Primo Piano: Matteo Salvini ad Ariano Irpino: la pseudodemocrazia dei giorni nostri
Attualità: Vincenzo De Luca: cosa dice l’ordinanza n. 74
Cultura: Nasce il liquore di San Gennaro firmato Alma De Lux
Appuntamento con la nutrizionista: Nasce Bun una linea di sei panini artigianali di Your Well Food, un ghost restaurant di Napoli
Politica: Patto sui migranti Ue: solidarietà ma senza obbligo dei ricollocamenti

Matteo Salvini ad Ariano Irpino: la pseudodemocrazia dei giorni nostri

di Alfonsina Merola

Prima di addentrarmi nel pieno della questione e dei problemi che si sono palesati oggi mi sembra doveroso e opportuno scrivere e spiegare l’uso proprio di tre parole che spesso usiamo e abusiamo e di cui strumentializzamo il loro significato, dimenticandoci l’originale.

Tettagna: il romanzo di esordio di Patrizia De Luca

Tettagna è il titolo del romanzo d’esordio di Patrizia De Luca, edito da edizioni e/o, che uscirà il prossimo ottobre nelle librerie.

Il romanzo è una favola nera che capovolge le regole della nostra realtà perché all’interno delle pagine di Tettagna è la vita dei maschi ad essere minacciata dalla forza del corpo delle donne.

Tettagna di Patrizia De Luca

Tettagna di Patrizia De Luca

Tettagna: la trama

Tettiano è un paese che si trova nei pressi di Napoli, sotto la collina di Tettagna. Le donne che sono nate in questo piccolo paese di collina nascondono un segreto: il loro seno ha il potere di stregare qualsiasi uomo ma anche di ucciderlo.

Una volta che un uomo riesce a vedere il seno di una tettianese resta legato a quella donna per sempre e se un giorno, malauguratamente quella donna smette di amarlo, questi muore all’istante.

Quindi le donne di Tettagna ricorrono al potere di erbe e spezie  della collina per riuscire a preservare il loro matrimonio, tramandando il loro segreto alle figlie perché le tettianesi possono avere un solo bambino e di sesso femminile.

Il romanzo di Patrizia De Luca è una sorta di favola nera che capovolge le dinamiche del mondo reale e sovverte la differenza di genere poiché ad essere fragili non sono le donne bensì gli uomini.

Protagoniste delle pagine di Tettagna sono tre donne, appartenenti a differenti generazioni, ciascuna di loro cerca di confrontarsi con le altre, cercando di sopravvivere ai sensi di colpa. Dalle tre protagoniste emerge il senso profondo che hanno l’amicizia e la solidarietà femminile, aspetti importanti e che molte donne dovrebbero coltivare maggiormente nei confronti delle proprie simili.

All’interno delle pagine del romanzo emergono anche problematiche sul rapporto madre e figlia dove spesso vige la paura delle seconde di assomigliare alle prime o del desiderio materno di realizzare attraverso le figlie la vita che non sono state in grado di vivere.

Nasce il liquore di San Gennaro firmato Alma De Lux

Un liquore ideato e creato da Alma De Lux per ricordare San Gennaro, un’icona e un eroe che protegge Napoli e i napoletani.

Liquore dedicato a San Gennaro

Liquore dedicato a San Gennaro

Luisa Matarese, cuore pulsante di Alma De Lux, un laboratorio artigianale che produce liquori con un mix unico composto da passione, stile, sapori e ricercatezza.

La bottiglia del liquore di San Gennaro è composto dal busto e dal copricapo del santo, lo stesso busto, che nel 1631 fermò miracolosamente la lava che stava per distruggere la città. Il tappo simboleggia l’ampolla che contiene il sangue del patrono di Napoli, uno scrigno che viene osservato da tutti i fedeli al Duomo di Napoli, ogni 19 settembre, in attesa che il sangue si sciolga.

Il liquore dedicato al santo si divide in tre diversi aromi e prodotti differenti, ciascuno composto da spezie che sono pregne di simbologia.

Il liquore nero è composto da liquirizia purissima che rappresenta la lava.

San Gennaro: il liquore di Alma De Lux

Liquore dedicato a San Gennaro

Il liquore rosso rappresenta il sangue ed è composto da un concentrato di cannella.

Liquore dedicato a San Gennaro

Liquore dedicato a San Gennaro

Il liquore giallo è un mix di camomilla e lime, omaggio al celebre pseudonimo del santo chiamato anche Faccia Gialla che richiama il colore bronzeo del volto della statua portata in processione.

I liquori di Alma De Lux nascono dalla voglia di creare un prodotto che sia in grado di conciliare l’autenticità dei sapori di una terra incontaminata racchiusi all’interno di bottiglie originali.

I liquori prodotti da questo brand partenopeo, dietro cui vi è l’estro e la passione di Luisa Matarese, sono quaranta. Ciascun prodotto viene realizzato con materie prime di qualità.

Zia Lidia Social Club vi aspetta con la proiezione di Padrenostro

Zia Social Club, dopo il secondo appuntamento con Miss Marx, vi aspetta con il terzo incontro al Cinema Carmen di Mirabella Eclano previsto per mercoledì 30 settembre alle ore 22:00 con la proiezione di Padrenostro di Claudio Noce.

Per spiegare l’esigenza che ha spinto il regista a girare questo film, Claudio Noce, usa queste parole in un’intervista rilasciata a Cineuropa:

I miei viaggi artistici iniziano sempre dentro di me ma, finora, mi sono occupato di storie che mi interessavano, come i diversi aspetti dell’immigrazione ma senza un’esperienza personale.

Poi sono arrivato al punto in cui ho sentito che se volevo andare avanti come artista, avrei dovuto trovare il coraggio di attraversare un ponte verso una storia in cui fossi in prima persona il fulcro.

Non per ragioni cinematografiche, intendiamoci, ma per sviluppo personale.

Da molti anni volevo raccontare questa storia ma non riuscivo a trovare il taglio giusto: i miei tentativi sembravano sempre troppo privati.

Ho quindi iniziato a spostare la prospettiva su qualcosa di più universale, pur mantenendo l’essenza personale. Il bambino, Valerio, vive la stessa mia infanzia e anche quella di mio fratello.

Padrenostro di Claudio Noce è un film tratto da una storia vera, quella di Claudio Noce, vissuta negli anni di piombo, periodo che si colloca tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80 in cui si verificarono diversi atti di violenza nelle piazze in Italia.

Alfonso Noce, padre del regista, era un vicequestore che il 14 dicembre del 1976 subisce un attentato da parte dei Nuclei Armati Proletari. Si intuisce facilmente che vi è un forte elemento soggettivo che permea tutto il film.

Padrenostro: il trailer

Zia Lidia Social Club vi aspetta con la proiezione di Padrenostro al Cinema Carmen

Padrenostro: la trama

Siamo a Roma ed è il 1976, Valerio Le Rose è un bambino e figlio di Alfonso, un noto magistrato, che ha subìto un attacco terroristico sotto casa.

Alfonso è un uomo silenzioso, severo e abituato, forse da un’educazione rigida, a tenere per sé le proprie fragilità e debolezze.

Quando accade questo Valerio è sveglio e vive la sua infanzia in uno stato di allerta continuo e nella paura che, da un momento all’altro, possa accadere qualcosa di terribile.

Il sentimento che domina e scandisce tutta la trama di Padrenostro è la paura vista attraverso gli occhi di Valerio dai dieci anni in poi e che in qualche modo, crescendo, non gli dà mai pace, facendolo sentire sempre incompleto e con domande in sospeso nei confronti della sua famiglia e del mondo in cui vive.

Da piccolo, Valerio, vorrebbe chiedere ai propri genitori cosa è accaduto quella notte ma non può per la sua età. Una volta cresciuto non riesce a fare a meno di sentire tutto il peso di una stagione violenta che lui ha vissuto dal vivo e da cui non è riuscito più a liberarsi in modo lucido.

Claudio Noce non realizza un film autobiografico perché lascia nello spettatore numerose domande a cui, volutamente, decide di non dare risposte. Il regista elimina l’elemento realistico, prediligendo una fotografia che offre un mondo onirico e rarefatto perché lo sguardo è quello confuso di Valerio e non di un terzo personaggio che guarda oggettivamente ciò che accade fuori.

Padrenostro è come se fosse la resa dei conti che ha deciso di fare Claudio Noce con se stesso attraverso la realizzazione di un film catartico in cui parlando delle sue paure passate e presenti volesse in qualche modo esorcizzarle e renderle meno intense.

 

Oroscopo della settimana: dal 28 settembre al 4 ottobre

Settimana molto intensa, soprattutto per i segni di Terra e per quelli della Croce Cardinale (Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno). Nel fine settimana questi segni sono stati segnati dall’opposizione Marte-Mercurio, adesso il pianeta rosso, in moto retrogrado (fino al 14 novembre), sta quadrando anche Saturno. Capirete, quindi, che le energie in contrasto sono davvero tante. Ed è necessario, in questi casi, agire con prudenza.
In questi giorni, poi – e precisamente il 1 ottobre – ci sarà anche la Luna piena in Ariete. Capricorno a parte, per i motivi sopra detti, i segni di Terra torneranno ad essere super potenziati, grazie alle energie di  Urano in Toro, Saturno-Plutone-Giove in Capricorno e, dal 3 ottobre, di Venere in Vergine. Settimana di ripresa per i segni d’Acqua che, accogliendo Mercurio in Scorpione, ora ritrovano la serenità a livello di pensiero, mentre rimangono riflessivi e profondi, grazie a Nettuno in Pesci.  Un calo energetico a livello mentale verrà registrato dai segni d’Aria, a causa dell’uscita di Mercurio dal segno della Bilancia. L’energia vitale, invece, resta buona, grazie alla presenza del Sole sempre in Bilancia. Una perdita verrà registrata anche dai segni di Fuoco che, il 3 ottobre saluteranno Venere in uscita dal segno del Leone, mentre resteranno forti di Marte in Ariete.

Ariete: dal 21 marzo al 20 aprile

Ariete: segno zodiacale

Ariete

Se penso ai nati sotto il vostro spicchio di cielo, in questa settimana, mi viene in mente un guerriero all’incrocio dei venti. Eh sì, cari amici dell’Ariete, vi trovate proprio in questa situazione. Marte, vostro signore e dominatore, vi sprona all’azione, ma Saturno in quadratura dal segno del Capricorno non vi darà gioco facile. A questo punto, l’unico modo per spuntarla è alleggerirvi da tutte le zavorre, in modo da poter  impegnare le vostre energie per ottenere ciò che realmente desiderate! Il primo ottobre invece la guerra verrà messa da parte e venti di passione coloreranno il vostro cielo, visto che la Luna raggiungerà il suo massimo splendore proprio lì a casa vostra. La Bianca Signora, poi, intreccerà i suoi raggi a quelli di Venere, ancora in trigono dal segno del Leone. Questa congiunzione, inutile dirlo, promette notti intense e giornate cariche di passione e di entusiasmo.

Toro: dal 20 aprile al 20 maggio

Toro: segno zodiacale

Toro

Mi sembra quasi di vedervi… Siete lì con il calendario alla mano che contate i giorni che vi separano da sabato 3 ottobre. Vi capisco: non ce la fate più a fare i conti con una Venere che vi fa i dispetti dal segno del Leone! Ma, proprio sabato, l’astro più luminoso del nostro cielo muterà completamente il suo atteggiamento nei vostri confronti. Entrando in Vergine, continuerà a tessere le sue trame, ma questa volta saranno tutte a vostro vantaggio. Messo a posto l’amore, tutto filerà per il verso giusto. Saturno, il pianeta che fa attendere, ma che alla fine mantiene sempre le promesse, adesso ha  ripreso il suo moto diretto, quindi vi concederà ciò che vi spetta. Questo vale sul lavoro, ma vale anche nella vita domestica, visto che pure Giove, splendendo nel segno amico del Capricorno, continua ad essere completamente dalla vostra parte. Detto questo, non mi resta che augurarvi: buon conto alla rovescia!

Gemelli: dal 21 maggio al 20 giugno

Gemelli: segno zodiacale

Gemelli

Anche se Mercurio è passato oltre, uscendo dal favorevolissimo trigono dal segno amico della Bilancia, il vostro cielo continua ad essere splendido anche questa settimana, cari amici del segno dei Gemelli. In amore siete davvero ipersupportati, visto che avete dalla vostra parte il fascino di Venere (sestile dal segno del Leone) e la passionalità di Marte (sestile dal segno dell’Ariete). Il primo ottobre, poi, godrete come pochi della fantastica energia sprigionata dal Plenilunio. Tutta questa grazia di Dio però non può e non deve farvi volare troppo con la fantasia. In questo momento per voi è importantissimo stare ben saldi con i piedi per terra. Sul lavoro è davvero un momento importante, Giove vi dona molto, ma chiede in cambio anche serietà. Se volete essere più leggeri e quindi liberarvi da vecchie e inutili zavorre che vi appesantiscono e vi limitano, un aiuto importante vi verrà dallo stellium di pianeti in Capricorno. Il passato è importante, ma ci sono cose che devono essere lasciate andare, altrimenti viene tolto spazio al presente e vengono limitate le potenzialità del futuro. Io ho detto tutto, adesso a voi la scelta!

Cancro: dal 21 giugno al 21 luglio

Cancro: segno zodiale

Cancro

Mercurio torna finalmente a sorridervi, cari amici del segno del Cancro. Come abbiamo avuto modo di vedere più volte, il mese di settembre è stato per voi particolarmente impegnativo, a causa delle quadratura di Marte in Ariete e Mercurio in Bilancia, per non parlare dell’opposizione di Saturno, Giove e Plutone dal segno del Capricorno. Siete stati come stretti in una morsa. Letteralmente accerchiati. Adesso invece si apre uno spiraglio importante. Saranno il vostro pensiero e la vostra capacità comunicativa ad aprirvi la strada della rinascita. Questo è solo l’inizio di un cammino che, tra dicembre e gennaio, vi vedrà finalmente liberi dai pesi che vi hanno vincolato per un anno intero. Al termine di questo periodo vi riscoprirete completamente diversi, più forti e più sicuri di voi stessi. Quindi, avanti tutta, diritti verso la meta!

Leone: dal 23 luglio al 23 agosto

Leone: segno zodiacale

Leone

Regola numero 1: contare fino a 10 prima di parlare e fino a 100 prima di reagire! Da questa settimana, dovrete cominciare a fare i conti con un Mercurio veramente scomodo, cari amici del segno del Leone e, per di più in opposizione con Urano in Toro. Fossi in voi, in questi giorni, lascerai perdere le trattative ed eviterei di affrontare diatribe o dibattiti.

 

Mercurio, infatti, scompiglia le carte e confonde sia il pensiero che le parole. Al contrario, mi concentrerei invece sull’amore. Venere nel segno vi rende infatti irresistibili; Marte e la Luna piena in Ariete potenziano la vostra carica erotica; per finire, il Sole, in sestile dal segno della Bilancia, vi dona una carica vitale davvero sorprendente. Approfittatene, quindi,  per le discussioni ci sarà tempo più avanti!

Vergine: dal 24 agosto al 22 settembre

Vergine: segno zodiacale

Vergine

L’astro dell’amore si avvicina a passi veloci verso il vostro spicchio di cielo, cari amici del segno della Vergine. Sabato 3 ottobre, Venere farà infatti il suo ingresso trionfale proprio lì a casa vostra. Inutile sottolineare che questo transito sarà massimamente propizio soprattutto per quel che riguarda la vostra situazione sentimentale. L’astro più luminoso andrà infatti a rischiarare le nebbie causate da Nettuno, sempre opposto dal segno dei Pesci. Da sabato e per circa un mese, per voi sarà il tempo dei chiarimenti. Soprattutto in amore, molte situazioni, rimaste bloccate per lungo tempo, si sbloccheranno e le parole di una persona amica vi aiuteranno a comprendere delle situazioni avvenute in passato che, in realtà, non siete mai riusciti a decifrare. Di questo dovrete dire grazie a Mercurio, che rende il pensiero e la comunicazione molto efficaci. Il Messaggero degli Dei, ve lo ricordo, ora è in sestile (posizione favorevole) dal segno amico dello Scorpione. Fossi in voi, sotto questo cielo, stapperei una bottiglia e brinderei… A cosa? Alle cose vecchie che si chiudono, ma soprattutto ai nuovi inizi.

Bilancia: dal 23 settembre al 22 ottobre

Bilancia: segno zodiacale

Bilancia

Il tempo della Bilancia è iniziato. Quindi tanti auguri a quelli di voi che festeggeranno il proprio compleanno in questi giorni. Siete il segno dell’equilibrio e, non a caso, il Sole entra a casa vostra proprio il giorno dell’Equinozio d’Autunno, ovvero nel momento esatto in cui luce e tenebre si equiparano. La necessità di mantenere questo equilibrio, quest’anno, poi, viene ribadita in modo particolare dai transiti in atto. Mi riferisco, in maniera specifica, all’opposizione Marte-Luna Piena in Ariete e alla triplice quadratura Saturno-Giove-Plutone dal segno del Capricorno. Sotto questo cielo non potete permettervi di strafare: ogni azione che porrete in atto innescherà una reazione da parte dell’Universo, di forza uguale e contraria. Unica eccezione a questa regola, almeno fino a sabato 3, è rappresentata dal settore dei sentimenti: Venere infatti continua a supportare l’universo delle relazione dal suo transito nel segno amico del Leone. Da domenica 4, però, le cose cambieranno. Quindi regolatevi di conseguenza!

Scorpione: dal 23 ottobre al 21 novembre

Scorpione: segno zodiacale

Scorpione

Sono non una, ma ben due le belle notizie con cui voglio aprire il vostro oroscopo di questa settimana, cari amici del segno dello Scorpione. La prima riguarda l’ingresso nel vostro spicchio di cielo del Messaggero degli Dei. Mercurio è infatti entrato nel vostro segno domenica 27 e nel corso di questa settimana inizierà a far sentire i suoi influssi positivi. L’energia elargita da questo pianeta va a toccare principalmente due settori, quello relativo al pensiero e quello relativo alla comunicazione. Queste due istanze, grazie al suo influsso, risulteranno di molto potenziate. Quindi non avrete difficoltà a vedere chiaro negli eventi e a far valere le vostre ragioni in caso di diatribe. Ma Mercurio, cari Scorpioncini, ha un’influenza positiva anche in un altro settore, ovvero quello della Fortuna. Con lui dalla vostra parte sono infatti favorite le vincite e le entrate di denaro. La seconda buona notizia riguarda Venere che, sabato 3, uscirà dalla quadratura dal segno del Leone ed inizierà a influenzarvi positivamente dal sestile nel segno della Vergine. Chiaramente, tutto questo avrà delle ripercussioni positivissime sulla sfera dei sentimenti e delle relazioni. Credo, a questo punto, che ogni aggiunta sia superflua…

Sagittario: dal 22 novembre al 21 dicembre

Sagittario: segno zodiacale

Sagittario

Avete  fatto il pieno di energie positive, cari amici del segno del Sagittario? Questa settimana, oltre a quella di Marte, in trigono dal segno dell’Ariete, e di Venere dal segno del Leone, potrete godere anche degli influssi dirompenti della Luna Piena in Ariete. Siete quindi al culmine della positività. Dal weekend – e precisamente da sabato 3 ottobre – queste energie inizieranno a decrescere, visto che l’astro dell’amore passerà in una posizione non proprio comodissima, entrando in Vergine. Proprio in ragione di questi transiti, assume un’importanza particolare la vostra capacità di immagazzinare energia positività per poi utilizzarla in momenti meno favorevoli. Conoscendovi, sono certa che saprete farlo. Fatta questa premessa, non mi resta che augurarvi buon plenilunio!

Capricorno: dal 22 dicembre al 19 gennaio

Capricorno: segno zodiacale

Capricorno

Si torna a ragionare! E questa volta non si tratta solo di un modo di dire, cari amici del segno del Capricorno! Domenica 27 Mercurio è finalmente uscito dal segno scomodo della Bilancia ed ha fatto il suo ingresso nel segno a voi amico dello Scorpione. Mercurio, come noto, è il pianeta che sovrintende la lucidità di pensiero e la capacità di comunicare con gli altri. Quindi, questa settimana inizia sotto i migliori auspici, sotto questo punto di vista. Molte situazioni ingarbugliate verranno quindi sbrogliate e, ciò che più conta, voi ricomincerete a comunicare in maniera propositiva con chi vi sta intorno. Questo transito, poi, vi sarà particolarmente d’aiuto nel momento in cui dovrete fare i conti con gli influssi della Luna Piena in quadratura dal segno dell’Ariete. Il Plenilunio in questo segno porta ad acuire i colpi di testa e la reattività. Se consideriamo poi che la Luna Piena affianca anche un Marte battagliero, avere la capacità di ragionare sui fatti prima di reagire (grazie a Mercurio) per voi sarà particolarmente importante! Ah, dimenticavo… Cielo ottimo, anche per quel che riguarda la fortuna!

Aquario: dal 20 gennaio al 19 febbraio

Acquario: segno zodiacale

Acquario

Tanta energia in corpo, cari amici del segno dell’Acquario! Il cielo dell’autunno continua a donarvi grinta e voglia di fare! Oltre all’influsso del Sole, in trigono dal segno della Bilancia, da questo fine settimana potrete iniziare a contare anche sul raggio passionale di Venere che, uscendo dall’opposizione dal segno del Leone, smetterà di darvi filo da torcere. A questo punto l’entusiasmo la farà da padrone! Il cielo non può che brindare con voi a queste congiunture favorevoli ma, nel farlo, vi invita anche a non farvi prendere eccessivamente dagli entusiasmi e soprattutto a valutare bene le avventure in cui volete gettarvi a pie’ pari. Mercurio, infatti, si è appena spostato da una posizione molto favorevole dal segno della Bilancia ad una posizione scomoda dal segno dello Scorpione. La fortuna su cui avete potuto contare per circa un mese, adesso potrebbe non accompagnarvi. Quindi, occhio alle scommesse e alle scelte azzardate, soprattutto a quelle che vedono mettere in gioco il cuore!

Pesci: dal 20 febbraio al 20 marzo

Pesci: segno zodiacale

Pesci

Ci sono due notizie inviate direttamente dal cielo al vostro indirizzo, questa settimana, cari amici del segno dei Pesci.
Come da tradizione, una è un’ottima nuova, l’altra è una notizia leggermente meno positiva.
Da dove iniziamo? Io direi di cominciare dalla buona notizia che vede come protagonista Mercurio. Il Messaggero degli Dei, già da domenica 27 settembre, è entrato nel segno a voi amico dello Scorpione. Questo per voi significa un intensificarsi della capacità di vedere chiaro nelle situazioni e di vedere oltre le situazioni. Il raggio di questo pianeta va a rendere meno confuso ciò che Nettuno retrogrado, nel vostro spicchio di cielo, tende a rendere poco chiaro. La notizia leggermente meno positiva riguarda Venere che, dopo aver trascorso il mese di agosto in una posizione neutra, adesso entra nel segno  a voi opposto della Vergine. L’astro dell’amore, in questa posizione, pretende precisione e pragmatismo. Fortunatamente, l’utilizzo della comunicazione garantito da Mercurio sanerà le problematica a livello di sentimento che potranno nascere con il partner. Quindi, niente paura… per ogni problema esiste una soluzione!

Vincenzo De Luca: cosa dice l’ordinanza n. 74

Vincenzo De Luca il 27 settembre ha reso nota un’altra ordinanza che riguarda le Misure urgenti per quanto riguarda i rientri dai paesi individuati con Ordinanze del Ministro della Salute del 12 agosto 2020.

L’ordinanza in questione del Ministero della Salute dice che le persone che intendono fare ingresso in Italia o che nei 14 giorni antecedenti all’ingresso hanno soggiornato in Croazia, Grecia, Malta o Spagna hanno l’obbligo di:

  • presentarsi  a chiunque sia deputato ad effettuare controlli, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso in Italia.
  • Deve sottoporsi a tampone dall’esito negativo.
  • In Italia c’è l’obbligo di sottoporsi a tampone al momento dell’arrivo in aeroporto o nel luogo di confine. Entro 48 ore dall’ingresso in Italia è possibile effettuare il test presso l’azienda territoriale di competenza e i soggetti sono sottoposti all’isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora.
  • Anche se le persone che entrano in Italia sono asintomatiche sono obbligate a comunicare immediatamente il proprio ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per il territorio.
  • In caso di insorgenza di sintomi Covid-19 resta l’obbligo di segnalare tale situazione con tempestività all’Autorità sanitaria attraverso i numeri telefonici dedicati.
Vincenzo De Luca

Vincenzo De Luca

L’ordinanza regionale di Vincenzo De Luca

Attraverso l’ordinanza del 27 settembre restano in vigore gli obblighi precedentemente enunciati con l’aggiunta dei paesi menzionati nell’ordinanza ministeriale del 21 settembre 2020 che  fanno riferimento al ritorno o al soggiorno nei seguenti paesi:

  • Croazia
  • Grecia
  • Malta
  • Spagna Francia (Alvernia-Rodano-Alpi, Corsica, Hauts de France, Nuova Aquitania, Occitania, Provenza-Alpi-Costa azzurra

Vincenzo De Luca, in base all’andamento epidemiologico rilevato, ha deciso di incrementare i controlli di identificazione dei passeggeri e l’esecuzione di Test oltre la raccolta di informativa composta da scheda pre-triage regionale e dal consenso informativo.

Qualora i passeggeri di rientro da paesi a rischio si rifiutino di effettuare il test verrà raccolta la dichiarazione di rifiuto che prevede l’obbligo da parte del dichiarante di denunciarsi all’ASL Competente territorialmente per effettuare il test.

Ogni sera USMAF e GESAC trasferiscono all’Unità di crisi regionale un report in cui per ogni singolo volo viene comunicato il numero totale dei passeggeri per volo, il numero dei passeggeri che hanno effettuato il test all’aeroporto, il numero dei passeggeri esentati dall’obbligo del test e il numero dei passeggeri che hanno rifiutato il test all’aeroporto.

L’ordinanza è valida fino al 7 ottobre e i soggetti devono:

  1. Sottoporsi a test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone,al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, ove possibile.

  2. in caso di impossibilità di effettuare il test, di segnalarsi in ogni caso presso i presidi allestiti in Aeroporto, compilando i moduli ivi forniti dal personale addetto

  3. Comunicare, altresì, immediatamente, il proprio ingresso nel territorio nazionale al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio.

  4. Restare in isolamento fiduciario presso l’abitazione o dimora dichiarata fino alla comunicazione dell’esito del tampone.

Lacci di Daniele Luchetti a breve nelle sale italiane: il trailer con un piccolo spoiler di Michela Mancusi

Lacci, il romanzo di Domenico Starnone diventa un film diretto da Daniele Luchetti. Il lungometraggio uscirà nelle sale italiane il prossimo 30 settembre.

Lacci è stato presentato alla 77esima Mostra del Cinema di Venezia, cui era presente anche Michela Mancusi, presidente di Zia Lidia Social Club, che ci ha svelato che il film ha diviso nettamente la critica e gli addetti al settore presenti alla manifestazione.

Ad alcuni non ha convinto la sceneggiatura mentre ad altri l’interpretazione dei personaggi e la scelta inverosimile di Vanda che da giovane viene interpretata da Alba Rohrwacher mentre da anziana da Laura Morante che di simile hanno ben poco esteticamente.

Per l’interpretazione di Aldo da giovane il ruolo è stato affidato a Luigi Lo Cascio mentre a Silvio Orlando è stata affidata la parte più adulta dell’uomo.

A prescindere dalle critiche Michela Mancusi, che ha letto anche il libro di Domenico Starnone, ha trovato il lavoro di Daniele Luchetti credibile e ben fatto.

Lacci di Daniele Luchetti: il trailer

Lacci di Domenico Starnone diventa un film

Lacci: la trama del film

Lacci parla della storia di Aldo e Vanda che dopo molti anni di vita coniugali crollano. A far scatenare tutto è Aldo che ha tradito Vanda, abbandonando i suoi figli a Napoli  e trasferendosi a Roma con la nuova compagna.

Daniele Luchetti mostra quarant’anni di vita trascorsi dai protagonisti, cogliendo i momenti che hanno segnato non solo i due protagonisti principali ma anche l’iter e la crescita dei figli, vissuti a pane e rancore nei confronti del padre.

Lacci non è un film leggero e non dà spazio alla felicità, il filo conduttore è una vita disillusa fatta di cambiamenti, di noia, di stanchezza sentimentale e di fragilità.

Vanda cerca in qualche modo di tenere in piedi la sua famiglia ma, negli anni successivi, si rende conto che ciò che voleva non era Aldo ma semplicemente il voler avere la possibilità di andare lei via, scegliendo il suo futuro invece di subire pateticamente le scelte del marito.

I figli intanto hanno visto i genitori distruggersi a vicenda e solo crescendo potranno riscattarsi sentimentalmente da un’eredità emotiva difficile da gestire e che comunque in qualche modo li ha segnati.

Lacci: il trailer

L’attrice interpreta Vanda da giovane in Lacci

Lacci è un film che parla di una coppia e probabilmente di una generazione che non si è mai affrancata dal passato e dai sensi di colpa.

Petto d’anatra con fichi freschi

Il petto d’anatra con i fichi è un secondo piatto a base di carne e frutta dal sapore molto raffinato. Il dolce dei fichi infatti trova il giusto equilibrio organolettico con il sentore selvatico dell’anatra.

Questo che ti presentiamo è un piatto perfetto da realizzare nei mesi che vanno da giugno a settembre, il periodo in cui si trovano i fichi in commercio.

Il petto d’anatra con fichi è una ricetta che richiede tempo e attenzione perché necessita del tempo di marinatura necessario per insaporire la carne e di una doppia rosolatura in forno.

Il petto d’anatra si presta per realizzazioni di svariate ricette dai primi piatti come quella del risotto, del sugo d’anatra o ragù di anatra in bianco ma anche di secondi abbinati alla frutta come il petto d’anatra all’arancia o all’ananas o al cognac.

Il sapore intenso dell’anatra infatti prevede accostamenti con ingredienti molto dolci ed è una carne poco utilizzata nel nostro repertorio gastronomico.

Petto d'anatra con fichi: la ricetta

Petto d’anatra con fichi rossi

Petto d’anatra con fichi freschi: la ricetta

Ingredienti per 4 persone

  • Petto d’anatra intero 2
  • Burro 60 gr
  • Porto 1 tazzina
  • Olio extravergine d’oliva 2 cucchiai
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Fichi 10
  • Farina 1 cucchiaino
  • Timo 1 rametto
  • Miele un cucchiaio
Petto di anatra con fichi

Petto di anatra con fichi

Esecuzione

  1. Lascia marinare in una ciotola con due cucchiai di olio extravergine di oliva, un cucchiaio di miele, due pizzichi di sale, una macinata di pepe e il rametto di timo, gira con cucchiaio per mischiare tutti gli ingredienti.
  2. Copri con una pellicola trasparente e lascia riposare per circa 2 ore.
  3. Trascorso il tempo necessario, elimina il rametto di timo.
  4. In una padella abbastanza capiente sciogli 30 grammi di burro e lascia rosolare i petti d’anatra, cuocendo ogni lato per circa 5 minuti.
  5. Copri una teglia con della carta forno e inforna a 200° per circa 15 minuti.
  6. Trascorso il tempo necessario, cambia la carta forno che avrà rilasciato il grasso durante la cottura.
  7. Lava accuratamente i fichi, asciugali e tagliali a metà.
  8. Lavora gli altri 30 grammi di burro insieme ad un cucchiaino di farina e lavora con una forchetta.
  9. Sciogli il burro a fiamma dolce in una padella antiaderente e unisci i fichi, lasciandoli cuocere a fiamma vivace per 5 minuti.
  10. Trascorso il tempo necessario sfuma con il Porto, proseguendo la cottura per circa 4 minuti.
  11. Togli i fichi e lascia ridurre il fondo di cottura a fiamma vivace.
  12. Aggiungi i fichi al petto d’anatra, senza la riduzione e inforna per circa 10 minuti a 160 gradi.
  13. Trascorso il tempo necessario per la cottura taglia i petti di anatra a fette e disponili su un piatto da portata aggiungendo la riduzione di fichi.

Se ti piace accostare gusti diversi e cimentarti in cucina utilizzando la frutta l’insalata di tofu con salsa alle prugne potrebbe essere una ricetta meno impegnativa e più semplice da realizzare se hai poco tempo a disposizione.

Fondi per le mense scolastiche biologiche a tutte le Regioni italiane

Sono stati stanziati e distribuiti 5 milioni di euro a tutte le Regioni italiane per sostenere le mense scolastiche biologiche per l’anno 2020. Il fondo messo a disposizione serve anche per ridurre i costi a carico delle famiglie oltre che per promuovere la sana alimentazione.

Teresa Bellanova, ministra delle Politiche agricole afferma:

La dotazione del Fondo contribuirà anche quest’anno a rendere più accessibili i servizi e a proseguire le azioni di sana educazione alimentare, stimolando la diffusione dell’agricoltura biologica nel nostro Paese.

Fondi stanziati e distribuiti per mense biologiche scolastiche

Fondi stanziati e distribuiti per mense biologiche scolastiche

La ripartizione delle risorse è la seguente:

  • 1,5 milioni di euro all’Emilia Romagna
  • 821 mila euro alla Liguria
  • 816 mila euro alla Lombardia
  • 275 mila euro alla Toscana
  • 268 mila euro alle Marche
  • 240 mila euro al Veneto
  • 204 mila euro alla Puglia
  • 192 mila euro all’Umbria
  • 149 mila euro al Piemonte
  • 127 mila euro al Friuli Venezia Giulia
  • 105 mila euro al Lazio.

La restante somma è stata distribuita tra le altre Regioni italiane in misura inferiore. Il settore biologico rappresenta un segmento del mercato  in costante crescita infatti l’Italia è il Paese con il maggiore numero di produttori biologici in Europa.

divider

L’informazione che supera il singolo punto di vista

News

  • In primo Piano

Info e Contatti

  • Redazione
  • Pubblicità

© 2018 Copyright ILPLURALE.IT
Direttore Responsabile Erminio Merola
Partita I.V.A. e Iscrizione al Registro delle Imprese di Avellino n.02993420641
R.E.A.: AV - 197879

Made with ❤ by Elementor