Cultura

Le donne del Vino: intervista a Valentina Carputo, delegata della Regione Campania

Valentina Carputo, delegata regionale della Campania per Le donne del vino, ci ha parlato dello sviluppo e dei prossimi eventi in programma dell’associazione.

Le donne del vino nasce nel 1988 con l’intento di creare una rete e un sodalizio forte tra tutte le donne che lavorano attivamente nel settore vitivinicolo.

Valentina Carputo: intervista

Delegata Regione Campania delle Donne del Vino

Donne e vino era un connubio che in passato veniva poco contemplato o preso poco in considerazione dagli addetti al settore che erano in prevalenza uomini.

Oggi le cose stanno cambiando notevolmente e l’associazione Le donne del vino ne è la prova tangibile.

Simone Vignola, il musicista avellinese, alle selezioni di The Voice of Italy

Ieri sera, in occasione delle selezioni per la nuova edizione di The Voice of Italy, il talent show di Rai 2, abbiamo potuto godere di un’esibizione davvero esemplare, di cui potremmo dichiararci fieri.

L’artista avellinese Simone Vignola, musicista, autore e compositore, nonché bassista virtuoso, producer e cantante, ha fatto il suo ingresso in studio e ha sfoggiato la veste migliore di sé stesso, mostrando l’incredibile destrezza nell’utilizzo della Loop Station.

La Loop Station è una tecnica digitale sofisticata, azionata mediante una pedaliera, che permette ai suoni, prodotti nel momento stesso della performance, di riprodursi ripetutamente, potendo così creare nel medesimo istante una vera e propria orchestrazione per un brano che si sta per eseguire. E in tutto ciò, chi produce  i suoni che poi registra nello stesso momento, resta da solo nello stage, ma orienta la propria produzione verso un’esecuzione che pare sia fatta da un’intera squadra di musicisti.

Quello che ha dimostrato Simone Vignola, ieri sera, non è soltanto capire quanto oggi la volontà di un utilizzo di qualcosa di eccezionale possa davvero portare lontano, ma quanto sia essenziale che si dia spettacolo e ci si possa mettere in mostra, seppur in maniera del tutto rispettosa e umile, attraverso un canale importante come quello dei talent, quindi televisivo, e farlo in maniera del tutto originale.

Tralasciando un attimo solo le luci abbaglianti e gli applausi che hanno sottolineato lo spettacolo di pochi ma esaltanti minuti di performance ricca di maestria, è doveroso ricordare quanto la tecnica della Loop Station abbia portato lontano il nostro Simone Vignola, riconosciuto come uno dei migliori bassisti al mondo.

simonevignola

Simone Vignola

Simone Vignola: carriera artistica

Vincitore, ad appena ventun anni dell’Euro Bass Day 2008, ha iniziato la sua carriera solista nel migliore dei modi, non soltanto guadagnandosi giovanissimo la fiducia di un pubblico esperto, ma anche internazionale, soprattutto quando nel 2010 il talentuoso artista avellinese ha esposto al conservatorio di Amsterdam la sua tecnica di The Art of Looping, tenendo una lezione nell’ambito del contesto olandese AmsterBass; o come quando l’anno dopo ha vinto il BOSS Loop Contest Italia, che gli ha permesso di volare fino a Los Angeles per il BOSS Loop Station Championship 2010, e farsi conoscere oltreoceano.

Per non parlare di un basso “signature” prodotto dall’azienda M2 Guitar, e delle esibizioni con cui ha diviso il palco con Caparezza, Jutty Ranx o coi famosissimi Level 42, senza poi contare della stampa in Giappone di un suo disco, e l’ottimo responso ogni volta che produce un suo album.

Sì, perché Simone Vignola, oltre a saper suonare in maniera impeccabile, è uno di quelli che i dischi se li suona dall’inizio alla fine, destreggiandosi con tutti gli strumenti, coi campionamenti, batteria e drum machine, con la voce, coi cori, con il missaggio e il mastering finali.

Il cantante avellinese

Simone Vignola

Simone Vignola: l’esibizione al contest The Voice of Italy

Ieri sera, durante il contest The Voice of Italy di Rai 2, ha coraggiosamente messo da parte le sue produzioni e si è esibito con Roxanne dei Police, non tradendo la sua sfrenata passione per Sting.

E la tecnica Loop, di cui è di sicuro uno dei più esperti al mondo, ha dato un’impronta di originalità e abilità esemplari, e il pubblico ne ha saputo riconoscere il talento; Morgan ha colto fin da subito il lavoro di precisione incredibile che si è svolto nella preparazione all’esibizione e ha quasi rimpianto di aver completato la sua squadra, complimentandosi con Simone Vignola; Gigi D’Alessio, altro coach più “preparato” della giuria, ha altresì elogiato la sua tecnica. Peccato che Gué Pequeno, l’unico che avrebbe potuto portarlo in squadra, avendo ancora un posto libero, non abbia preso la decisione più giusta, nonostante i suggerimenti di Elettra Lamborghini e amici.

Ogni beat, intanto, è stato accolto come una dimostrazione di speranza verso chi come lui dovrebbe quasi pretendere il diritto di essere ammirato oggi, in un mondo artistico-musicale fatto di fandonie e finte decorazioni, dove si sta perdendo il dono di poter esprimere un qualcosa in cui l’arte resta una disciplina seria, e non uno sfoggio di povere soluzioni pompate solo dall’advertisement commerciale.

Esattamente come Neffa, Ghemon o Clementino, la musica di Simone Vignola nasce dall’entusiasmo frenato dalle incombenze di una realtà cittadina non troppo aperta, e questa particolare pressione crea ancor più motivazione nello svolgere bene le proprie capacità, e la soluzione ad un’originalità che oggi stenta a decollare sta proprio in questo: rompere le barriere sospettose di chi non crede e fiondarsi a tutto spiano nella realizzazione di sogni possibili, e solo apparentemente impossibili.

Carmine Maffei

Oroscopo della settimana: dal 20 al 26 maggio

Ariete: dal 21 marzo al 19 aprile

Ariete: segno zodiacale

Ariete

Evento clou di questa settimana è il bye bye di Venere che mercoledì vi lascia, portandosi via un po’ del vostro charme e il primo ad accorgersene sarà proprio il partner. Non a caso già il giorno seguente vi apparirà più nervoso in concomitanza di un altro transito importante: Marte, vostro astro guida, passa in quadratura.

Sarete particolarmente polemici fino a metà settimana, le vostre battute non risparmieranno nessuno, nemmeno persone a cui siete molto vicini.

Clima teso sia in casa che in azienda dove tutti vorranno imporvi dei dicta, dimenticando che siete uno spirito libero desideroso di viaggiare e vivere in contatto più intimo con la natura.

Toro: dal 20 aprile al 20 maggio

Toro: segno zodiacale

Toro

Buon compleanno con il Sole, Mercurio, Urano e da mercoledì anche la bella Venere influenzerà il vostro segno.

Un bell’inizio della settimana dunque con la Luna di Terra che vi tiene bordone in combutta con Saturno e Plutone, solidali con gli studenti e con chiunque lavori fuori sede, sgobbando per ottenere risultati soddisfacenti in tempi ristretti.

Spese e investimenti allegri, ottimi investimenti in titoli esteri, grinta anche in affari con trattative fruttuose entro venerdì, nel weekend mettetevi a riposo anche la testa ha bisogno di relax.

Gemelli: dal 21 maggio al 20 giugno

Gemelli: segno zodiacale

Gemelli

In attesa dell’approdo del Sole nel vostro segno che si porterà dietro il vostro astro guida Mercurio, previsto per la prossima settimana, chiudete gli occhi su lunedì e martedì con la Luna in quadratura e riapriteli a metà settimana quando la riavrete in trigono più tenera e miciona che mai.

Ne avete un gran bisogno e proverete un gran piacere, tanto più che Marte giovedì vi dà il bye bye e voi lo saluterete volentieri, lasciandovi alle spalle polemiche e inutili sarcasmi.

Finalmente ora vi potrete godere i rapporti interpersonali al riparo da complicazioni, solo l’amore vi vedrà un po’ dubbiosi, con Venere passato in dodicesima Casa divenuta improvvisamente timida e timorosa di esporsi.

Cancro: dal 21 giugno al 21 luglio

Cancro: segno zodiale

Cancro

Benvenuto a Marte che giovedì verrà a trovarvi regalandovi quella nota battagliera che vi manca da sempre e vi farà buon gioco a fine settimana, quando in coppia vi verrà voglia di rinverdire l’intesa e da single di trovare qualcuno che vi tenga buona compagnia, magari un buon amico, poi si vedrà, se son rose fioriranno.

È essenziale liberarvi di quel senso di malinconica e di solitudine che vi porta a rimpiangere il passato qualunque esso sia stato.

Straordinariamente rampanti sul lavoro, motivati dall’interesse per quello che fate e dal piacere di collaborare con colleghi simpatici e in gamba dai quali avete molto da imparare.

Leone: dal 23 luglio al 23 agosto

Leone: segno zodiacale

Leone

Vi sarà veramente amica la Luna solo domenica, quando ritornerà in segno di Fuoco, stesso elemento che griffa il vostro. Potreste accontentarvi anche del suo passaggio bilancino comunque armonico nei vostri confronti, peccato che proprio tra mercoledì e giovedì i passaggi planetari previsti per Venere e Marte non saranno di vostro gradimento.

La Luna, infatti, raggiungerà il Toro dove già stazionano pretenziosi e ostili Mercurio, il Sole e Urano, tutti allo zenit, da dove vi incitano a cambiare subito rotta. Anche Marte, il distributore automatico di energia, scivola nella vostra dodicesima casa penalizzandovi in fatto di vitalità e mordente.

Faticoso il lavoro compensato da svaghi particolarmente piacevoli, se viaggiate per motivi di affari o lavoro riuscirete a infilarci anche qualche giro turistico.

Vergine: dal 24 agosto al 22 settembre

Vergine: segno zodiacale

Vergine

La Luna passerà nel vostro segno tra lunedì e martedì, mettendo a tacere i vostri dubbi segreti. Da mercoledì altre belle novità vi attendono: Venere entra in Toro raggiungendo subito il Sole, Mercurio e Urano, tutti in segno di Terra come il vostro, mentre il giorno successivo Marte cessa di irritarvi con quell’irritante quadratura e passando in Cancro vi beneficia con un sestile che riattiva amicizie un pò spente e rinnova l’interesse per lo sport.

Pace in famiglia, dopo una serie interminabile di discussioni, ciascuno ritrova il proprio baricentro, in più riuscirete finalmente a mettervi d’accordo sulle eventuali riparazioni e migliorìe da apportarvi nel giro delle prossime settimane.

Forti i sentimenti anche se non dichiarati apertamente, è ora di scacciare timori e malinconie, la vostra gelosia non ha ragione d’essere.

Bilancia: dal 23 settembre al 22 ottobre

Bilancia: segno zodiacale

Bilancia

La Luna passerà nel vostro segno tra mercoledì e giovedì proprio le giornate in cui accadranno fatti planetari interessanti: uno decisamente positivo, l’altro un po’ meno nei vostri confronti. Venere lascia l’Ariete da dove vi ha stuzzicati ma anche disturbati non poco per passare nel segno successivo mentre Marte simpaticone in Gemelli decide di cambiare albergo, posizionandosi allo zenit rispetto a voi.

Ed ecco che subito fioccheranno i primi rimbrotti dal capo, dai suoceri o dal grillo parlante che in combutta con Saturno e Plutone, anch’essi in quadratura, non perdono occasione di rimproverarvi e buttarvi giù.

Alle grane familiari e lavorative reagirete puntando sulla comunicazione in società ci starete comunque benone soprattutto domenica quando vi prenderà la smania di partire lasciandovi la città alle spalle per cambiare aria e ambiente in compagnia di persone simpatiche e sulla vostra stessa lunghezza d’onda.

Scorpione: dal 23 ottobre al 21 novembre

Scorpione: segno zodiacale

Scorpione

La Luna nel vostro segno approderà soltanto tra venerdì e sabato ma già l’inizio di settimana sarà nel complesso favorevole, sempre che il quartetto planetario all’opposizione formato da Urano, Sole, Mercurio e da mercoledì anche da Venere, non acuisca eventuali problemini di coppia o di relazione interpersonale.

Se il cuore fa i capricci magari non il vostro ma quello del partner sì, appellatevi alle risorse della mente: la ragione di Saturno e del vostro astro guida Plutone e l’intuito di Nettuno saranno concordi e alleati nel garantirvi sostegno.

Benone le finanze ancora migliori da giovedì quando Marte, cambiato albergo, vi infonderà una spinta positiva con un trigono energico, corroborante per chi viaggia, incoraggiante per chi intende investire all’estero.

Grossi guadagni in arrivo, sappiateli utilizzare in modo costruttivo ed esclusivamente per finalità positive che guardino al benessere e alla crescita di tutti.

Sagittario: dal 22 novembre al 21 dicembre

Sagittario: segno zodiacale

Sagittario

Nel vostro segno la Luna approderà soltanto domenica raggiungendo subito il grande Giove, garante di fortuna sfacciata. Peccato che per strada vi siate persi il trigono di Venere che già mercoledì cambia di segno.

In compenso a tenervi bordone fino a giovedì sera avrete la Luna fautrice di belle serate con gli amici e le più svariate attività culturali con l’arte e la storia come protagoniste.

Molta mole di lavoro ma con ben quattro pianeti raggruppati in sesta casa non vi potreste aspettare altro e potete già ritenervi fortunati se, insonnia e nervosismo a parte, non accusate problemini di salute, anzi potete affermare tranquillamente di stare bene.

Capricorno: dal 22 dicembre al 19 gennaio

Capricorno: segno zodiacale

Capricorno

 Inizio perfetto di settimana con la Luna in segno di Terra come il vostro in buona armonia con gli inquilini Saturno e Plutone e con gli amiconi Sole, Mercurio, Urano ai quali mercoledì si aggiungerà anche Venere: un concerto di astri in segno di Terra, dunque, il più rassicurante e solido degli elementi e senza alcun aspetto disarmonico, a parte il passaggio lunare in Bilancia, che possa turbare tutta la vostra serenità.

E invece no, avete fatto i conti senza l’oste! Da giovedì Marte finora neutrale passerà in Cancro all’opposizione, innescando subito da parte degli altri tensioni e critiche nei vostri confronti. “Chi la fa, l’aspetti” recita il proverbio e se siete stati troppo duri e severi con loro, ora vi renderanno la pariglia con gli interessi.

Sempre appagante l’amore ma un po’ più battagliero: sarà il partner a farvi guerra, salvo poi ricredersi e rintanarsi tra le vostre braccia come un micio coccolone. È evidente che la vostra freddezza di risposta allarma e spaventa.

Aquario: dal 20 gennaio al 19 febbraio

Acquario: segno zodiacale

Acquario

La Luna migliore della settimana sarà quella bilancina tra mercoledì e giovedì, peccato che negli stessi giorni i due astri che finora vi hanno sostenuti molto: Venere in Ariete e Marte in Gemelli decidono entrambi di traslocare. Venere si posiziona in quadratura, Marte nella vostra sesta casa dove vi farà lavorare il doppio tra starnuti e fastidiosi stati infiammatori.

Una cosa è certa: sopra il tetto di casa vostra si abbatteranno frequenti fulmini dovuti a forti tensioni emotive.

Vi batterete invano su questioni di principio che ciascuno manterrà inalterate.

Pesci: dal 20 febbraio al 20 marzo

Pesci: segno zodiacale

Pesci

Buone notizie per voi subissati finora da Marte in quadratura: passato l’inizio settimana complicato dalla Luna in opposizione, da mercoledì potrete tirare il fiato perché Venere passerà in Toro e da qui partiranno bei messaggini amorosi e inviti galanti, mentre il giorno seguente il suo amante Marte, particolarmente galante nei vostri confronti toglierà finalmente le tende per passare in Cancro, segno d’acqua in trigono al vostro.

Magari con i figli diventerete più severi e con gli amici un pò meno disponibili, sempre che il vostro astro guida, Nettuno, l’altruista per antonomasia ve lo consenta ma almeno dimenticherete tante tensioni e conflitti che, ultimamente, vi hanno aggrottato la fronte e incupito lo sguardo.

Splendidi venerdì e sabato, accarezzati dalla Luna acquatica e dunque avrete tutte le carte in regola per realizzare un sogno che incredibilmente sarà a portata di mano a tempo record.

Luca Elettri ci racconta dei suoi vini naturali: l’intervista

Insolente Vini è un progetto familiare di Luca Elettri e dei suoi tre figli: Francesca, Andrea e Martina. La loro azienda nasce dalla passione per il mondo dei vini naturali e dalla voglia di ridare vita agli antichi vigneti familiari (parliamo di vigne di oltre 45 anni), situati sulle colline di Monteforte d’Alpone (VR) zona del Soave Classico.

La passione per i vini nasce dall’amore verso il territorio e la natura, da ciò ne consegue la scelta di praticare i principi della biodinamica in vigna, che rappresentano il modo più naturale per interpretare la loro filosofia di vita.

Luca Elettri: vini

Vini naturali di Luca Elettri

I vini Insolente sono semplici, diretti e di pronta beva, esulano dai classici vini che siamo abituati a bere e che non sono altro che il prodotto di un lavoro intensivo unito al ricorso della chimica, che offre come risultato bevande alcoliche uguali in ogni annata esprimendo una personalità artificiosa del terroir.

Appuntamento alla Dogana dei Grani di Atripalda con Ciak Irpinia 2019

Ciak Irpinia, evento di settore organizzato dal Consorzio di Tutela Vini d’Irpinia, arriva alla sua terza edizione. Prendiamo in prestito le parole di Stefano Di Marzo, presidente del Consorzio:
In pochi anni Ciak Irpinia è diventato un punto di riferimento per operatori e appassionati di vino. Non possiamo che essere soddisfatti della risposta convinta ed entusiasta del territorio che conferma la volontà condivisa di operare in filiera. Un obiettivo perseguito sempre con grande attenzione e passione dal nostro Consorzio per l’Irpinia.
L’evento, oltre che agli esperti di settore e alla stampa, è aperto anche agli appassionati di vino e a chi vuole conoscere l’Irpinia attraverso la sua ampia offerta di vini presenti sul territorio: Fiano di Avellino DOCG, Greco di Tufo DOCG, Taurasi DOCG, Irpinia Aglianico, Irpinia Coda di Volpe e Irpinia Falanghina.
Ciak Irpinia: video

Ciak Irpinia 2019

L’appuntamento è fissato per sabato 18 maggio presso la Dogana dei Grani di Atripalda dove i visitatori potranno degustare vini e conoscere gli oltre 60 produttori dell’Irpinia. Ciak Irpinia nasce con l’obiettivo di approfondire, vendemmia dopo vendemmia, il cambiamento dei vini sul territorio, approfondendo l’area vitivinicola irpina e offrire ai produttori della zona un’occasione per dare visibilità ai propri prodotti e creare una rete di comunicazione nazionale ed internazionale.
Il vino custodisce la memoria degli uomini: non è forse il custode principale, ma sicuramente uno dei più particolari.

Jonathan Nossiter

Irpinia: vigneti

Vigneti irpini

Ciak Irpinia 2019: il programma

Ciak Irpinia apre le sue porte alla stampa con una sessione di approfondimento e di degustazioni a cura della Commissione Tecnica Territoriale dalle ore 13:30 fino alle 14:15. L’evento prosegue con Vintage Rating, un dibattito tra tecnici, giornalisti e produttori, dalle ore 14:15 fino alle 15:00. Ciak Irpinia continua con WalkaroundTasting, apertura dei banchi d’assaggio dedicato alla stampa dalle ore 15:00 fino alle 16:30. L’ultimo appuntamento della kermesse inizia alle 16:30 fino alle 20:30 con l’apertura dei banchi d’assaggio per gli appassionati del settore.

Oroscopo della settimana: dal 13 al 19 maggio

Ariete: dal 21 marzo al 19 aprile

Ariete: segno zodiacale

Ariete

Ricorda: la più grande forma di coraggio è la sincerità.

Quando ti sembra di non farcela, pensa a ciò che hai fatto per arrivare dove sei.

Gioca sulla difesa e non in attacco sia in campo sentimentale che in campo professionale.

Toro: dal 20 aprile al 20 maggio

Toro: segno zodiacale

Toro

E’ un’anno di sperimentazione: programma qualcosa di nuovo.

Alcune alleanze sono in bilico. C’è tanta fatica, tornerai in quota, non ti scoraggiare. Dalla tua parte c’è Venere.

Questo è l’anno del ritorno in scena.

Gemelli: dal 21 maggio al 20 giugno

Gemelli: segno zodiacale

Gemelli

Arriva un momento in cui devi mettere un punto con tutto ciò che ti sta spegnendo.

Time out. Scendi a trattative.

Pretendi qualcosa di nuovo, stavolta non da te stesso ma dagli altri.

Cancro: dal 21 giugno al 21 luglio

Cancro: segno zodiale

Cancro

Giornate effervescenti e di recupero, con una Venere in ottimo aspetto.

Scompiglia la tua creatività, ci saranno cambiamenti in vista soltanto se ne sei consapevole.

Non arrenderti proprio adesso.

Leone: dal 23 luglio al 23 agosto

Leone: segno zodiacale

Leone

Non vivere tutto come se fosse un melodramma.

Vivi  le cose con più serenità, riconciliati con te stesso e con la vita in generale.

Percorri questo tempo in solitudine.

Vergine: dal 24 agosto al 22 settembre

Vergine: segno zodiacale

Vergine

Accetta le debolezze dell’altro.

Non forzare  lotte sterili ed inutili, concentrati sulle opportunità che arrivano tra lunedì e mercoledì.

E soprattutto non tornare più indietro.

Bilancia: dal 23 settembre al 22 ottobre

Bilancia: segno zodiacale

Bilancia

Le stelle ti guardano benevolmente.

E’ questo il tempo per affermare e confermare una storia d’amore ormai insita dentro te.

Il coraggio di questi giorni è un caposaldo per il tuo futuro e la cosa importante che sei la musa ispiratrice.

Scorpione: dal 23 ottobre al 21 novembre

Scorpione: segno zodiacale

Scorpione

Dura la vita per chi tradisce in continuazione il proprio partner.

Credevi non se ne accorgesse?

E invece…ora non puoi fare la vittima: affronta le tue responsabilità  e smettila di correre dietro le chimere.

Sagittario: dal 22 novembre al 21 dicembre

Sagittario: segno zodiacale

Sagittario

Tutto ciò che vuoi è ormai chiaro dentro te.

La consapevolezza di oggi ha fatto a pugni con un passato che non tornerà.

Sei libero di concederti i desideri più nascosti. Il sussulto del cuore non sbaglia. E tu non devi correre, devi stare soltanto a guardare.

 

Capricorno: dal 22 dicembre al 19 gennaio

Capricorno: segno zodiacale

Capricorno

Hai la carta vincente per distinguerti nel lavoro e nelle amicizie. Non dubitare di questo momento di forza.

Devi lasciarti andare alla corrente e guardare in faccia la realtà per come è e non per come vorresti.

Illumina e sarai illuminato.

Aquario: dal 20 gennaio al 19 febbraio

Acquario: segno zodiacale

Acquario

Dubbioso e stanco , vorresti abbandonare la lotta. Non puoi farlo.

Devi concentrarti su quello che già esiste nella tua vita.

Devi lasciare che il tempo torni favorevole e mantenere positività per la tua famiglia, che nonostante tutto ti sostiene.

Pesci: dal 20 febbraio al 20 marzo

Pesci: segno zodiacale

Pesci

Alcuni pensieri sono come luci che scavano dentro il buio.

A volte corri piano, altre volte ti fermi e sai che amore è esserci.

Appartenersi dentro non è possedersi ma molto di più.

Le parole sono importanti, utilizziamole bene

Occorrerebbe una sana e radicale presa di posizione di fronte all’ormai dilagante abitudine di far propri alcuni termini rendendoli diversi da quello che dovrebbero significare.

Perché, ad esempio, il buonismo è diventato un termine dispregiativo, in uso comune ad una parte politica che ha fatto tesoro di questa attitudine, rendendo ugualmente lontana dal suo significato anche la parola “sovranismo”?

Sovranità: significato

Sovranità

Attaccando questa accezione, concettualmente semplice e che dovrebbe essere connaturata al concetto stesso di Stato, alla ideologia dell’affermazione della Nazione come autonoma, autarchica e staccata dalle decisioni sovranazionali, dall’apparato di politiche economiche e sociali che, nel bene o nel male (e qui non siamo di fronte ad un discorso economico, ma ideologico) reggono la comunità degli Stati.

Chi va contro questa realtà, idealizzando il concetto dello Stato autoritario e che mostra i muscoli più di altre nazioni, rema in direzione contraria alla storia.

Oggi non è più pensabile una Italia che viaggi a schiena dritta per la sua strada, senza tenere conto del fatto che si muove in una comunità di Stati che interagiscono e dialogano, che si coordinano sulle questioni più rilevanti di politica internazionale.

Per i sovranisti tutto questo è un male. Dimenticandosi che sovranità non si esprime con atti di forza e tenendo il timone a barra dritta, senza rendersi conto di andare a sbattere contro uno scoglio.

La sovranità andrebbe espressa con una politica economica e sociale efficace, la sovranità dovrebbe consentire alla nazione di crescere anche nella comunità internazionale, perché non è sbattendo la porta che si acquisisce prestigio.

La teoria del padre padrone è tramontata da anni.

Il sovranismo vuole che si alzi la voce blaterando solo nel salotto di casa propria, quando sarebbe il caso di dialogare ad una platea internazionale che recepisca e rispetti la forza dello Stato, la sua sovranità, appunto. E non si dimentichi che la sovranità, in Italia, appartiene al popolo, come recita l’articolo 1 della Costituzione.

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Dunque chiudere le porte al dialogo significa tappare la bocca proprio al popolo sovrano.

Ecco: sarebbe il caso di cominciare a parlare di un sovranismo diverso, nella sua accezione più reale e più pura.

Il sovranismo lo si lasci alla storia e alla filosofia politica. Chi non comprende questo, parli magari di “sovranesimo”, come di una nuova religione da abbracciare, scegliere e predicare.

La Fermata porta in scena il Don Chisciotte e l’Irpinia: l’intervista

La compagnia teatrale La Fermata rivisita il Don Chisciotte, romanzo di Miguel de Cervantes (1605), facendolo diventare una rappresentazione teatrale che ha rimandi all’epoca attuale e all’Irpinia.

La prima del Don Chisciotte si terrà l’11 maggio presso l’Auditorium comunale di Ariano Irpino alle 19:30.

La Fermata si esibisce con il Don Chisciotte

Locandina Don Chisciotte de La Fermata

Don Chisciotte: cosa vuole dirci

Il personaggio di Don Chisciotte e di Sancho Panza rappresentano l’emblema dell’esistenza che, spesso, ci coglie ancora oggi di sopresa.

L’essere umano infatti, indipendemente dall’epoca in cui vive, si trova spesso nel doversi districare nella dura accettazione che le aspettative e la realtà, nella maggior parte dei casi, viaggiano come due parallele, ciascuna ubicata in uno spazio proprio, indipendente l’una dal mondo dell’altro.

Il Don Chisciotte di Miguel de Cervantes mostra il confine labile che si ha tra mondo reale e mondo fantastico e come la realtà può essere percepita in modo diverso perchè ciascuno, se travolto dalla fantasia o dalla follia consapevole, vede e interpreta secondo ciò che meglio crede.

Compagnia teatrale La Fermata: intervista

Compagnia teatrale La Fermata

Vesti un legno, pare un regno.

Bowienext: il docufilm e il libro sul Duca Bianco

Bowienext è un docufilm di Rita Rocca, giornalista RAI, che nasce come un progetto indipendente volto a differenziarsi dagli altri progetti nati dopo la morte di David Bowie.

Il docufilm, già per il solo fatto di avere come protagonista il Duca Bianco rappresenta una sfida, proprio perché dopo la sua morte si è speculato abbondamente sulla sua figura.

La regista di Bowienext

Rita Rocca

Rita Rocca non ha pensato e realizzato questo lavoro solo con lo sguardo da giornalista ma lo ha fatto anche con gli occhi di chi ama David Bowie e questo connubio ha dato vita ad un progetto diverso dagli altri perché tocca il cuore anche di chi non è appassionato di Ziggy (altro pseudonimo o alter ego utilizzato per chiamare la pop star).

La regista si è servita del web per chiedere ai fan di mandare dei contributi video su David Bowie e pian piano Bowienext si è arricchito così tanto di contenuti da diventare anche un libro firmato dalla regista e da Francesco Donadio, noto critico musicale.

Bowienext: video

Ritratto animato di David Bowie

Bowienext è un modo diverso di conoscere e approcciarsi a David Bowie perché non lo si guarda con gli occhi della star ma con quelli delle persone che hanno avuto modo di conoscerlo direttamente o di lavorarci insieme o, ancora, con gli occhi di chi ha subìto il fascino magnetico di questo personaggio controverso.

Per usare le stesse parole della regista presenti all’interno del libro:

Non era mai successo in quarant’anni che seguivo la sua musica. Da quella prima volta che il Duca mi apparve nel 1977 alla televisione italiana, così distante e irrangiungibile per me, non avevo osato mai nemmeno sognarlo. Eppure, ora che la sua presenza su questa terra era finita, David diventava per me improvvisamente umano, tanto da poterci parlare, ridere, scherzare. Tanto da poterlo toccare.

Wine Business ancora pochi giorni a disposizione per iscriversi

Wine Business  è un corso di perfezionamento universitario e di aggiornamento culturale organizzato dall’Università degli studi di Salerno che ha come scopo quello di formare figure professionali esperte in economia, amministrazione, management, marketing e comunicazione delle iniziative imprenditoriali nel settore vitivinicolo.

Wine Business inizierà presso il campus di Fisciano il 7 giugno, i giorni per iscriversi ormai sono agli scoccioli: la scadenza è prevista il 17 maggio.

Wine Business: corso

Wine Business

Wine Business: come si svolge il corso

Wine Business ha una durata complessiva di 100 ore che si sviluppa in 20 lezioni, ciscuna della durata complessiva di 5 ore.

Ogni lezione vedrà la partecipazione di un docente o un’azienda vitivinicola che illustrerà la propria esperienza lavorativa ed il proprio modus operandi.

Ad affiacare ciascuna di queste figure ci sarà un degustatore o un assaggiatore o un sommelier con lo scopo di guidare i corsisti ed illustrare i percorsi e le degustazioni di abbinamento cibo-vino.

La quota d’iscrizione al corso è di 600,00 euro.

Per informazioni ed iscrizioni è possibile contattare:

www.winebusiness@unisa.it

www.winebusiness.unisa.it

www.facebook.com/winebusiness

Scroll to top