Cultura

Un Botticelli molto raro all’asta stimato 80 milioni di dollari

Un Botticelli molto raro sarà offerto all’asta il prossimo 21 gennaio. Il dipinto ritrae un giovane uomo con in mano il tondo di un santino. Il quadro è in ottimo stato di conservazione ed è un originale di Sandro Botticelli del XIV secolo.

Il prezzo di partenza si aggira intorno agli 80 milioni di dollari. L’identità del soggetto è sconosciuta ma secondo alcuni potrebbe essere Giovanni di Pierfrancesco de’ Medici.

Un dipinto di Botticelli all'asta

Un dipinto di Botticelli all’asta

Di Sandro Botticelli sono sopravvissuti al passare del tempo solo una decina di ritratti che sono quasi tutti custoditi nei musei.Undici dipinti dell’artista hanno superato il milione di dollari a un’asta e tre di questi sono stati attribuiti alla sua scuola  o a suoi seguaci.

Il ritratto del giovane negli anni ’30 apparteneva alla collezione di Lord Newborough. Un suo antenato, Sir Thomas Wynn lo aveva acquistato tre secoli prima durante un soggiorno in Toscana. Successivamente il dipinto a metà degli anni ’30 è stato venduto dal Lord ad un collezionista privato e i suoi eredi lo hanno messo successivamente all’asta nel 1982.

Diversi pareri degli studiosi sul dipinto di Botticelli

Nel 1987 quando il quadro messo all’asta è stato oggetto di studio da parte di Richard Stapleford che dopo un restauro lo attribuì a Botticelli. Per Roberto Longhi e Federico Zeri sono più favorevoli ad attribuire l’opera a Francesco Botticini perché il dipinto è molto simile ad un’altra opera del pittore, custodita nel Palazzo Reale di Stoccolma.

Per Ronald Lightbown lo attribuisce alla scuola di Botticelli.

Il ritratto del giovane uomo sarà messo all’asta come opera di Sandro Botticelli. Il dipinto è raro e particolare soprattutto per il medaglione che ha tra le mani, il cui significato è ancora sconosciuto.

Prima di questo quadro di Botticelli il record per la sua opera è stata quella della Madonna col Bambino e San Giovanni da Christie’s che è stata battuta all’asta per 10, 4 milioni di dollari.

La prima donna il biopic di Tony Saccucci sulla vita di Emma Carelli

La prima donna è il biopic di Tony Saccucci sulla vita di Emma Carelli, soprano di fama internazionale e impresaria che diventò la prima direttrice donna artistica del teatro Costanzi, divenuto successivamente Teatro dell’Opera di Roma.

Il film è composto da materiali d’archivio, brani di cinema muto e una voce fuori campo, quella di Tommaso Ragno, che legge stralci di giornali dell’epoca con annesse critiche sulla protagonista.

Questo modo sui generis di raccontare la vita di un personaggio storico, utilizzando un mix di tecniche cinematografiche ad alcuni esperti del settore non è piaciuto perché considerato un modo poco realistico di raccontare una biografia.

Da una prima visione del trailer invece la tecnica utilizzata dal regista è un modo non solo originale per tracciare e delineare i momenti più rilevanti di un personaggio ma rende più veloce, avvincente e meno statico l’andamento del film.

La prima donna è un film che oltre a far ricordare Emma Carelli ci mostra la storia di coraggio di una donna che è riuscita a conquistare un posto autorevole all’interno di una società patriarcale in cui ruoli direzionali di qualsiasi natura non erano destinati alle donne.

Tony Saccuccy descrive così Emma Carelli:

Il dramma di Emma è la storia delle donne. E oggi il tema della parità di genere è la questione politica per eccellenza, tornata di prepotenza alla ribalta.

Perché c’è un procedere della storia che appiana tutte le ingiustizie. È l’astuzia della Ragione, la forza del DEstino. Dio è maschio, e femmina.

La prima donna: il trailer

Il biopic sulla vita di Emma Carelli

Emma Carelli: biografia

Emma Carelli nasce a Napoli nel 1877 e muore a causa di un incidente di auto a Montefiascone nel 1928. Diventa un un soprano, specializzato nel repertorio verista, e pratica la sua professione per venti anni prima di gestire il Teatro Costanzi per altri 15 anni.

Nel 1898 sposa Walter Mocchi, politico socialista che diventerà suo agente.

Durante il periodo di gestione del teatro Costanzi  la sua unica performance come cantante fu come protagonista della Iris di Mascagni.

La prima donna sarà proiettata nelle sale cinematografiche italiane solo per tre giorni: il 5,6 e 7 ottobre.

La Napoli di mio padre di Alessia Bottone

La Napoli di mio padre è un docufilm di Alessia Bottone, attualmente in tour per rassegne e festival. L’idea del film nasce da due esigenze: quella di raccontare il rapporto tra padre e figlia e l’altra a quella di parlare dell’esigenza della fuga dalle proprie radici ma anche come mezzo di sopravvivenza per i migranti e per i richiedenti asilo.

Il lavoro cinematografico ha dei tratti autobiografici perché la regista è veronese ma il papà, Giuseppe Bottone, è di Napoli. Alessia Bottone,da piccola si è ritrovata molto spesso ad accompagnare il padre durante i viaggi che lo riportavano nella sua terra di origine ma lei, che di città ne aveva un’altra, non capiva dove e perché stesse andando in un altro luogo che per lei non rappresentava casa, non rappresentava nulla.

Mi sono sempre sentita parte di un Sud che ho conosciuto solo grazie agli aneddoti di mio padre e di un Nord dove sono nata e cresciuta e mi sono chiesta se questa sensazione fosse condivisa anche dai figli dei nuovi migranti.

Vivere in un contesto in cui convivono più culture è indubbiamente arricchente, ma trovare una propria identità all’interno di questa ricchezza non è sempre facile. Ho quindi raccolto i ricordi di mio padre per poi tornare nella sua città e mi sono ritrovata davanti ad uno specchio, sorprendendomi di riuscire a vedere un’altra parte di me stessa.

La Napoli di mio padre: video

Il docufilm di Alessia Bottone

La Napoli di mio padre vuole aprire un focus sul tema della migrazione che porta con sé la voglia di fuggire da un luogo in cui non si sta bene per diverse ragioni e che spinge molti al fuggire, per trovare un posto nel mondo che faccia per loro.

Che cosa accomuna gli emigranti italiani  del secolo scorso che partivano con la valigia di cartone con i migranti di oggi che richiedono asilo, sfidando il mare su barconi?

Ciò che li accomuna è il loro misterioso passato che ciascuno custodisce gelosamente che però ha qualcosa di turbolento e disperato perché fuggire non significa semplicemente cambiare posto nel mondo ma integrarsi in una nuova terra, accettandola e facendosi accettare.

La Napoli di mio padre: video

Locandina del docufilm di Alessia Bottone

Alessia Bottone: biografia

Alessia Bottone è una sceneggiatrice e giornalista laureata in Istituzioni e Politiche per i Diritti Umani e la Pace.

Nel 2017 consegue il Master in Sceneggiatura Carlo Mazzacurati dell’Università degli Studi di Padova. Ha curato la regia e la sceneggiatura del cortometraggio Violenza invisibile, dedicato alla violenza psicologica sulle donne e di due documentari: Ritratti in controluce e di Ieri come oggi.

Nel 2013 pubblica Amore ai tempi dello stage, Galassia Arte 2013 e nel 2015 Papà mi presti i soldi che devo lavorare?.

Nel 2017 le sono stati riconosciuti alcuni premi per le sue inchieste: Il Premio Giornalistico Claudia Basso con l’inchiesta Pfas, il Premio Alessandra Bisceglia per la comunicazione sociale e infine il Premio Massimiliano Goattin per la realizzazione di una video inchiesta sulle barriere architettoniche.

Nel 2018 rientra tra i finalisti del Premio Cesare Zavattini per la realizzazione di progetti di riuso creativo del cinema d’archivio e del Premio Luzzati per cortometraggi.

La Napoli di mio padre è il suo primo cortometraggio a base di archivio.

Franco Toro: l’uomo più bello del mondo è il nuovo romanzo di Dario Neron

Dario Neron, dopo Doctor Reset (2017) pubblicato da Il Camaleonte edizioni, pubblica Franco Toro: l’uomo più bello del mondo (2020) edito da Castelvecchi editori e già presente nelle librerie da luglio.

Il protagonista del romanzo, come possiamo già dal titolo è Franco Toro, un ragazzo che di professione è un callboy, un accompagnatore e intrattenitore maschile. Lui è un ragazzo di ventotto anni che si è ritrovato a svolgere questo lavoro quasi per caso.

Il mio nome è Franco Toro, ho ventotto anni e sono una puttana.

Ora, qui, adesso. O meglio: un puttano. Si potrebbe usare un termine socialmente più accettabile, ma meno descrittivo, come escort, accompagnatore, intrattenitore oppure prostituta. Indipendentemente dal termine, rimane il fatto che vendo il mio corpo: a volte tutto quanto, a volte solo una parte.

Non sono stato trattato male dai miei genitori, preti e maestri non hanno abusato di me, di amici ne avevo né tanti né pochi. Non sono stato preso in giro in cortile, non ero più sfigato di qualunque altro mio coetaneo.

Dario Neron: libro

Dario Neron

Franco Toro: chi è il protagonista del libro di Dario Neron

Ecco come ci viene presentato il protagonista da Dario Neron:

Certo, questo non era quanto avevo immaginato per la mia vita ideale. Mi trovavo, con i miei ventotto anni, in quella fase della vita dove si crede di aver capito tutto ed ero dunque sempre triste per la convinzione  di non avere più nulla da scoprire.

Allo stesso tempo, mi rendevo conto di non capire un cazzo e dunque mi intristivo del fatto che poco prima ero arrivato a sentirmi speciale. Insomma, sapevo di viaggiare contromano, ma non avevo l’interesse, l’ambizione, forse nemmeno la voglia di cambiare corsia.

Aspettavo una parete di cemento, un cinque assi, qualcosa di grosso. E quando l’avrei visto, avrei accelerato.

In passato avevo avuto degli obiettivi ben diversi, come ad esempio quello di diventare un astronauta, un poliziotto o un grande della pallacanestro. Costruire una casa. E invece, per forza maggiore, per noia o per avere una sensazione di indipendenza, forse anche per essere stato un panchinaro ai tempi, mi ero messo a darlo via per soldi.

Franco Toro: l’uomo più bello del mondo non è un romanzo che vuole raccontare la storia erotica o le gesta sessuali del protagonista. L’aspetto su cui si sofferma Dario Neron è un altro: quello sociale basato sul narcisismo, sulla presenza eccessiva sui social e sull’egocentrismo di una gioventù che vive nell’incertezza di un futuro che è più cupo che mai.

Il protagonista del romanzo non vive con leggerezza il proprio lavoro ma con un velo di rassegnazione e il suo egocentrismo, alimentato a dismisura anche dal suo lavoro, non è nient’altro che uno scudo che il ragazzo indossa per poter far fronte alle pretese di una società tritacarne, in cui l’individuo non ha più un peso o un valore se non quello del mercato.

Escort maschili e femminili: le aspettative dei clienti spiegate nel romanzo

Dario Neron si sofferma sulle differenze di genere e le aspettative da parte dei clienti: la società e i fruitori di questi servizi hanno aspettative diverse a seconda del proprio genere. Da una escort, ad esempio, ci si aspetta partecipazione verbale durante cene o eventi pubblici mentre nel caso di Franco Toro, e quindi dagli escort, ci si aspetta semplicemente il massimo della cura e della prestanza fisica accompagnati da un profondo silenzio perché il loro pensiero o la loro parola non rientra nel gioco dell’accompagnatore.

Attraverso alcuni spunti di riflessione, come quello che vi riportiamo, possiamo capire che per molti aspetti le donne emancipate possono essere più discriminanti degli uomini maschilisti.

Accompagnare impresarie, artiste o alte dirigenti a pranzi di gala o lavoro era tra i primi impieghi della giornata e raramente durava più di alcune ore, concludendosi solitamente con una stretta di mano, più che con una spruzzata. Al contrario delle mie colleghe appartenenti al gentil sesso, le quali dovevano impegnarsi per partecipare  alle discussioni, io venivo pagato per stare zitto e fare una figura di gradevole aspetto.

Da un uomo che investe molto tempo nella cura del proprio corpo, non ci si aspettano grandi cose e quindi ero, per così dire, diventato vittima del mio aspetto.

Franco Toro: l’uomo più bello del mondo oltre a dare uno spaccato sulla pochezza sociale dei nostri giorni ci porta a riflettere sul mondo maschile e femminile, visto con cinico disincanto dal protagonista del romanzo, che classifica sia le donne che gli uomini in particolari e precise categorie.

Dario Neron

Dario Neron

Dario Neron: biografia

Dario Neron nasce a Locarno nel 1987, figlio dei postumi della catastrofe di Chernobyl. Dal 2016 inizia a scrivere e a vincere diversi premi letterari:

  •  Nel 2016  Premio Inedito vince il primo posto nella sezione narrativa.
  • Nel 2017  pubblica il suo primo romanzo Doctor reset.
  • Nel 2018 arriva a terzo posto per il Premio nazionale di poesia e narrativa Alda Merini.
  • Nel 2018 vince il primo posto nella sezione narrativa Contropremio Carver.

Zia Lidia Social Club: secondo appuntamento con Miss Marx

Zia Lidia Social Club, dopo la proiezione Rosa Pietra Stella di Marcello Sannino, vi aspetta con il secondo appuntamento che si terrà il 22 settembre presso il Cinema Carmen di Mirabella Eclano alle ore 21:00 con la proiezione del film Miss Marx.

Miss Marx: trailer

Miss Marx di Susanna Nicchiarelli

Miss Marx: la trama

Miss Marx è un biopic che racconta la vita di Eleanor Marx (Romola Garai), terzogenita di Karl Marx, una donna colta e impegnata che è stata una delle prime donne ad avvicinare i temi del femminismo con il socialismo.

Il codice narrativo utilizzato da Susanna Nicchiarelli è duplice: il primo ci mostra Eleanor Marx in pubblico e riguarda la sua attività intellettuale fatta di ideali e di pensieri saldi,. che la fanno apparire una donna sicura di sé e forte. La seconda ci mostra la vita privata di una donna che con difficoltà, nonostante la forza e i suoi ideali sociali e femministi, non riesce a mettere uno stop definitivo alla sua vita coniugale che non l’ha mai resa felice.

Edward Aveling (Patrick Kennedy) è un uomo che non ha nulla in comune con Eleanor Marx perché è un fedifrago e uno spendaccione. Come mai una donna che ha avuto la fortuna di essere cresciuta ed educata da un pensatore del calibro di Karl Marx si è trovata a fare la scelta più ovvia e infelice che ci si aspetta da una donna di quel tempo ma non da una donna pensante come lei?

Miss Marx di Susanna Nicchiarelli

Miss Marx di Susanna Nicchiarelli

Miss Marx: la duplice chiave di lettura della pellicola

La chiave di lettura di Miss Marx è duplice e realistica perché mette in luce le fragilità di ciascun essere umano che, nonostante i propri ideali e principi, quando si trova nella situazione di dover prendere decisioni che non mettono in discussione solo l’intelletto e la logica ma l’aspetto irrazionale e dei sentimenti, tutta  l’inflessibilità logica cede davanti l’indecisione di tutto ciò che riguarda la metafisica dei sentimenti e dei rapporti umani.

Questo atteggiamento come sottolinea Susanna Nicchiarelli rappresenta semplicemente la condizione dell’essere umano: un mix non rigoroso di tutto ciò che è, che vive e che sente. Questo non significa essere infedeli ai propri ideali o il voler mentire a se stessi e agli altri, dando un’immagine non vera ma significa semplicemente vivere con tutte le contraddizioni che siamo e che non sempre riusciamo a gestire secondo la sola ragione.

Miss Marx: trailer

Romola Garai e Patrick Kennedy durante una scena di Miss Marx

Miss Marx, oltre a regalarci la storia di una donna che è rimasta alla storia non solo per essere la figlia del noto filosofo, è una rappresentazione realistica dell’essere umano a 360 gradi.

Oroscopo della settimana: dal 21 al 27 settembre

Giornate molto intense per i segni d’Aria che apriranno la settimana accogliendo il Sole in Bilancia e la chiuderanno salutando Mercurio che lascerà lo stesso spicchio di cielo. Ancora giù di tono i segni d’Acqua, ora illuminati solo da Nettuno in Pesci, ma pronti ad accogliere il Messaggero degli Dei in Scorpione a fine settimana. Un leggero calo in quanto a grinta e spinta vitale si prevede anche per i segni di Terra che, pur perdendo il Sole, restano comunque ben supportati da Urano in Toro e Giove, Saturno e Plutone in Capricorno. Stabilità infine per i segni di Fuoco, sempre galvanizzati da Venere in Leone e da Marte in Ariete.

Ariete: dal 21 marzo al 20 aprile

Ariete: segno zodiacale

Ariete

Settimana un pò pesantuccia dal punto di vista energetico, cari amici del segno dell’Ariete. Come ogni anno, per voi, il tempo dell’Equinozio d’Autunno rappresenta un momento di bilanci importanti. Nel corso di questa settimana, il vostro “esame di coscienza” di metà anno, vedrà come professori pronti a interrogarvi sia il Sole che Mercurio, entrambi nel segno a voi opposto della Bilancia. Fortunatamente però il secondo esaminatore andrà via molto presto.  Già domenica 27, infatti, il Messaggero degli Dei passerà oltre, andando a posizionarsi nel segno dello Scorpione che per voi non è affatto un segno scomodo. Superato questo momento di pesantezza, le energie positive torneranno a brillare nel vostro cielo. L’amore, in particolare, sarà massimamente potenziato dai raggi di Marte, nel vostro spicchio di cielo e di Venere in trigono dal Leone. Eros e passione continueranno quindi a colorare i vostri giorni e, soprattutto, le vostre notti.

Toro: dal 20 aprile al 20 maggio

Toro: segno zodiacale

Toro

Il Sole entra in Bilancia e i nati sotto il segno del Toro tornano a centrarsi su se stessi. Chi di voi ha qualche decennio alle spalle, avrà notato che, in coincidenza con l’Equinozio d’Autunno, la sua visione della vita tende a cambiare. Con l’avvento della stagione delle foglie rosse chi è nato sotto il primo dei segni di Terra sperimenta ogni anno il desiderio di distaccarsi dagli altri e di concentrarsi di più su se stesso. Questo nel bene e nel male. Di positivo c’è una ritrovata indipendenza ed uno stop a quella tendenza a investire gli altri del potere di realizzare i propri sogni e le proprie aspettative. Quest’anno, anche grazie al transito di Giove in trigono dal Capricorno, i Toro saranno particolarmente attivi e propositivi. Parte adesso un’accelerata che li porterà dritti a realizzare i progetti immaginati o studiati nei mesi precedenti. Tutto questo concentrarsi sulle cose pratiche potrebbe portare, a voi Toro, qualche problemuccio in amore… Venere, dissonante nel segno del Leone, di certo non vi aiuta. Quindi cercate di non essere troppo stakanovisti e concedete all’amore e al partner il tempo che meritano.

Gemelli: dal 21 maggio al 20 giugno

Gemelli: segno zodiacale

Gemelli

Le ultime quattro settimane sono state molto impegnative, vero cari amici dei Gemelli? Il passaggio di Sole e Mercurio nel segno della Vergine – per non parlare della Luna Nuova in Pesci del 17 agosto – hanno rappresentato per voi una sorta di esame di metà semestre. È come se il cielo avesse voluto mettere i puntini sulle “i”, andando a sottolineare le tendenze non funzionali al raggiungimento dei vostri obiettivi, in modo da farvele modificare. Superato l’esame, adesso la situazione si fa molto più tranquilla. Anche se Nettuno, in opposizione dal segno dei Pesci, continua a tirarvi “giù” verso le profondità del vostro essere, avete una serie di raggi planetari che vi aiutano a rimanere a galla. Sto parlando di Marte in sestile dall’Ariete, del duo Sole-Mercurio in trigono dalla Bilancia, di Venere in sestile dal segno del Leone. Insomma, con tutti questi salvagenti intorno a voi, l’immersione verso le profondità ci sarà solo se sarete voi a volerlo. Avete in mano il timone della vostra vita ed ora – superato il famoso esame – ne siete consapevoli. In amore quando troppo e quando niente… Forse è il caso di ritrovare un equilibrio…

Cancro: dal 21 giugno al 21 luglio

Cancro: segno zodiale

Cancro

Il sano egoismo da elemento negativo può diventare forza guaritrice e soccorritrice.
Ho cercato e ricercato questa citazione di Carl Gustav Jung, ma purtroppo i libri, in questi giorni, me l’hanno negata. Quindi scusatemi, cari amici del segno del Cancro, se non è precisa. Il senso delle parole del grande psicanalista svizzero che ha saputo coniugare scienza e spiritualità è proprio questo. Volevo regalarvela, proprio perché il vostro cielo di questi giorni vi invita a centrarvi di più su voi stessi e a mettere da parte quella tendenza a compiacere che è propria dei nati sotto il vostro spicchio di cielo.  Dire qualche “no”, a volte può servire, sia a noi stessi che agli altri. Sarà Nettuno, in trigono dal segno dei Pesci, che vi aiuterà a farlo senza sentirvi in colpa. Le forze invadenti e invasive, visto l’accerchiamento di pianeti in quadratura e in opposizione, di certo non mancano, ma voi vi salverete riuscendo a mettere delle barriere sane… da lì rinascerete.

Leone: dal 23 luglio al 23 agosto

Leone: segno zodiacale

Leone

 

Come ogni anno, con l’Equinozio d’Autunno, i Leoncini si arricchiscono di un’energia vitale prorompente. Il Sole, infatti, entrando in Bilancia, va a formare un angolo di sestile rispetto al vostro spicchio di cielo. Ancora per questa settimana, poi, oltre al Sole, avete in Bilancia anche Mercurio. In questi giorni sarete quindi scattanti e frizzanti al punto giusto. La vostra mente sarà velocissima e riuscirà a suggerirvi le soluzioni giuste al momento giusto. Detto questo, inutile ribadire che anche il cuoricino va alla grande e non potrebbe essere altrimenti, visto che Venere ha deciso di trascorrere questo equinozio proprio lì a casa vostra.

Lasciarsi andare è d’obbligo sotto questo cielo. Fatelo senza paura. E’ vero ma  Urano potrebbe giocarvi degli scherzetti all’improvviso, ma con la mente lucida e l’energia che avete in corpo, riuscirete a reagire in men che non si dica e a trasformare l’imprevisto in opportunità.

Vergine: dal 24 agosto al 22 settembre

Vergine: segno zodiacale

Vergine

Il tempo del vostro capodanno astrologico termina proprio questa settimana, cari amici del segno della Vergine. Il Sole lascerà infatti il vostro spicchio di cielo martedì 22 settembre per passare in quello della Bilancia. Il tempo dei bilanci è quindi terminato. Adesso si ricomincia. Inutile dire che questo nuovo inizio avviene sotto i migliori auspici. L’unico pianeta che, in questi giorni, vi fa i dispetti è Nettuno opposto dal segno dei Pesci. L’astro delle profondità emotive è però isolato, quindi, la sua forza non è prorompente. Di contro, già nel weekend, voi sarete rafforzati dall’arrivo di Mercurio in sestile dal segno dello Scorpione. L’astro del pensiero lucido nel terzo segno d’Acqua acuisce il vostro ingegno e il vostro istinto. Date retta quindi a ciò che vi suggerisce la testa. Il cuore, invece, prendetelo con il beneficio dell’inventario. Venere in Leone non è certo un’accurata consigliera. Avrete tempo per recuperare il tempo perduto quando l’astro dell’amore arriverà lì a casa vostra…

Bilancia: dal 23 settembre al 22 ottobre

Bilancia: segno zodiacale

Bilancia

Con la dolcezza si ottiene tutto…
Ricordate la frase di questo vecchio carosello? I più giovani sicuramente no… poco importa! Io, questa settimana, voglio regalarvi proprio questa frase, aggiungendovi qualcosa: “Con la dolcezza si ottiene tutto… e ancor di più con il dialogo”. È su queste due cose, “dolcezza e dialogo”, che dovete puntare questa settimana, cari amici del segno della Bilancia. La prima vi verrà donata da Venere, in sestile dal segno del Leone, la seconda da Mercurio in transito proprio nel vostro spicchio di cielo in cui, tra l’altro, approderà anche il Sole il 22 settembre alle 15.30. Marte, in opposizione dal segno dell’Ariete, potrebbe spedire al vostro indirizzo azioni agguerrite  messe a punto da familiari o collaboratori, voi tuttavia riuscirete a mantenere la calma e a risolvere con la diplomazia quelle questioni che, altrimenti, potrebbero portare ad una guerra. Anche in amore, la tenerezza e la capacità di condividere anche i pensieri più profondi faranno la differenza!

Scorpione: dal 23 ottobre al 21 novembre

Scorpione: segno zodiacale

Scorpione

Tenete duro ancora per qualche giorno, cari amici del segno dello Scorpione… Mercurio, il Messaggero degli Dei, sta marciando verso il vostro spicchio di cielo e, domenica 27 settembre, farà il suo ingresso proprio lì a casa vostra. L’avvento del pianeta del pensiero lucido e creativo farà la differenza in una situazione che vi vede, purtroppo, fare i conti con una Venere molto, ma molto dispettosa in quadratura dal segno del Leone. Nelle questioni di cuore, il cielo vi consiglia quindi di attendere il fine settimana prima di prendere decisioni importanti. Con un cielo come il vostro non è proprio il caso di agire d’impulso. Sul lavoro, invece, le cose procedono alla grande, visto che Giove vi supporta dal segno amico del Capricorno. Anche qui, non vi scoraggiate se i riconoscimenti che attendete tardano ad arrivare, la colpa è di Saturno e Plutone retrogradi. Ciò che è vostro non ve lo toglierà nessuno, il cielo vi chiede solo di attendere!

Sagittario: dal 22 novembre al 21 dicembre

Sagittario: segno zodiacale

Sagittario

A volte ritornano…
Ricordate questo vecchio film noir di qualche anno fa, cari amici del Sagittario? Mi è tornato in mente proprio guardando il vostro cielo di questi giorni. La Luna nuova, rinata in Vergine la settimana scorsa, non è passata senza lasciare traccia. Essa ha riaperto le porte del passato ed ha aperto il passaggio a situazioni vecchie rimaste in sospeso. Sotto queste energie non mi stupirei se una persona importante con cui non avete più contatti da diverso tempo, dovesse ricomparire all’improvviso. Mi stupirei ancora di meno se questa persona fosse stata unita a voi da questioni sentimentali. Attenzione però al ritorno dei vecchi amori, soprattutto se adesso nella vostra vita c’è qualcun altro! Marte in trigono dal segno dell’Ariete e Venere nella stessa angolatura, ma dal segno del Leone, tramano insieme per colorare la vostra vita di emozioni forti. Vecchie fiamme potrebbero riaccendersi improvvisamente, attenti però a non rimanere bruciati!

Capricorno: dal 22 dicembre al 19 gennaio

Capricorno: segno zodiacale

Capricorno

Quando il gioco si fa duro… i duri cominciano a giocare. Eh già, tocca proprio a voi, cari amici del segno del Capricorno, beccarvi questa frase! Il gioco nel vostro cielo è veramente da professionisti dell’equilibrio. Siete infatti accerchiati. Immaginate un cerchio, poi una croce all’interno di questo cerchio. Sul ramo alla base ci siete voi, appesantiti da Saturno e Plutone retrogradi, ma supportati da Giove. A destra e a sinistra, alle estremità dei rami orizzontali della croce ci sono Mercurio e Sole a sinistra e Marte a destra. Tutti pronti a farvi la guerra. Fortunatamente il ramo superiore adesso è libero, non essendovi più Venere in Cancro a darvi filo da torcere. Ed è proprio da qui, ovvero dai sentimenti e dall’emotività propri del segno del Cancro che dovrete partire per vincere questa partita. Lasciate da parte la rigidità, non è chiudendovi a riccio che risolverete i problemi. Al contrario sarà proprio dagli altri – dagli amici e dalla persona del cuore – che giungerà la soluzione!

Aquario: dal 20 gennaio al 19 febbraio

Acquario: segno zodiacale

Acquario

Dopo Mercurio arriva anche il Sole, cari amici del segno dell’Acquario a darvi manforte! Il nostro astro principe, in questa settimana che segna l’avvento dell’Autunno, entrerà infatti nel segno amico della Bilancia. Da lì irradierà verso il vostro spicchio di cielo tanta grinta e tanta energia. Sempre favorevole, come detto, si trova anche Mercurio, almeno fino a domenica, quando l’astro del pensiero lucido e creativo passerà nel segno dello Scorpione. Dovete quindi darvi da fare, non è questo il momento per procrastinare. Se avete in mente un’idea, un piano, un progetto dovrete metterli in pratica subito. Il cielo sembra infatti sussurrarvi: “Se non ora, quando?”. D’altra parte, in questi giorni, è meglio concentrarsi sulle questioni pratiche. Il cuore sembra infatti andare a rilento. Venere, in opposizione dal segno del Leone, di certo non vi aiuta. In amore quindi temporeggiare sarà la strategia migliore se non volete scendere in battaglia e subire delle perdite. Il cielo gira velocemente e, presto, anche gli affari di cuore avranno il terreno giusto per poter germogliare!

Pesci: dal 20 febbraio al 20 marzo

Pesci: segno zodiacale

Pesci

È arrivato l’Autunno, cari amici del segno dei Pesci e, con l’Autunno, la fine di quel periodo dell’anno che per voi rappresenta il giro di boa con tanto di esami da superare nelle materie per voi più difficili. Il transito del Sole e di Mercurio nel segno della Vergine vi chiede infatti di scendere dall’Iperuranio in cui vi trovate così a casa vostra e di fare i conti con la realtà materiale. Del maestro Mercurio vi siete liberati già la scorsa settimana, in questi giorni – e precisamente il 22 settembre – vi libererete anche del Maestro Sole. Alla calma mentale che avete già assaporato adesso si aggiunge un rinnovata energia a livello fisico. Il vostro cielo non è perfetto – dovete ancora fare i conti con il duo Saturno-Plutone retrogradi in Capricorno – ma si avvicina molto alla perfezione. In amore, per finire, tira aria di leggerezza. Concedetevi un po’ di relax, per parlare di cose serie con la persona del cuore ci sarà tempo quando Venere passerà in Vergine…

Nico Desideri: concerto al Gold Hotel di Marcianise

Nico Desideri il 18 settembre, domani, si esibirà live presso il Gold Hotel di Marcianise in occasione della chiusura della campagna elettorale per le prossime Regionali in Campania in cui Luigi Pergamo, candidato con PRI Lega per l’Italia per le circoscrizioni di Caserta e Provincia – Napoli e Provincia insieme agli rappresentanti della lista terranno l’ultimo dibattito con i loro sostenitori.

L’entrata è gratuita ma l’accesso sarà consentito nel rispetto delle norme di contenimento previste e in vigore.

Il concerto di Nico Desideri inizierà alle 21:00.

Nico Desideri: biografia

Nicola Iadicco, in arte Nico Desideri, nasce a Marcianise nel 1970. All’età di sei anni inizia a cantare per gioco, partecipando a diversi concorsi canori. Ben presto il canto iniziato per gioco diventa un lavoro.

Nel 1992 incide il suo primo album Amore…cocco… cola e melodia.

Nel 2000 con l’incisione di Non cambierò la sua popolarità arriva all’apice, facendolo diventare un’artista conosciuto in tutta Italia.

Rieccomi è il nome del suo ultimo lavoro discografico.

Arriva il primo incontro di Zia Lidia Social Club con la proiezione di Rosa Pietra Stella di Marcello Sannino

Zia Lidia Social Club riparte con i suoi incontri dedicati al cinema. Il primo appuntamento si terrà a Mirabella Eclano presso il Cinema Carmen dove verrà proiettato alle 21:00 il film Rosa Pietra Stella di Marcello Sannino.

Presente alla proiezione ci sarà il regista che incontrerà il pubblico e spiegherà aspetti inediti del lungometraggio.

Michela Mancusi: intervista

Il Presidente di Zia Lidia Social Club di Avellino

Michela Mancusi, presidente di Zia Lidia Social Club, ci svela nel video in home qualche anticipazione senza spoiler sull’ultimo lavoro di Marcello Sannino. Durante l’intervista è palese l’entusiasmo nelle sue parole per poter riprendere, dopo tanto tempo, gli appuntamenti in sala di Zia Lidia, attesi da molti.

Finalmente ritorniamo in sala e questo evento segna la ripresa degli incontri di Zia Lidia Social Club, dopo una lunga attesa che ci ha visti costretti alle nostre visioni virtuali.

Torniamo in sala con Marcello Sannino, noto documentarista, che già è stato ospite dello Zia Lidia Social Club con docufilm. Con questo lavoro esordisce con la finzione che indaga l’universo tutto al femminile con due attrici intense e interessanti tra cui Ludovica Nasti, che ricordiamo nel film L’amica Geniale, dove interpreta Lila da bambina e Ivana Lotito, volto noto di Gomorra.

Rosa Pietra Stella di Marcello Sannino è un film che mostra il rapporto di riconciliazione tra una madre e una figlia. Una caratteristica del lungometraggio riguarda la sua ambientazione perché pur essendo ambientato a Portici, la città non ha alcuna relazione diretta con il contesto urbano.

Rosa Pietra Stella: il trailer

Rosa Pietra Stella racconta la storia di Carmela (Ivana Lotito) e di sua figlia Maria (Ludovica Nasti). Lei è una donna esasperata perché non ha un lavoro e si ritrova ad essere sfrattata da casa.

Pur di procurarsi un lavoro Carmela decide di trafficare con e per gli immigrati, procurando permessi di soggiorno. Lo sguardo sociale di Marcello Sannino sui nostri giorni è aspro e non cede mai il posto al sentimentalismo.

Michela Mancusi riassume con queste parole Rosa Pietra Stella:

Questo film mostra l’incontro con tra personaggi che sono ciascuno in cerca del proprio sé all’interno di un mondo e di una esistenza precaria. Marcello Sannino, con il suo sguardo poetico, riesce aportare sul grande schermo il dramma di un’esistenza invisibile, restituendo ai protagonisti la propria dignità personale e umana e senza cedere al pietismo.

La pellicola è un crescendo di empatia.

Michela Mancusi: video

Scena tratta dall’ultimo film di Marcello Sannino

Zia Lidia Social Club: prossimi incontri

Dopo la proiezione di Rosa Pietra Stella sono previsti altri due appuntamenti nel mese di settembre.

Il 22 settembre verrà proiettato Miss Marx di Susanna Nicchiarelli, il film è stato presentato in concorso alla 77esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica a Venezia.

Il 30 settembre è prevista la visione di Padrenostro di Claudio Noce che ha come protagonista Pierfrancesco Favino che ha vinto con questo film, alla Biennale Cinema 2020 di Venezia, la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile.

Oroscopo della settimana: dal 14 al 20 settembre

Ci sono due appuntamenti da fissare bene sul calendario in questi giorni, cari amici dell’Oroscopo : la congiunzione Luna-Venere in Leone il 14 settembre e il Novilunio in Vergine del 17 settembre. La coppia Luna-Venere in Leone, in trigono con Marte in Ariete, darà una spinta passionale e profonda a tutti i segni di Fuoco mentre la Luna Nuova, congiunta con il Sole in Vergine, rinvigorirà sin dalle “radici” tutti i segni di Terra, supportati anche, non lo dimentichiamo, da Urano in Toro e Giove, Saturno e Plutone in Capricorno. Stabilità invece per i segni d’Acqua e d’Aria. I primi, lo ricordiamo, sono illuminati da Nettuno in Pesci; i secondi da Mercurio in Bilancia.

Ariete: dal 21 marzo al 20 aprile

Ariete: segno zodiacale

Ariete

Che confusione… sarà perché ti amo…
Guardando il vostro cielo di questa settimana, mi è venuta in mente proprio questa vecchia canzone dei Ricchi e Poveri, cari amici del segno dell’Ariete, ve la ricordate? È Mercurio, così dispettoso dal segno della Bilancia che crea tutto questo scompiglio. Venere, in compenso, vi guida e vi supporta dal trigono nel segno del Leone. Il consiglio che posso darvi, di fronte ad un firmamento come il vostro, è quello di amare di più e pensare (e parlare di meno). Sul piano comunicativo dovrete infatti fare i conti con moltissime interferenze. Il cuore, invece, viaggiando su altri canali, ci vede e ci sente benissimo. Anche sul lavoro è il caso di fare meno chiacchiere e più azioni. La grinta non vi manca, mettetevi all’opera e fate vedere a tutti quanto valete!

Toro: dal 20 aprile al 20 maggio

Toro: segno zodiacale

Toro

Ahi ahi ahi… Venere ha ripreso a fare i capricci, dopo aver rigato per molti mesi! Questa settimana, cari amici del segno del Toro, a dispetto di un firmamento molto armonico, vi troverete a dover fare i conti con l’astro dell’amore dispettoso dal segno del Leone. Quell’empatia e quell’unione con la persona del cuore a cui tanto aspirate, quindi potrebbe venir meno a intermittenza. Il consiglio è quello di non prendere decisioni affrettate. Una nuvoletta in cielo non significa, per forza di cose, “tempesta” e poi, come succede al cielo di fine stagione, i cambiamenti portano sempre con sé un pò di turbolenza, ma poi, alla fine il sole torna sempre a splendere. Ma non parliamo solo di questioni di cuore. Anche sul lavoro, le cose procedono per il verso giusto: Giove in trigono dal segno del Capricorno continua a supportarvi, l’autunno vi porterà infatti grandi soddisfazioni!

Gemelli: dal 21 maggio al 20 giugno

Gemelli: segno zodiacale

Gemelli

I Gemellini, sempre con lo sguardo rivolto al cielo e così poco inclini al contatto con le cose pratiche, questa settimana sembra proprio che sceglieranno di tornare con i piedi per Terra. Questo richiamo vi giungerà forte, in concomitanza con il Novilunio del 17. La Luna nuova in Pesci, infatti, vi spingerà a cercare dei porti sicuri, che possano proteggervi dalle maree impreviste, causate dai moti delle emozioni. Avrete voglia di mettere radici, di tracciare un confine tutto vostro, di costruire un vostro nido, anche se – inutile dirlo – la casa dei vostri sogni sarà sempre contraddistinta da grandi vetrate che lasciano una visione quanto più ampia possibile verso l’orizzonte. Che dire? Guardando il vostro cielo, posso assicurarvi che non c’è periodo migliore di questo per farlo. In questi giorni avete infatti dalla vostra parte Marte, in sestile dall’Ariete, Mercurio in trigono dal segno della Bilancia e Venere in sestile dal segno del Leone. Quindi gli ingredienti ci sono tutti per investire su un futuro solido. Carpe diem!

Cancro: dal 21 giugno al 21 luglio

Cancro: segno zodiale

Cancro

Se dovessi regalarvi un arcano dei Tarocchi che rappresenta il vostro cielo di questa settimana sceglierei, senza ombra di dubbio, la Lama numero XXI, quella che rappresenta il Mondo, cari amici del Cancro. Tra tutti i segni dello Zodiaco siete quello che, quest’anno, ha dovuto faticare di più. Il vostro impegno e i vostri sforzi, però, non sono stati vani. Anche se ancora non ve ne rendete completamente conto, avete costruito un edificio solido, partendo da un rudere che aveva delle falle sin nelle fondamenta. Adesso che la struttura è sicura, non vi resta altro che compiere lo sforzo finale. Ci sono da apportare le rifiniture e da rendere il tutto bello e confortevole. Il cielo sopra le vostre teste vi fornisce le energie giuste per farlo. Come suggerisce la Lama del Mondo, questo è il momento di mettere l’orgoglio da parte e di accettare l’aiuto degli altri. E’ infatti grazie alla collaborazione che riuscirete a portare a termine la vostra opera, per poi poterne godere da qui agli anni a venire!

Leone: dal 23 luglio al 23 agosto

Leone: segno zodiacale

Leone

Le giornate si accorciano a vista d’occhio, cari amici del segno del Leone. Con tutta l’energia che avete in corpo in questo momento, però, vorreste che l’orologio avesse il doppio delle ore, sia di giorno che di notte. Come vi ho detto anche la scorsa settimana, questo per voi è un momento magico.

 

Avete infatti dalla vostra parte tutti i pianeti veloci (Venere nel segno, Marte in trigono dall’Ariete, Mercurio in sestile dalla Bilancia), quindi, un pò tutti i settori del vivere quotidiano vedono un carico di energie positive che voi non vedete l’ora di mettere in circolazione. Inutile dire che, quando le cose girano così, è d’obbligo approfittarne, anche perché Mercurio in posizione favorevole vi fa avere una visione chiara e bilanciata delle cose, quindi non correte assolutamente il rischio di strafare. Questo è un ottimo momento per prendere accordi e firmare contratti. Battete il ferro finché è caldo!

Vergine: dal 24 agosto al 22 settembre

Vergine: segno zodiacale

Vergine

Siete pronti ad aprire dei cassetti rimasti chiusi per lungo tempo, cari amici del segno della Vergine? Se siete stanchi di rimuginare e avete voglia di fare pulizia fuori, ma soprattutto dentro di voi, questo è proprio il momento giusto per farlo. Questa settimana si verificherà infatti il Novilunio. Nello specifico, la Bianca Signora rinascerà proprio lì a casa vostra. Il primo messaggio che la Luna vi manda riguarda la necessità di mettere ordine in profondità. Saranno molti i nati sotto il segno della Vergine che sceglieranno la solitudine per poter guardare meglio dentro se stessi. Detto questo, l’effetto del Novilunio passa in fretta e, già nel weekend, vi riaprirete al mondo e soprattutto il mondo riaprirà i suoi cancelli verso di voi. Non si escludono sorprese improvvise, come ad esempio il ritorno di una persona del cuore che non si faceva sentire da tempo.

Bilancia: dal 23 settembre al 22 ottobre

Bilancia: segno zodiacale

Bilancia

Mercurio nel segno, Venere in sestile dal segno del Leone. Vedete come fanno presto le energie celesti a cambiare, cari amici del segno della Bilancia? Solo qualche settimana fa risultavate tra i segni meno supportati dello Zodiaco e tra quelli sottoposti alle prove più pesanti. Il cielo di questi giorni, invece, è un cielo veramente leggero e promettente. Mercurio nel segno stimola in voi il pensiero e la comunicazione, siete quindi i numeri uno per quel che riguarda la capacità di entrare in contatto con gli altri e di convincerli delle vostre opinioni. Questo, chiaramente, vi renderà molto sul fronte del lavoro, ma anche su quello dei sentimenti, visto che, dalla vostra parte avete anche una splendida Venere positiva che vi supporta dal segno del Leone. Da questo segno, l’astro dell’amore attutisce anche i colpi che vi vengono lanciati da un Marte dispettoso e guerrafondaio. Insomma, questa è una settimana tutta da vivere, un anticipo dell’ottimo cielo che vi farà compagnia nel periodo del vostro capodanno astrologico.

Scorpione: dal 23 ottobre al 21 novembre

Scorpione: segno zodiacale

Scorpione

Se dovessi rappresentare il vostro cielo in un dipinto, sceglierei, senza ombra di dubbio, uno di quei quadri onirici di inizio Novecento. Stenderei sulla tela uno sfondo color blu notte intenso e lo tempesterei con tanti punti interrogativi, piccoli e grandi. Nettuno, in trigono dal segno dei Pesci, e la Luna Nuova, nello stesso segno il 17 settembre, accentueranno infatti in voi la tendenza a scendere in profondità. Sentirete dentro di voi che è giunto il momento di cambiare. E Venere, dissonante dal segno del Leone, accentuerà questa sensazione di mancato comfort. La notte è per voi un momento speciale, ma adesso – grazie anche al Sole in sestile dal segno della Vergine – sentite il bisogno di tornare in superficie e di fare un appagante bagno di luce sotto i raggi caldi di questa settimana di fine estate. Dopo la riflessione, giungerà quindi il momento dell’azione. La Luna nuova vi indicherà la strada.

Sagittario: dal 22 novembre al 21 dicembre

Sagittario: segno zodiacale

Sagittario

L’estate sta finendo, ma il fuoco continua a bruciare nel vostro splendido cielo, cari amici del segno del Sagittario! Anche questa settimana continuerete ad essere favoriti dalla presenza di Marte in trigono dal segno dell’Ariete, di Mercurio in sestile dal segno della Bilancia e soprattutto di Venere in trigono dal segno del Leone. Tutto ciò che, solo qualche tempo fa, risultava difficile, adesso sembra molto vicino da afferrare e facile da ottenere. Sul lavoro siete sicuramente i numeri uno. Grazie al Messaggero degli Dei, la vostra capacità deduttiva è al top e la vostra capacità comunicativa non ha eguali. Sembrate instancabili, la vostra mente è una fucina di idee e di progetti. In amore, se possibile, le cose vanno ancora meglio, visto che Venere colora il vostro cielo dei toni più accesi. Attenzione solo a non strafare, se siete liberi, lasciatevi pure andare; se invece siete in coppia, attenzione a non attirare troppo la gelosia del partner.

Capricorno: dal 22 dicembre al 19 gennaio

Capricorno: segno zodiacale

Capricorno

Saturno e Plutone retrogradi nel tuo spicchio di cielo… Marte in Ariete e Mercurio in Bilancia, pronti ad allearsi per complicare le cose… Cielo impegnativo per voi questa settimana, cari amici del segno del Capricorno. Il settore che potrebbe risentirne più di tutti è quello dei sentimenti. Mercurio crea infatti problemi di comunicazione, Marte vi rende irascibili e suscettibili. Prendere lucciole per lanterne, sotto questo cielo, è molto facile. Di fronte a tutto questo, ciò che posso suggerire è di non saltare subito alle conclusioni. Vi ripeto, da adesso e per circa tre settimane, la comunicazione non sarà al top, quindi accertatevi bene prima di scattare sulla difensiva quando udite – o vi viene riportato – qualcosa che non vi fa piacere… Fortunatamente avete Giove dalla vostra parte e il Sole che irradia in voi energia, andando a riempire quei vuoti che vi vengono lasciati da un Marte vampiro.

Aquario: dal 20 gennaio al 19 febbraio

Acquario: segno zodiacale

Acquario

Finalmente si ricomincia a ragionare. Come per tutti i segni d’Aria, pensiero e comunicazione sono vitali per voi, cari amici del segno dell’Acquario. Adesso che Mercurio, l’astro che appunto sovrintende a queste istanze del nostro essere, è positivo, potrete finalmente giocare la partita, avendo a disposizione gli strumenti che sapete maneggiare meglio. Tutto ciò sarà vitale, soprattutto in campo sentimentale, visto che Venere, in opposizione dal segno del Leone, di certo non vi aiuta nella vita di coppia. Di fronte alle difficoltà, la volontà di evadere potrebbe avere la meglio, voi però fate attenzione. Urano, in quadratura dal segno del Toro, è un po’ come il diavolo che “fa le pentole, ma non i coperchi…”, quindi occhio alle situazioni che sarebbe meglio tenere nascoste, perché un semplice contrattempo potrebbe scoperchiare gli altarini…

Pesci: dal 20 febbraio al 20 marzo

Pesci: segno zodiacale

Pesci

Tempo di Luna Nuova, tempo di percorrere altre strade. Questo mese, cari amici Pesciolini la Bianca Signora riprenderà il suo ciclo proprio nel segno opposto al vostro, ovvero nel segno della Vergine. Tutto questo porrà uno spartiacque tra il prima e il dopo. Teniamo presente che venite da un momento molto stressante, causato principalmente dalla Congiunzione Plutone-Saturno nella vostra 11esima casa. Il malcontento potrebbe averla fatta da padrone nelle ultime settimane. Guardiamo però il lato positivo: la vostra insoddisfazione vi spingerà a fare scelte diverse e a compiere azioni diverse. Adesso, con la Luna Nuova del 17  settembre tutto cambia, sia nel lavoro che nella vita privata. Vi accorgerete – con sorpresa – di essere apprezzati più di quanto non credevate di essere. Riconoscimenti e – perché no – anche promozioni potrebbero segnare l’inizio di questo autunno. Voi valete e gli altri se ne sono accorti da tempo, molto prima di voi!

Chiara Moscardelli ritorna nelle librerie con un nuovo romanzo

Chiara Moscardelli, dopo il romanzo Volevo essere una vedova (2019), ritorna nelle librerie con un nuovo romanzo: Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli.

Protagonista del romanzo è Teresa Papavero, figlia di un noto professore di criminologia, che vive nel piccolo comune di Strangolagalli e sta vivendo un momento d’oro della sua vita. La donna, infatti, è riuscita a risolvere brillantemente il caso dell’omicidio di Paolo Barbieri e la scomparsa di Monica Tonelli, diventando una presenza fissa Dove sei?, una trasmissione televisiva di cronaca.

Intanto Strangolagalli è diventato meta turistica da parte di  curiosi che vogliono visitare il piccolo paese e da ciò scaturisce la necessità di ampliare del B&B Papaveri e Capperi, ribatezzato Le combattenti.

Durante i lavori di ampliamento e ristrutturazione del locale in cui partecipa attivamente anche Teresa Papavero si scopre un cadavere all’interno del muro.

La comunità di Strangolagalli non riesce a spiegarsi il perché di quel cadavere e basta poco per scatenare il caos in quella che, fino a qualche ora prima, era una tranquilla cittadina.

Dopo il ritrovamento del corpo, ma soprattutto dopo che il medico aveva preso la decisione, molto sofferta andava detto,  di occuparsi dello scheletro anziché del povero Pasquale, l’edificio in ristrutturazione era stato preso d’assalto da tutti gli abitanti di Strangolagalli.

Tranne che da Don Guarino, noto ipocondriaco, rimasto chiuso in canonica terrorizzato dall’idea di poter essere contagiato da un cadavere.

Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli: di Chiara Moscardelli

L’ultimo romanzo di Chiara Moscardelli

Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli: il romanzo

Teresa Papavero sente la responsabilità di risolvere questo caso ed è pronta a scoprire il volto dell’assassino, decidendo di affiancare nelle indagini il medico legale che si occupa del caso: Maurizio Tancredi.

Il medico però non nutre una grande simpatia per la donna che intanto inizia fantasticare, credendo di trovarsi di fronte un cold case perché da tempo non vede più in giro Serra, il fascinoso poliziotto che l’ha sedotta e abbandonata. Il cadevere potrebbe essere quello del suo spasimante sparito misteriosamente? Chi avrebbe voluto vederlo morto? La sua morte potrebbe essere collegata a qualcuno che per qualche ragione nutre un profondo odio nei confronti di Teresa?

Chiara Moscardelli con questo romanzo cambia nettamente il mood cui i suoi lettori sono abituati, l’ironia non manca ed è il tratto distintivo della sua lettura. Il lettore questa volta non viene condotto all’interno del complesso e intricato mondo femminile ma in un romanzo noir sui generis perché ad animare la lettura non è la suspense tipica di questo genere o non è solo questa che incuriosisce.

Per scoprirlo bisognerà aspettare il 30 settembre, la data di uscita prevista per Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagallo nelle librerie!

Scroll to top