redazione

Parte il Centro Estivo a Grottaminarda: si raccolgono le adesioni

Parte il Centro Estivo a Grottaminarda per regalare momenti di aggregazione a chi ha sofferto maggiormente il lockdown. L’attività ricreativa, infatti, si rivolge a bambini e ragazzi tra i 3 e 14 anni. Le attività ricreative si svolgeranno in collaborazione con le associazioni o con la parrocchia. I servizi del Centro estivo sono completamente gratuiti.

Per poter far partire il Centro Estivo nel rispetto delle normative anti-Covid c’è bisogno di raccogliere le adesioni, per potersi organizzare nel migliore dei modi.

Centro Estivo Grottaminarda

Centro Estivo Grottaminarda

Centro estivo a Grottaminarda: come presentare l’adesione

Per poter partecipare al Centro Estivo di Grottaminarda ciascun genitore può presentare apposita istanza, redatta sul modello dal 6 al 10 luglio entro le ore 13:00. Il modulo per aderire all’iniziativa ricreativa offerta gratuitamente alle famiglie può essere consegnata scegliendo tre opzioni:

  • Consegnando a mano il modulo presso la sede del Comune di Grottaminarda al referente Elodia Roselli. La possibilità della consegna può avvenire dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle ore 13:00 o dal martedì al giovedì dalle ore 16:00 alle ore 18:00.
  • Attraverso email al seguente indirizzo infogiogrottaminarda@libero.it
  • Via fax al seguente numero: 0825 44 52 11

Il Centro Estivo ha come scopo non solo quello di regalare ai più giovani momenti di spensieratezza e di aggregazione ma ha come intento quello di intrattenere in modo costruttivo e impiegare le giornate attraverso l’apprendimento e il gioco.

I più piccoli hanno sofferto maggiormente lo sconvolgimento della loro normalità e si sono visti togliere la libertà e la possibilità di vedere i propri compagni di gioco, di punto in bianco e senza capire realmente cosa stesse succedendo.

È ora di ridare la spensieratezza e i momenti di condivisione perché attraverso il gioco e l’interazione si impara a conoscere e riconoscere tutti i colori e le sfumature che compongono il mondo.

È importante presentare l’adesione perché attraverso il numero di partecipanti gli organizzatori sapranno come organizzare gli spazi e le attività per i ragazzi, per rendere sì un momento di svago nel migliore dei modi ma soprattutto renderlo sicuro per evitare eventuali rischi, garantendo servizi migliori.

Dopo questo primo step partiranno le informazioni sulla data di inizio e sulla durata del Campo Estivo con un calendario dettagliato su tutte le attività in programma.

Modulo di adesione da stampare e compilare

Modulo adesione Campo estivo di Grottaminarda

Modulo adesione Campo Estivo di Grottaminarda

Sformato di peperoni e riso: la ricetta vegetariana

Lo sformato di peperoni e riso è un piatto semplice da preparare che può essere presentato come un antipasto, un primo o un piatto unico completo. La ricetta che vi proponiamo è composta da verdure estive e può essere consumata sia calda che fredda.

Impiegare i peperoni per realizzare le ricette nel periodo estivo aiuta a reinteigrare l’acqua e sali minerali (fosforo, magnesio, potassio, ferro e calcio) all’interno dell’organismo.

I peperoni inoltre contengono una percentuale elevata di vitamina C che è quattro volte superiore rispetto a quella contenuta negli agrumi, irrobustisce i muscoli e favorisce l’assorbimento del ferro.

Ricetta con peperoni e riso

Cucinare sano con i peperoni

Peperoni: valori nutrizionali

100 grammi di peperoni contengono:

  • Acqua 92.30 g
  • Carboidrati 4.20
  • Proteine 0.90 g
  • Potassio 210 mg
  • Calcio 17 mg
  • Grassi 0.30 g
  • Ferro 0.70 mg
Sformato di peperoni e riso: la ricetta

Una ricetta estiva e con poche calorie

La ricetta

Ingredienti per 4 persone

  • Riso integrali360 gr
  • Peperoni 500 gr
  • Olio extravergine di oliva 4 cucchiai
  • Parmigiano grattugiato 150 gr
  • Pomodori 300 gr
  • Basilico 4 foglie
  • Sale q.b.
  • Pinoli un cucchiaio

Preparazione

  • Lava accuratamente il riso con acqua fredda fino a che non avrai eliminato eventuali impurità
  • Trasferisci il riso in una pentola e cospargilo con abbondante acqua, porta ad ebollizione, aggiungi il sale.
  • Quando l’acqua avrà raggiunto la giusta temperatura, abbassa la fiamma e continua la cottura  con un coperchio per circa 50 minuti.
  • Lava e asciuga accuratamente i peperoni, privali del picciolo, tagliali a metà, elimina i semi e filamenti interni.
  • Taglia a fette piuttosto larghe.
  • In una teglia da forno aggiungi due cucchiai di olio extravergine di oliva e disponi i peperoni sul primo strato e sopra sul secondo strato aggiungi il riso che, precedentemente avrai mescolato con 100 gr di parmigiano e i pinoli.
  • Lava e asciuga accuratamente i pomodori e tagliali in fette sottili e aggiungi alla teglia con il terzo strato.
  • Prosegui nel disporre gli strati alternati fino a quando non avrai esaurito gli ingredienti.
  • Cospargi lo strato finale con il resto del parmigiano, aggiungi due cucchiai di olio a filo e inforna a 220 °C per circa 30 minuti.
  • Trascorso il tempo necessario per la cottura, disponi un piatto da portata e aggiungi le foglie di basilico lavate e asciugate accuratamente.
  • Servi ancora caldo!

Se hai deciso di presentare lo sformato di peperoni e riso come un piatto unico e stai pensando ad un contorno sfizioso, leggero, sfruttando le proprietà dell’arancia: ecco 3 insalate veloci e nutrienti.

Irpiniamo: il ristorante mobile si ferma a Paternopoli

Irpiniamo è un ristorante mobile che viaggia per i borghi dell’Irpinia e il 5 luglio si ferma a Paternopoli a San Pietro Country House B&B, nel Casale storico della famiglia Famiglietti, incorniciato da vigneti delle storiche Cantine Famiglietti.

Irpiniamo è un vero e proprio ristorante che propone una cucina elegante e raffinata, raccontando un territorio composto da ricette povere  ma rivisitate in chiave moderna.

"<yoastmark

Irpiniamo: il menù e il programma della giornata previsto a Paternopoli

L’appuntamento è previsto per le ore 11:30.

Si inizierà con un aperitivo alle ore 12:30 per poi proseguire con un pranzo all’aperto tra le vigne storiche della famiglia Famiglietti.

Il menù previsto è il seguente:

Antipasto: degustazione di formaggi e salumi della tradizione contadina irpina

Primo: Gnocchi di patata Rosina alla crema di caciocavallo DOP con granella di nocciola di Avella

Secondo: Bocconcini di pancia di maialino nero cotto a bassa temperatura accompagnato da caponatina di stagione

Dolce a cura dello chef Solimeno

In accompagnamento ai piatti appena presentati ci saranno i seguenti vini:

Erigione IGT/IGP (rosato 100% Aglianico)

Icaro DOC (Aglianico in purezza)

Temprato DOC (Irpinia Campi Taurasini)

Il pranzo previa prenotazione può includere un massimo di 40 persone. Il tutto si svolgerà nel rispetto delle linee guida della Regione Campania per evitare il contagio da Covid-19.

Alle 17:30 terminato il pranzo ci sarà una visita nella cantina Famiglietti che è situata in un edificio storico settecentesco recentemente ristrutturato.

Per informazioni sui costi e per prenotare è possibile contattare il seguente numero di telefono: 345 18 16 767.

Gusto Italia in tour: la prima tappa è a Minori

Gusto Italia è un tour gastronomico itinerante che si compone di quattro tappe campane. Delle quattro una, la prima, sarà la splendida Minori che ospiterà questo viaggio gastronomico dal 16 al 19 luglio.

L’evento nasce dall’idea di Giuseppe Lupo con l’intento di valorizzare ciò che c’è di bello e di buono in Campania.

L’imprenditore e organizzatore eventi spiega così il suo progetto:

Il progetto nasce dalla voglia di realizzare un vero e proprio villaggio del gusto, per celebrare il Made in Italy tra food e artigianato. Se c’è una cosa che ci ha ricordato il difficile periodo di lockdown è che dobbiamo sostenere la nostra economia e le nostre eccellenze, dando precedenza al gusto italiano in tutte le sue sfaccettature.

Gusto Italia in tour nasce proprio per dare spazio alle nostre migliori produzioni, mettendole a disposizione dei consumatori più attenti e desiderosi di conoscere direttamente chi le produce.

"<yoastmark

Gusto Italia in tour: tappe

Il viaggio gastronomico itinerante parte da Minori, in Costa d’Amalfi dal 16 al 19 luglio e prosegue a Marina di Camerota dal 23 al 26 luglio.

La terza tappa del viaggio gastronomico è a Sapri dal 30 luglio al 2 agosto.

La quarta ed ultima tappa è al Porto di Acciaroli dal 27 al 30 agosto.

Il tour si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anti-Covid-19 attraverso percorsi per vivere il villaggio e poter passeggiare accanto al mercatino di eccellenze. Eventuali show cooking e attività extra sono attualmente al vaglio dell’organizzazione e dei comuni ospitanti.

Il Parco del Partenio raduna i giovani presso il Rifugio Toppo del Monaco

Il Parco del Partenio  è stato istituito nel 2002 e comprende 22 Comuni che sono distribuiti sulla parte appenninica del Partenio e nelle valli adiacenti: Valle Caudina, Valle Del Sabato e Vallo di Lauro-Baianese.

La catena montuosa del Partenio si estende per 30 Km tra il Monte Taburno a nord ovest e i Monti Picentini a sud est. Le cime più alte sono quelle di Montevergine, Monte Avella e Monte Ciesco Alto. Il bacino imbrifero più importante è quello del Fiume Calore che percorre l’area Nord del Partenio.

Il Parco del Partenio apre le sue porte a Summonte con giornate dedicate allo sport e all’educazione ambientale con un raduno estivo dedicato ai più giovani.

L’inizio del raduno è previsto per metà agosto e le giornate di studio si svolgeranno presso Rifugio Toppo del Monaco di Pietrastornina.

Il luogo in questione è attivo da due anni ed è immerso in uno spettacolare faggeto situato a 1.169 metri sul livello del mare. Nei pressi del rifugio Toppo del Monaco si trova l’oasi del WWF e la Sorgente dell’acqua delle Vene dove è possibile immergersi in rilassanti passeggiate insieme ad esperti del territorio che guideranno verso la scoperta green di questi luoghi meravigliosi.

Parco del Partenio

Parco del Partenio

Il programma delle attività spiegate da Francesco Iovino

Durante la full immersion di agosto verranno organizzate numerose attività all’aperto, che consentono di vivere l’esperienza della natura e della bellezza dei luoghi insieme al benessere psicofisico con giornate dedicate a: Tai Chi, yoga, osservazione astronomica, trekking, ginnastica dolce, Nordic walking e numerose altre forme di intrattenimento.

Francesco Iovino, presidente dell’ente regionale di Summonte spiega:

Toppo del Monaco è uno spettacolo della natura, uno dei tanti del Parco del Partenio. A metà agosto apriremo le sue porte a tutta la regione per più giorni, puntando sulla formazione e sull’educazione ambientale dei giovani. Vogliamo far conoscere loro le nostre ricchezze e vogliamo fare in modo che le amino e le tutelino.

Quest’anno l’Irpinia può essere un punto catalizzatore per il turismo lento. Noi, come Parco del Partenio, proviamo a fare la nostra parte, promuovendo posti meravigliosi, grazie ad Irpinia Trekking. La ripresa della provincia di Avellino può partire anche da qui.

Un’altra perla da visitare è l’Oasi della Caccia di Senerchia: un angolo di paradiso dell’Irpinia.

Insalata di burghul con carote e ravanelli

L‘insalata di burghul con carote e ravanelli è una ricetta fresca ed è l’ideale da preparare in estate soprattutto se si ha poca voglia di trascorrere del tempo ai fornelli. È un primo piatto che necessita di pochissimi accorgimenti che riguardano la cottura e la consistenza del burghul.

Burghul è il nome di orgine turca che significa orzo bollito ed è un alimento diffuso nel Medio Oriente. Principalmente veniva usato nel periodo autunnale e rientra nel reportorio culinario povero e delle zone dell’entroterra.

Il burghul non è altro che grano germinato che subisce un processo di precottura al vapore e dopo viene essicato e tritato. È un alimento molto versatile in cucina perché è possibile cucinarlo in molteplici modi e non solo per realizzare primi piatti ma anche dolci. In commercio esistono diverse tipologie di burghul che si differenziano dalla pezzatura: grossa, fine e molto fine.

L’insalata di burghul con carote e ravanelli è la ricetta più semplice da realizzare se non avete mai provato a cimentarvi in cucina, impiegando questo ingrediente.

Burghul crudo

Burghul crudo

Burghul: proprietà e valori tradizionali

Il burghul è un alimento molto digeribile e le sue caratteristiche nutrizionali sono simili a quelle del frumento. È un alimento che contiene: vitamina E, Vitamina A e le vitamine del gruppo B è anche ricco di sali minerali come calcio, magnesio, potassio e fosforo.

100 grammi di burghul contengono:

  • Calorie 342
  • Grassi 1,3 g
  • Colesterolo 0 g
  • Carboidrati 76 g
  • Potassio 410 mg
Insalata di burghul con carote e ravanelli: la ricetta

Primo piatto vegetariano, fresco ed estivo

Insalata di burghul con carote e ravanelli: ingredienti per 4 persone

  • Burghul 300 gr
  • Carote 2
  • Sedano un gambo
  • Ravanelli rossi 6
  • Prezzemolo un rametto
  • Salsa di soia 2 cucchiai
  • Limone 1
  • Olio extravergine di oliva 3 cucchiai
  • Sale q.b.

Insalata di burghul: preparazione

L’insalata di burghul con carote e ravanelli è una ricetta leggera, fresca ed estiva. Perfetta da realizzare nel mese di luglio con le sue verdure di stagione. Può essere considerata anche una ricetta svuota frigo perché è possibile arricchire l’insalata con gli ingredienti che ci si ritrova in frigo!

Passiamo alla realizzazione di questo primo piatto estivo e orientaleggiante.

Cottura del burghul

  • Misura il volume del burghul, sciacqualo e riponilo in una pentola, aggiungendo una quantità d’acqua pari a una volta e mezzo il suo volume.
  • Sala e lascia cuocere per circa 15 minuti.
  • Quando sarà diventato morbido e avrà assorbito tutto il liquido, aggiungi un paio di mestoli di acqua calda e un cucchiaio di olio extravergine di oliva e continua la cottura a fiamma dolce per circa 20 minuti.

Preparazione delle verdure

  • Lava accuratamente tutte le verdure con abbondante acqua corrente e tritale finemente.
  • Prepara un emulsione in una ciotola con due cucchiai di olio extravergine di oliva e due cucchiai di salsa di soia.
  • Aggiungi il succo del limone che avrai precedentemente ricavato insieme ad un pizzico di sale.
  • Mescola tutti gli ingredientidell’emulsione.
  • Unisci la salsa appena ottenuta alle verdure
  • Riponi il burghul in una ciotola abbastanza capiente, copri con una pellicola trasparente e lascia raffreddare in frigo per circa 2 ore.
  • Trascorso il tempo necessario unisci le verdure al burghul freddo e porta in tavola!

Se sei amante della cucina del Medio Oriente il cous cous è un ottimo sostituto del cous cous.

Tui ha annunciato lo stop dei collegamenti aerei con Capodichino fino al 23 agosto

Tui (Tourism Union International) è un gruppo industriale che si occupa di turismo, prevalentemente britannico, ha annunciato che i suoi collegamenti aerei con l’aeroporto di Capodichino sono sospesi fino al 23 agosto. L’azienda ha inoltre specificato che, dopo la data riportata, consentirà la ripresa di un massimo di due voli a settimana.

Questa decisione ovviamente sta facendo allarmare quegli impreditori che hanno attività collegate al settore turistico perché questa problematica si andrebbe a sommare agli aiuti a singhiozzi che arrivano dal Governo e dalla Regione Campania.

Tra questi spicca l’appello di Giovannantonio Puopolo che, rivolgendosi al Governo e alla Regione Campania, richiede soluzioni concrete e con progetti di rilancio solidi ovvero a lungo termine, per poter far fronta ad una crisi economica e di fondi che già da qualche mese è tangibile.

È stimato che il turismo britannico possa far perdere complessivamente 850mila presenze con i dovuti cali d’incasso relativi agli spostamenti turistici.

L’imprenditore irpino afferma:

Il flusso anglosassone andrà verso altre mete quali la Spagna e la Grecia e la riapertura a fine agosto serve a poco. Tutto il turismo costiero soffrirà alla pari di quello delle zone interne dove gli inglesi fanno turismo enogastronomico.

Giavannantonio Puopolo continua con l’appello dicendo:

L’Italia ancora non dà un segnale di sicurezza perché ci sono problemi in Lombardia e a Mondragone e il Governo ha stanziato appena 2 miliardi per il turismo a fronte della Francia che, pur non essendo un Paese ad alta vocazione turistica, ne ha investiti 18. Chiedo, allora, che si intervenga con rigore, progettualità e lungimiranza perché il turismo è un volano molto forte della nostra economia.

Tui: stop voli in Campania fino ad agosto

Stop ai voli TUI in Campania fino al 23 agosto

Campania: situazione dei fondi a singhiozzo

Le polemiche sollevate dall’imprenditore irpino sono comprensibili soprattutto se si pensa ai finanziamenti a singhiozzi giunti fino ad oggi e che, prevalentemente, appoggiano la filiera lunga, dimenticandosi sempre di quella corta perché mancando di tutela e aggregazione, in particolar modo in Irpinia, è sempre più penalizzata e molte realtà rischiano di scomparire.

Siamo in campagna elettorale e vogliamo ricordare che i votanti non hanno memoria a breve termine e sono stanchi di sentir parlare e pontificare su progetti che, in seguito, non vengono più menzionati quando lo scopo di accaparrarsi l’elettorato giunge al termine.

Zuppa di fave fresche: ricetta light e vegetariana

La zuppa di fave fresche è un primo piatto che appartiene alla tradizione contadina campana e pugliese. La ricetta tradizionale prevede l’utilizzo della pancetta e del lardo, per dare maggiore sostanza a questa pietanza.

Noi vi proponiamo una versione più leggera per poter sfruttare al meglio le proprietà nutritive di questo legume di stagione.

Le fave contengono pochi grassi, molta acqua e fibre. Sono un legume ricco di ferro, potassio, selenio e magnesio. Questo legume può essere consumato sia crudo che cotto, a differenza degli altri legumi, ma per poter assorbire tutte le sue proprietà nutritive è preferibile mangiare le fave crude.

Le fave presentano una controindicazione: quella legata alla malattia del favismo correlata al deficit di un enzima. Il favismo è una malattia genetica ereditaria, attraverso il cromosoma X,  è causata dalla mancanza di glucosio – 6 -fosfato – deidrogenasi (G6PD) che, in condizioni normali, è presente nei globuli rossi per determinare il giusto svolgimento delle loro funzioni.

La crisi generalmente si scatena quando il soggetto assume fave fresche o secche o semplicemente ne inala i vapori. Può essere associata anche all’uso di determinati farmaci: antipiretici e analgesici vanno ad inibire l’attività dell’enzima.

Per contrastare la manifestazione del favismo attraverso crisi emolitiche (febbre, brividi, dolori lombari o addominali e malessere generale) è preferibile la prevenzione, evitando il contatto con le sostanze che sono capaci di scatenare la patologia.

Fave: proprietà nutritive

Tutto ciò che c’è da sapere sulle fave

Fave fresche: valori nutrizionali e calorie

100 grammi di fave crude contengono:

Calorie 88

Grassi 0,7 g

Colesterolo 0 mg

Carboidrati 18 g

Proteine 8 g

Zuppa di fave: la ricetta

Una ricetta vegetariana da preparare nel mese di luglio

Ingredienti per 4 persone

  • Fave fresche 300 gr
  • Cicoria 400 gr
  • Scalogno 1
  • Gomasio 2 cucchiai
  • Prezzemolo 1 rametto
  • Olio extravergine di oliva 3 cucchiai

Preparazione

  • Pulisci le fave, eliminando la pelle.
  • Lavale con abbondante acqua corrente e lasciale in ammollo per circa 24 ore.
  • Trascorso il tempo necessario, scolale e riponi le fave fresche in una pentola abbastanza capiente, cospargendole con abbondante acqua.
  • Lascia cuocere almeno per un’ora. Il tempo potrebbe variare da un’ora a due.
  • Pulisci e lava accuratamente la cicoria sotto acqua corrente, eliminando i residui terrosi.
  • In una padella abbastanza capiente aggiungi 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e lo scalogno. Precedentemente sbucciato e affettato, lascia appassire a fiamma dolce per circa un minuto.
  • Quando sarà terminata la cottura delle fave, scolale.
  • Dividile in due porzioni e una metà frullala.
  • Unisci le fave in purea e quelle intere alla cicoria e lascia cuocere per circa 5 minuti.
  • Aggiungi un cucchiaio di olio extravergine di oliva a crudo insieme al gomasio e al prezzomolo tritato.
  • Mischia tutti gli ingrendienti, riponi la zuppa di fave fresche in una zuppiera e porta in tavola!

È possibile conservare la zuppa di fave in frigorifero per massimo due giorni all’interno di un contenitore ermetico. Se stai pensando ad un secondo da abbinare, ti consigliamo la ricetta del salmone all’arancia!

Oroscopo della settimana: dal 29 giugno al 2 luglio

Ecco il nostro cielo nel periodo che va dal 29 giugno al 5 luglio.
Protagonisti di questa settimana saranno la Luna e Saturno. La Bianca signora transiterà dalla Bilancia al Capricorno e qui sarà piena il 5. Saturno invece, proseguendo nel suo moto retrogrado, rientrerà il Capricorno il 2 luglio per rimanervi fino alla fine dell’anno. Vediamo, quindi, come si assesteranno le energie celesti per i segni dello Zodiaco, in base agli elementi di appartenenza. Sicuramente il ritorno di Saturno in Capricorno renderà ancora più ancorati alla praticità i segni Terra, già supportati da Giove e Plutone in Capricorno e da Urano in Toro. Continueranno, invece, a ritrovare vigore i segni di Fuoco, grazie a Marte, signore dell’Ariete. Nulla di nuovo per i segni d’Acqua che continueranno a godere del raggio congiunto di Sole e Mercurio in Cancro, in trigono con Nettuno in Pesci. Più leggeri risulteranno infine i segni legati all’elemento Aria. L’uscita di Saturno dall’Acquario li riporterà infatti a volare, mentre Venere in Gemelli continuerà ad infondere passione e sentimento.

Ariete: dal 21 marzo al 20 aprile

Ariete: segno zodiacale

Ariete

Va decisamente meglio, vero amici dell’Ariete? Marte è finalmente arrivato e il suo raggio, lì a casa vostra – che è anche la sua – si fa sentire forte e chiaro! L’energia del pianeta rosso dona vigore, voglia di fare e di combattere per ciò in cui si crede, ma soprattutto è un’iniezione di vitalità per quel che riguarda l’erotismo, il piacere dell’unione. E se poi Marte è “assistito” da una splendida Venere in sestile dal segno dei Gemelli, allora sì che il gioco è fatto! Il consiglio del cielo, in questo periodo, è quindi quello di concentrarsi sull’amore e sulle relazioni in generale. Da qui prenderete la forza e la determinazione per portare avanti le altre sfide che vi si pongono dinanzi e che, a dire il vero, non sono affatto poche. Date il meglio di voi, quindi e, a fine settimana, concedetevi un pò di riposo: la Luna piena in quadratura dal segno del Capricorno potrebbe portare stanchezza e nervosismo.

Toro: dal 20 aprile al 20 maggio

Toro: segno zodiacale

Toro

Il Sole torna a splendere alto nel cielo, cari amici del segno del Toro. Questa settimana sancirà la fine della quadratura di Saturno dal segno dell’Acquario ed il ritorno del Maestro del Tempo in uno spicchio di cielo, quello del Capricorno, a voi, molto, ma molto favorevole. Ciò significa che Saturno da Nemico, ovvero da forza che porta pesantezza e costrizione, si trasforma in alleato. La pazienza e la tenacia assicurate da questo pianeta, adesso, vi saranno d’aiuto per portare a termine i progetti a cui state lavorando da tempo e per i quali avete profuso tanto impegno e tante energie. Ma la vita non è solo lavoro, la vita è anche brivido, la vita è sentimento. Ebbene, questo weekend, per voi, parla proprio d’amore: la Luna piena in Capricorno porta infatti un’energia di realizzazione di quelli che sono i desideri più profondi.

Gemelli: dal 21 maggio al 20 giugno

Gemelli: segno zodiacale

Gemelli

Venere che danza sotto i raggi di una luna, gravida di promesse, Marte che brilla nella sua armatura, fatta di istinti e voglia di sfidare il mondo. Questo siete voi, in questa settimana che ci porterà diretti al plenilunio! C’è chi vi accusa di essere doppi, questo lo sappiamo, ma questa realtà non sempre è sinonimo di negatività. La coppia di pianeti che vi rappresenta, in questa settimana, insegna proprio questo: si può essere guerrieri e teneri amanti, si può essere forti e allo stesso tempo sensibili. Nettuno, in quadratura dal segno dei Pesci, potrebbe allontanare da voi, temporaneamente il raggiungimento di un sogno o di un obiettivo. Io vi invito a non scalpitare. Come, infatti, scriveva Antonio Fogazzaro:
Non è vero che l’amore è cieco; è solo presbite: più ci si allontana, più si vede chiaro.

Cancro: dal 21 giugno al 21 luglio

Cancro: segno zodiale

Cancro

Settimana carica di eventi, per voi, cari amici del segno del Cancro. Sul lavoro, molte cose si muovono. Il vostro cielo, con Saturno che torna ad appoggiare Giove in Capricorno, si presenta carico di sfide, che voi – grazie al Sole e a Mercurio nel segno – siete sicuramente pronti a cogliere. La sfida più grande che vi attende, però, è quella che verrà lanciata nel campo dei sentimenti. Venere, eclissata nel segno dei Gemelli, potrebbe infatti chiedervi ancora un po’ di pazienza. E, se la persona del cuore continua a giocare a nascondino, a voi non resta che tentare una strategia che in amore è sempre vincente: vince chi fugge. Quindi, restituite il favore e iniziate a farvi desiderare. Perché, ci ricorda Arthur Schopenhauer :
La lontananza, che rimpicciolisce gli oggetti all’occhio, li ingrandisce al pensiero.

Leone: dal 23 luglio al 23 agosto

Leone: segno zodiacale

Leone

Saturno si è finalmente tolto di mezzo e, adesso, il vostro alleato Marte, in trigono dal segno dell’Ariete, ha veramente campo libero. Il guerriero che è in voi griderà per poter sfoderare la spada e scendere finalmente in battaglia. Siete nati per essere protagonisti, cari amici del segno del Leone, e adesso che il Sole splende nella vostra XII casa, sentite che è arrivato il momento di chiudere i conti aperti e di chiedere ciò che è vostro.

 

E, se Marte guiderà le vostre sfide in campo professionale e negli affari, ci penserà Venere a fare la stessa cosa nel campo dei sentimenti. In questo settore, però, occhio a non strafare: Urano, sempre in quadratura dal segno del Toro, potrebbe giocarvi qualche brutto scherzetto, svelando gli “altarini” nel momento meno opportuno. Quindi, “discrezione” è la parola d’ordine, se non volete brutte sorprese!

Vergine: dal 24 agosto al 22 settembre

Vergine: segno zodiacale

Vergine

“Chi la dura, la vince!” e voi, cari amici del segno della Vergine, siete veramente maestri nell’arte del saper attendere. Da questa settimana potete poi contare su un alleato in più e su un nemico in meno. L’alleato di cui sto parlando è Saturno che, rientrando in Capricorno, farà in modo che le promesse fatte negli ultimi tre anni, vengano mantenute. Il nemico in meno è Marte, non più in opposizione dal segno dei Pesci. La fine di questa congiuntura scomoda vi porterà ad essere più calmi e meno inclini alla battaglia. Sapete bene, infatti, che le prove di forza – soprattutto in amore – non portano da nessuna parte, mentre l’accettazione della realtà è il primo gradino da salire, se volete veramente che le cose cambino in vostro favore. Venere, in quadratura dal segno del Gemelli, purtroppo, vi chiede ancora un minimo di attesa. Tra un mese, però le cose cambieranno radicalmente e ciò che adesso sembra bloccato, finalmente, si sbloccherà!

Bilancia: dal 23 settembre al 22 ottobre

Bilancia: segno zodiacale

Bilancia

Pazienza, pazienza e ancora… pazienza! La settimana che sta per cominciare, sarà di quelle da ricordare! I pianeti sembrano essersi messi tutti d’accordo per darvi filo da torcere. Tutti, tranne uno! Fortunatamente, l’astro che brilla dalla vostra parte è un pianeta di tutto rispetto. Si tratta di Venere, in splendido trigono dal segno dei Gemelli. Il consiglio del cielo, quindi, è quello di mettere al primo posto l’amore e le relazioni sincere. Lasciate correre il resto. Il cielo gira velocemente e questa congiuntura pesante – che vede mettersi di punta Sole, Mercurio, Giove, Marte, Saturno e Plutone – passerà presto! E poi, ricordate sempre che le difficoltà che vi trovate a vivere in questo momento, faranno da apripista per i successi futuri!

Scorpione: dal 23 ottobre al 21 novembre

Scorpione: segno zodiacale

Scorpione

Il trio si è ricomposto! Saturno, questa settimana, smetterà di darvi filo da torcere dal segno dell’Acquario e, rientrando in Capricorno, andrà a congiungersi con Giove e Plutone. Questi tre pianeti, dal 2 luglio in poi, lavoreranno all’unisono per garantirvi energia e successo. Quindi, è il momento di scaldare i motori, cari amici del segno dello Scorpione. Questo luglio che sta per cominciare sarà, senza ombra di dubbio, un mese tutto d’oro per i nati sotto il vostro spicchio di cielo. Unico nemico da non sottovalutare sarà, sempre Urano che, rimanendo in opposizione dal segno del Toro, potrebbe mettere sulla vostra strada degli ostacoli imprevisti. Ma, per difendersi, basta poco: occhi aperti e piedi ben saldi al terreno e nessuno potrà fermare la vostra corsa!

Sagittario: dal 22 novembre al 21 dicembre

Sagittario: segno zodiacale

Sagittario

Un pò di pazienza in meno e tanta, ma tanta grinta in più. È così che si presenta questa settimana che vedrà il suo termine con la luna piena, cari amici del segno del Sagittario. In pochissimi giorni il vostro quadro astrologico si è letteralmente rivoluzionato. Saturno è infatti uscito dal sestile e, adesso, ponendosi in posizione neutra in Capricorno, non vi influenza più di tanto. Quindi, quella “pacatezza” e quell’”oculatezza” che avete potuto sperimentare negli ultimi 4 mesi, andrà a mettersi in un cassetto. Voi tornerete ad essere gli assertivi di sempre, a puntare i piedi e a girare le spalle, in men che non si dica, quando qualcosa non vi va bene. Per di più adesso – e per un periodo molto, ma molto lungo – avete Marte dalla vostra parte. Il pianeta rosso, in trigono dall’Ariete, risveglierà la vostra combattività, non solo nella vita pratica, ma anche in camera da letto. Tutta la vostra sensualità ora tornerà protagonista del vostro modo di essere.

Capricorno: dal 22 dicembre al 19 gennaio

Capricorno: segno zodiacale

Capricorno

Il cielo vi sfida con i raggi di Marte, voi risponderete con la pazienza e la determinazione dettate da Saturno. Questa settimana, cari amici del Capricorno, entra nel vivo la quadratura del pianeta rosso dal segno dell’Ariete, una quadratura che vi terrà “compagnia” fino alla fine dell’anno. Marte scomodo porta nervosismo, irascibilità, voglia di menar le mani. Fortunatamente, questa settimana vede anche arrivare i rinforzi: Saturno rientra infatti nel vostro spicchio di cielo, dove tra l’altro è a casa sua, quindi, fermerà le vostre mani e vi riporterà alla ragione, con i suoi consigli. Detto questo, i giorni che vi attendono non sono solo lotta tra irascibilità e necessità di pazienza. Vi attende infatti uno splendido weekend all’insegna dell’emozione, grazie ad una splendida Luna che, questo mese, festeggerà il suo plenilunio proprio nel vostro spicchio di cielo!

Aquario: dal 20 gennaio al 19 febbraio

Acquario: segno zodiacale

Acquario

Saturno se n’è andato. Il Maestro del tempo, proprio in questi giorni, lascerà infatti il vostro spicchio di cielo per rientrare – in moto retrogrado – in Capricorno. Certo, il suo passaggio si è fatto sentire. La sua falce a tagliato alcune situazioni e a messo allo scoperto circostanze, prima rimaste celate. Adesso che se n’è andato, è tempo di ripulire tutto e di ripartire. Il vostro cielo torna ad essere più limpido. Venere continua infatti a splendere alta e ad illuminare il mondo delle relazioni dal segno dei Gemelli. Le uniche nubi da cui dovete guardarvi ancora sono quelle di Urano, sempre in quadratura dal segno del Toro. Si tratta di nubi che possono apparire all’improvviso, proprio quando il cielo sembra sereno. Urano porta tuoni, fulmini e saette, ma i suoi temporali vanno via subito. Fate quindi attenzione ai rapporti con gli altri, e soprattutto tenete lontane le persone invadenti. Ricordate ciò che recita un vecchio detto dalla paternità anonima: “Le persone da tenere strette sono quelle che, nonostante trovino la porta aperta, bussano comunque”.

Pesci: dal 20 febbraio al 20 marzo

Pesci: segno zodiacale

Pesci

Parlare chiaro! Se avete qualcosa da dire a qualcuno, se ci sono delle situazioni che, da tempo, avete voglia di chiarire, questo è proprio il momento di farlo, cari amici del segno dei Pesci! Adesso – e per buona parte del mese di Luglio – avrete infatti dalla vostra parte l’influsso di Mercurio, congiunto al Sole, nel segno amico del Cancro. La vostra capacità comunicativa è quindi ai massimi livelli e – fossi in voi – sfrutterei al massimo questo congiuntura per farlo! Ricordate, infatti, che, in un cielo prevalentemente sereno, dovete fare i conti con le nuvole e le perturbazioni – grandi e piccole – portate da Venere, dispettosa nel segno dei Gemelli! Soprattutto in amore, quindi, è necessario essere quanto mai chiari!

Lockdown Heroes: la testimonianza in immagini di Milo Manara

Lockdown Heroes è il titolo della raccolta di illustrazioni di Milo Manara, edito da Feltrinelli Comics, che uscirà nelle librerie il prossimo 30 luglio.

Il libro non è nato da un progetto a monte: è nato tutto dopo che il celebre illustratore erotico ha dipinto la prima immagine. Milo Manara è stato travolto, come tutti, dall’arrivo improvviso del Covid-19 ed ha deciso di ricordare questo tragico momento che rimarrà indelebile nella memoria di ciascuno.

Lo sbigottimento e l’angosciosa incredulità per la catastrofe che si stava profilando mi rendeva impossibile continuare il mio lavoro di routine: impossibile concentrarsi, dove l’attenzione e la serenità necessarie.

Mi sono chiesto come avrei potuto essere vagamente utile, da disegnatore, e come avrei potuto esprimere gratitudine e incoraggiamento. Dopo più di cinquant’anni passati a celebrare la bellezza e la seduzione delle donne, è stato del tutto naturale celebrarne anche le virtù.ù

Lockdown Heroes immortala tutte le figure femminili che hanno continuato a svolgere il proprio lavoro, esponendosi al pericolo del contagio. Il libro di illustrazioni nasce come un ricordo angoscioso e di incredulità per la catastrofe, da ricordare un giorno quando sarà tutto finito.

Illustrazione di Milo M anara

Covid-19 in un libro di illustrazioni

Lockdown Heroes: curiosità

Lockdown Heroes è composto da 21 tavole. Dalle copie vendute del libro Milo Manara e Feltrinelli Comics supporteranno l’Ospedale Luigi Sacco di Milano, il Policlinico Universitario di Padova e l’Ospedale Cotugno di Napoli.

Le 21 tavole originali di cui si compone il libro sono state vendue all’asta dal 9 al 24 giugno e ogni acquerello è stimato 2mila euro.

Scroll to top