi a favore delle imprese attraverso il credito d’imposta e delle azioni previste dal 2021 al 2027 dalla Regione Campania.

divider

L’informazione che supera il singolo punto di vista

News

  • In primo Piano

Info e Contatti

  • Redazione
  • Pubblicità

© 2018 Copyright ILPLURALE.IT
Direttore Responsabile Erminio Merola
Partita I.V.A. e Iscrizione al Registro delle Imprese di Avellino n.02993420641
R.E.A.: AV - 197879

Made with ❤ by Elementor