Primo Piano: Il vaccino Sputnik V funziona ed è sicuro parola dello Spallanzani di Roma
Attualità: Banca delle Terre: un’opportunità per i comuni del Mezzogiorno
Cocktail e Cultura al Castello: Il proibizionismo spiegato da Michelangelo Bruno
Un caffè con la nutrizionista: Crocchette di fagioli: un’idea sana e alternativa
Cultura: Premio Strega 2021: altre proposte per concorrere all’ambito concorso

Covid-19: la paura e l’ignoranza

di Alfonsina Merola

 

Il Covid-19 ha cambiato, trasformato e plasmato le nostre vite perché siamo limitati nella nostra libertà e nei rapporti interpersonali. L’ansia di dover combattere con questo virus che non ha un volto a noi percepibile alimenta la paura verso qualcosa che è più forte di noi e non siamo abituati a toccare la nostra inconsistenza e fragilità in questo modo così spietato, crudo e brutale.

Siamo abituati a manipolare il mondo, cambiandolo per come ci può essere più congeniale. Lo abbiamo sempre fatto e continueremo a farlo ma, fino a quando non sarà possibile fare il vaccino, dobbiamo continuare a confrontarci con questa impotenza e fragilità.

Covid-19 in Irpinia: nuovi 90 tamponi naso-faringei sono risultati positivi

Dagli ultimi tamponi naso-faringei effettuati in Irpinia, 1.162, sono risultati positivi al Covid-19 nuovi 90 casi.

Casi positivi in Irpinia: i risultati dei tamponi naso-faringei

Nuovi casi positivi ai tamponi naso-faringei

I risultati pervenuti dall’ASL di Avellino sono i seguenti:

  • 2 residenti nel comune di Aiello del Sabato
  • 1 residente nel comune di Altavilla Irpina
  • 1 residente nel comune di Ariano Irpino
  • 5 residenti nel comune di Atripalda
  • 8 residenti nel comune di Avella
  • 12 residenti nel comune di Avellino
  • 2 residenti nel comune di Contrada
  • 10 residenti nel comune di Forino
  • 3 residenti nel comune di Lauro
  • 1 residente nel comune di Lioni
  • 2 residenti nel comune di Mercogliano
  • 1 residente nel comune di Montefalcione
  • 2 residenti nel comune di Monteforte Irpino
  • 1 residente nel comune di Montefusco
  • 3 residenti nel comune di Montemiletto
  • 3 residenti nel comune di Montoro
  • 6 residenti nel comune di Moschiano
  • 1 residente nel comune di Mugnano del Cardinale
  • 1 residente nel comune di Nusco
  • 3 residenti nel comune di Pago del Vallo di Lauro
  • 1 residente nel comune di Quindici
  • 1 residente nel comune di Santo Stefano del Sole
  • 5 residenti nel comune di Sirignano
  • 4 residenti nel comune di Solofra
  • 4 residenti nel comune di Sperone
  • 6 residenti nel comune di Venticano
  • 1 residente nel comune di Zungoli

Intervista a Roberta Gesuè autrice di Universi di(versi)

Roberta Gesuè è un’attrice, regista nonché autrice e docente di recitazione e dizione che ha deciso di pubblicare la sua prima raccolta di poesia: Universi di(versi) in corso di pubblicazione per la casa editrice Aletheia Editore.

L’autrice lavorando nel settore dello spettacolo ha subìto un arresto lavorativo, come tutti gli addetti al settore dell’intrattenimento, ma non ha deciso di rinunciare a esprimere la sua creatività e dunque l’ha incanalata in modo diverso, proiettandosi su un’altra modalità di espressione artistica e culturale: la scrittura.

Roberta Gesuè descrive con queste parole il senso di Universi di(versi):

Il libro è un insieme di poesie e riflessioni che nasce dall’esigenza di raccontare come possa essere sorprendente ma anche difficile e caotica la convivenza. Non con un altro essere umano, ma con tutte le parti – che io vedo come tanti piccoli assoluti- che necessariamente devono convivere dentro di me e che qualche volta (spesso, per la verità) agiscono autonomamente scavalcando le altre, facendo danni e creando scompiglio, proprio come accade in un condominio quando si fanno le consuete riunioni.

Per scoprire qualcosa di più su Universi (di)versi abbiamo deciso di farle alcune domande. Ecco cosa ci ha raccontato di sé e del libro Roberta Gesuè.

Roberta Gesuè: intervista

Universi di(versi) è la prima raccolta di poesia della scrittrice

Roberta Gesuè: intervista

1. Come nasce il desiderio di scrivere il primo libro scegliendo una raccolta di poesie?

Per imparare a conoscermi e ad accettarmi ho sempre dialogato con me stessa, forse molto più che con gli altri. Allo stesso tempo il mio percorso teatrale mi ha insegnato quanto difficile e perciò preziosa sia la semplicità, ovvero quella capacità di esprimersi attraverso gesti, azioni e/o parole restando semplici.

Mi ricordo che da bambina quando mi sentivo molto felice, o di contro, quando avevo paura o mi sentivo preoccupata prendevo a canticchiare i miei pensieri: qualunque cosa stessi facendo o vedessi in quel momento a anche pensassi, beh io la canticchiavo.

E chi mi conosce sa, ahimè, lo faccio ancora adesso! Credo che la poesia, la filastrocca e la rima mi riportino in qualche modo direttamente in quella dimensione di gioco e di libertà, togliendomi di torno il ronzio della mia amatissima nemica mente. In definitiva la poesia è per me il linguaggio delle immagini e, perciò, dell’anima.

2. Qual è il filo conduttore tra i diversi componimenti poetici?

Il filo conduttore delle mie riflessioni, è dare voce alle tante parti di cui siamo fatti. Nella poesia che racchiude il titolo del libro, Universi di(versi) ho scelto un’immagine in particolare per dirlo: il fiume.

In effetti come i fiumi  siamo tutti in continuo divenire, soggetti a cambiamenti e tutti quelli che viviamo all’esterno e ai quali in qualche modo dobbiamo adattarci, come il distanziamento sociale cui ci obbliga questa pandemia in corso, inevitabilmente agiscono cambiando qualcosa anche nei nostri aspetti interni, ed ecco allora che i fiumi di cui siamo fatti deviano e disegnano letti diversi da percorrere pur ritrovandosi poi nello stesso mare.

3. Ci spieghi il significato del titolo Universi di(versi)?

Ho scelto come titolo Universi di(versi) perché volevo raccontare come possa essere sorprendente, ma anche difficile e caotica, la convivenza con tutte le parti – che io vedo come tanti piccoli assoluti – che si trovano necessariamente ad abitare dentro di me. Le ho immaginate come piccoli universi che a volte viaggiano insieme senza intralcio, ma altre faticano a parlarsi, o vogliono proprio cose diverse.

Ascoltandole e lasciando che ognuna di esse giochi a suo modo con le parole per esprimersi portando alla luce il proprio universo, chissà che non riuscirò anche a prendere ciascuna per il verso giusto!

Universi diversi: intervista alla scrittrice

Una raccolta di poesie intima e contemporanea

4. Come riassumeresti Universi di(versi)?

Lo riassumerei con un sottotitolo ironico, che sarebbe: io e il mio condominio!

5. Qual è il messaggio che vuoi trasmettere ai tuoi lettori?

Sarebbe bello prendersi cura della propria diversità, e usare la creatività in ogni sua forma per riuscire a trasformare tutto ciò che nei nostri universi diversi viviamo. Forse ci troveremmo per paesaggi meno logici e decifrabili ma, vuoi mettere la bellezza del panorama?

6.  Cosa ti ha condotto verso questa forma di espressione altra rispetto a ciò che hai fatto in passato?

È stato un anno difficile per tutti a causa della pandemia, ci troviamo ancora in una condizione di continua emergenza in cui tutto ciò che prima di questo periodo pensavamo di conoscere o di fare in un modo ora appare da rivisitare. Il mio settore, quello dello spettacolo dal vivo è stato fortemente penalizzato e, dopo in pratica un anno di fermo, potrei quasi dire paralizzato. Ho deciso allora di non rinunciare a esprimere la mia creatività, ma di farlo in un modo alternativo e cos’ nasce Universi di(versi).

Per farvi comprendere al meglio il mood di Universi di(versi) di Roberta Gesuè vi lasciamo con la poesia che da il nome al titolo della raccolta di poesia in fase di pubblicazione.

Universi di(versi)

Noi: rari frammenti dispersi.

Noi: tanti universi introversi.

Noi: tutti labirinti senza scia,

perché fiumi di(versi).

Se siete affascinati dal mondo della poesia in versi vi consigliamo la lettura di Quinto libello di pezzi tesotici di Giovanni Sollima.

Approvato il progetto SportAbility indirizzato ai giovani delle Province Campane

SportAbility è il nome del progetto dell’Unione Regionale delle Province Campane nell’ambito AzioneProvincEgiovani 2020. Questa iniziativa abilita lo sport per una crescita improntata sull’inclusività, i rapporti relazionali e uno stile di vita sana che vede coinvolte le Province di Avellino, Salerno e Caserta insieme all’Ufficio Scolastico Regionale.

L’idea di SportAbility è incentrata su un duplice obiettivo: diffondere la cultura della pratica sportiva e di sana e corretta alimentazione come strumenti imprescindibili per il benessere della persona oltre che di socializzazione e di aggregazione attraverso la diffusione delle informazioni e la promozione di spazi di confronto e dialogo tra i giovani, e tra questi le istituzioni.

È forte l’idea di diffondere attraverso questa iniziativa un’idea dello sport che possa contribuire allo sviluppo della pratica sportiva ad alto valore sociale e alla realizzazione dell’obiettivo di uno sport che sia per tutti e di tutti.

SportAbility: Provincia di Avellino

Un progetto che educa all’inclusione e all’importanza dello sport

SportAbiliti: a chi è rivolto

Il principali beneficiari di questo progetto sono i giovani di età compresa tra i 14 e i 18 anni, studenti degli istituti superiori delle province coinvolte.

Domenico Biancardi, presidente della Provincia di Avellino e presidente dell’Unione Regionale delle Province Campane, afferma:

Nei prossimi giorni coinvolgeremo in questa iniziativa, attraverso una manifestazione di interesse, gli allievi delle scuole irpine che vorranno aderire.

All’Interno di SportAbility particolare attenzione sarà dedicata anche alla linea di attività trasversale che cercherà di educare i giovani ad un uso consapevole dei social network grazie alla Media Education, un’attività di tipo didattico ed educativo finalizzata a sviluppare negli studenti la capacità di comprendere i diversi media e le varie tipologie di messaggi e utilizzarli correttamente, riuscendo a saper interpretare in maniera critica il messaggio e di usare in maniera propositiva i media.

Questa iniziativa nasce dall’osservazione della sempre più marcata tendenza dei giovani a sottrarsi alle occasioni di socializzazione reale preferendo la modalità di socializzazione virtuale dei social media. Questa mancanza di confronto diretto ai giovani viene a mancare la sperimentazione dei benefici della partecipazione e del sostegno reciproco.

Covid-19 in Irpinia: nuovi 126 tamponi naso-faringei sono risultati positivi

Dagli ultimi tamponi naso-faringei effettuati in Irpinia, 1.062, sono risultati positivi al Covid-19 nuovi 126 casi.

Nuovi casi positivi al Covid-19 in Irpinia

Nuovi casi positivi al Covid-19 in Irpinia

I risultati pervenuti dall’ASL di Avellino sono i seguenti:

  • 1 residente nel comune di Andretta
  • 2 residenti nel comune di Atripalda
  • 6 residenti nel comune di Avella
  • 11 residenti nel comune di Avellino
  • 2 residenti nel comune di Baiano
  • 7 residenti nel comune di Calitri
  • 1 residente nel comune di Candida
  • 3 residenti nel comune di Contrada
  • 1 residente nel comune di Domicella
  • 3 residenti nel comune di Forino
  • 4 residenti nel comune di Grottaminarda
  • 2 residenti nel comune di Lacedonia
  • 3 residenti nel comune di Lauro
  • 3 residenti nel comune di Marzano di Nola
  • 1 residente nel comune di Mirabella Eclano
  • 1 residente nel comune di Montecalvo Irpino
  • 8 residenti nel comune di Montefalcione
  • 2 residenti nel comune di Montemiletto
  • 8 residenti nel comune di Montoro
  • 1 residente nel comune di Moschiano
  • 9 residenti nel comune di Mugnano del Cardinale
  • 1 residente nel comune di Ospedaletto d’Alpinolo
  • 8 residenti nel comune di Pago Vallo Lauro
  • 2 residenti nel comune di Parolise
  • 1 residente nel comune di Pratola Serra
  • 1 residente nel comune di Quindici
  • 1 residente nel comune di San Martino  Valle Caudina
  • 1 residente nel comune di Serino
  • 3 residenti nel comune di Sirignano
  • 7 residenti nel comune di Solofra
  • 8 residenti nel comune di Sperone
  • 1 residente nel comune di Summonte
  • 1 residente nel comune di Taurano
  • 7 residenti nel comune di Torre Le Nocelle
  • 1 residente nel comune di Villamaina

Premio Strega 2021: altre proposte per concorrere all’ambito concorso

Si aggiungono altri nomi per concorrere all’ambito Premio Strega 2021.

I libri proposti sono i seguenti:

  • Disordini di Michele Ainis, proposto da Sabino Cassese.
  • Nuovissimo testamento di Giulio Cavalli, proposto da Filippo La Porta.
  • Sembrava bellezza di Teresa Ciabatti, proposto da Sandro Veronesi.
  • Scacco all’isola di Alessandra Fagioli, proposto da Paolo Ferruzzi.
  • Mia sconosciuta di Marco Albino Ferrari, proposto da Paolo Cognetti.

Scopriamo qualcosa in più sui libri proposti per l’ambito premio letterario.

Premio Strega 2021: i libri che si aggiungono alla lista per partecipare al concorso

1. Disordini di Michele Ainis

Disordini: la recensione

Un romanzo che è una metafora del tempo che stiamo vivendo

Disordini (2021) di Michele Ainis è un romanzo che ha come protagonista Oscar, un professore associato di Giurisprudenza, che all’improvviso guardandosi allo specchio si accorge di essere diventato un altro.

Quella mattina si è consegnato allo specchio del bagno, impugnando il suo vecchio rasoio. Si è guardato, o meglio ha guardato l’immagine riflessa sulla superficie dello specchio: non era lui, non più. Cosa può mai provare che, al risveglio, scopra che un dio malevolo gli ha cambiato i connotati?

Per cercare di ritrovare se stesso decide di partire per il mare ma non sceglie un luogo qualsiasi ma il posto in cui trascorreva l’estate da ragazzo. Qui incontra la sua vecchia fidanzata, insieme ad altri personaggi sui generis e durante questo viaggio, Oscar, scopre che non è il solo ad essere cambiato.

2. Nuovissimo testamento di Giulio Cavalli

Nuovissimo testamento tra i libri scelti per concorrere al Premio Strega

Un romanzo sull’amore

Il secondo libro proposto per concorrere al Premio Strega 2021 è Nuovissimo testamento (2021) di Giulio Cavalli ha come protagonista Fausto Albini, che un giorno all’improvviso dopo aver disegnato un cerchio sulla sabbia si sente male. L’uomo viene portato d’urgenza al Pronto Soccorso e viene ricoverato nel reparto dei Disturbi affettivi, il reparto destinato ad accogliere i cittadini con problemi di rotondità sentimentale.

Nel reparto Fausto Albini incontra la dottoressa Anna Cordio per la quale inizierà a provare un sentimento proibito: l’amore.

Perché tutti soffrono di mancanza di empatia? Probabilmente ciò è causato da un disegno politico e proprio dall’ospedale partirà il nucleo della resistenza che avrà come scopo quello di liberare le emozioni, dando vita a un nuovissimo testamento.

3. Sembrava bellezza di Teresa Ciabatti

Sembrava bellezza: recensione

Un romanza che parla dello scorrere del tempo

Sembrava bellezza (2021) di Teresa Ciabatti è un romanzo che si basa su episodi accaduti e racconta un pezzo di storia della scrittrice. Oltre alle vicissitudini familiari dei suoi avi, Teresa Ciabatti racconta com’è cambiata la sua vita da quando è diventata una scrittrice famosa e affermata.

Se avessi vent’anni. Se il successo fosse arrivato a vent’anni mi sarei ubriacata, drogata, avrei illuso ragazzi, usandoli per brevi periodo allo scopo di accrescere la mia vanità. Sarei stata rincorsa da giovani maschi. Tutti a desiderarmi.

Invece no ho quarantasette anni e a cercarmi sono cinquantenni alle prese con genitori in fin di vita, se non morti. Gente a cui si infiammano gomiti, bloccano schiene, adulti insoddisfatti, separati, intenzionati a rifarsi una seconda vita, figli a cinquant’anni. Sotto psicofarmaci, stressati come me che perdo sangue.

Il romanzo ci conduce all’interno di uno spazio intimo che, ciascuno, vive a suo modo ma tutti in qualche modo e per qualche ragione con nostalgia.

4. Scacco all’isola di Alessandra Fagioli

Scacco all'isola: recensione

Un romanzo che si snoda in luoghi fascinosi del crimine

Scacco all’isola (2020) di Alessandra Fagioli ha come protagonista Anna Tesei che ha l’incarico di fare luce su le morti strani che si stanno verificando in un’isola apparentemente tranquilla. Ogni volta che la donna si interfaccia con la sua amica Emma Lamon, celebre autrice di gialli, le offre preziosi consigli per lo sviluppo delle sue indagini.

A proporre questo libro per il Premio Strega 2021 è stato Paolo Ferruzzi che spiega così la sua motivazione:

Propongo il libro Scacco all’isola perché è un romanzo che intreccia indagini criminali a relazioni interpersonali e immortala un’isola facendola diventare a più riprese un teatro del crimine.

Un libro dotato di una narrazione asciutta, severa, incalzante, più generosa con i luoghi che non con le persone.

5. Mia sconosciuta di Marco Albino Ferrari

Mia sconosciuta: la recensione

Lo scrittore racconta la vita ribelle della madre

Mia sconosciuta (2020) di Marco Albino Ferrari è un romanzo che racconta la vita della madre morta dodici anni fa. Da quel giorno la donna ha continuato a far visita a suo figlio nei suoi sogni.

Lei è stata per me madre, padre, e forse qualche cosa di più, una compagna indivisibile. Ero ancora piccolo quando chiuse sbrigativamente la questione dell’assenza di mio padre. Senza scendere in particolari, mi raccontò chi era o, forse, chi era stato, perché nel frattempo poteva essere anche morto e lei non lo sapeva.

Nonostante il loro vissuto così stretto, lo scrittore non è riuscito a carpire fino in fondo tutto di lei e, probabilmente, con questo romanzo Marco Albino Ferrari cerca di creare una sequenza di ricordi che gli consenta di avere un quadro globale di sua madre.

Ecco gli altri nomi proposti per concorrere al premio letterario italiano. La lista completa la scopriremo il 5 marzo.

Il vaccino Sputnik V funziona ed è sicuro parola dello Spallanzani di Roma

Il vaccino Sputnik V anti-Covid presenta un ottimo profilo di sicurezza a breve termine ma per poter giungere in Italia c’è prima bisogno dell’approvazione dell’Ema. Intanto nel Bel Paese stiamo attendendo il via libera per il vaccino Johnson & Johnson che potrebbe arrivare già a metà marzo. La vaccinazione intanto sta continuando a procedere a rilento sia in Italia che in Europa.

Secondo Francesco Vaia, direttore sanitario, dello Spallanzani di Roma, il vaccino Sputnik V funziona. Questa affermazione arriva a fronte di una valutazione indipendente svolta dall’istituto di ricerca.

Il vaccino russo utilizza due vettori adenovirali diversi tra la prime e la seconda dose e dunque il profilo di sicurezza risulta essere alto. Questi risultati potrebbero aiutare a velocizzare la campagna vaccinali in corso che sta andando molto a rilento.

Al momento i Paesi che stanno utilizzando lo Sputnik V sono 38 di cui 26 appartengono all’Ue oltre agli Stati Uniti.

Lo Spallanzani di Roma conferma l'efficacia del vaccino russo

Da alcuni studi fatti dall’istituto di ricerca romano il vaccino russo è efficace e sicuro

Sputnik V: come funziona

Il vaccino russo utilizzando la strategia della doppia vaccinazione con vettori virali differenti dimostra la sua efficacia perché previene la malattia sintomatica nel 91% dei casi. I vaccini in questo momento hanno un ruolo fondamentale.

Quelli in commercio in Europa (Pfizer-BioNTech, Moderna e AstraZeneca) si stanno dimostrando efficaci nel ridurre significativamente le possibilità che le persone vaccinate sviluppino la malattia sintomatica.

Il vaccino Sputnik V a differenza degli altri vaccini sfrutta due scatole differenti. Nella prima iniezione viene utilizzato il virus Ad26 per la prima dose e Ad25 per la seconda, a 21 giorni di distanza dalla prima. Ciò è stato pensato per evitare che dopo la prima dose, l’organismo produca anticorpi contro la prima scatola con una conseguente riduzione di efficacia della vaccinazione.

In breve è come se il vaccino russo avesse la combinazione di due vaccini.

L’Ema intanto ha fatto sapere che snellità le procedure per rendere più veloci possibile, lavorando con la task force industriale e insieme al Commissario Breton per aumentare la produzione del vaccino.

La commissaria europea, Stella Kyriakides, ha affermato alla videochiamata dei ministri Ue quanto segue:

Puntiamo ad avere nei prossimi mesi accordi di acquisto anticipato nuovi o adeguati per le varianti dei vaccini.

Non ci resta che attendere le nuove disposizioni sanitarie.

Bonus Ristori per i lavoratori dello spettacolo garantiti anche con le riaperture

Una buona notizia arriva per i lavoratori dello spettacolo.

Il ministro della Cultura Dario Franceschini tranquillizza questa categoria di lavoratori che è stata quella che ha sofferto maggiormente dei risvolti economici causati dalla pandemia. I Bonus Ristori dunque continueranno ad essere erogati nonostante la possibilità di riaprire i battenti.

Queste le parole utilizzate dal Ministro:

I lavoratori dello spettacolo devono stare tranquilli, la possibilità di riaprire dal 27 marzo non pregiudica i ristori.

Anche quest’anno erogheremo il fondo unico per lo spettacolo indipendentemente dalle alzate di sipario e continueremo a dare i ristori e a sostenere il settore anche con le aperture limitate.

Queste parole scaturiscono dalle prime indiscrezioni sulle prossime restrizioni previste nel prossimo Dpcm che in zona gialla consentirebbero l’apertura dal 27 marzo a cinema e teatri anche nel fine settimana.

Gli spettacoli saranno aperti al pubblico nelle sale teatrali, nelle sale da concerto, nelle sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto in cui sono previsti posti assegnati e distanziati.

Tutto ciò sarà permesso a condizione che venga comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale.

Decreto Ristori spettacolo: novità

Franceschini tranquillizza sull’erogazione dei sussidi

Il ministro Franceschini ha annunciato anche l’accesso ai musei, su prenotazione, anche nei fine settimana che invece precedentemente, in zona gialla, potevano essere aperti solo nei giorni infrasettimanali.

I Bonus Ristori-quater infatti hanno consentito, fino al mese di dicembre, ai lavoratori intermittenti e discontinui dello spettacolo di percepire 1.000 euro. Dal 15 dicembre c’è stata la possibilità di rifare domanda per i bonus che non hanno percepito per i mesi di marzo, aprile, maggio e agosto.

Anche se le problematiche per l’erogazione continuano ad essere poco fluide. In questo fine settimana infatti è prevista l’approvazione del decreto Ristori 5 che dovrebbe contenere un bonus da 1.000 euro per i lavoratori con e senza Partita Iva. Questo decreto doveva essere approvato più di un mese fa ma poi è slittato a causa della crisi del governo.

Il Parlamento aveva già varato uno scostamento di bilancio da 32 miliardi di euro per finanziarlo, per poter elargire nuovi contributi a fondo perduto e altri bonus.

Attendiamo nelle prossime ore il nuovo Dpcm per scoprire le nuove disposizioni che ci attendono.

Oroscopo della settimana: dall’1 al 7 marzo

Nel corso di questa settimana – e precisamente il 4 marzo – Marte lascerà il segno del Toro per entrare in quello dei Gemelli. Questo comporterà un notevole calo delle tensioni, visto che il pianeta rosso non si troverà più a scontrarsi con Mercurio, Saturno e Giove in Acquario, ma entrerà in alleanza con questi tre pianeti. Tutto questo darà, poi, nuova forza ai segni d’Aria visto che sia il segno dei Gemelli che quello dell’Acquario appartengono a questo elemento. Vediamo, quindi, come si assesteranno le energie celesti per i segni legati agli altri elementi. Meno focosi, appariranno i segni di Terra che, perdendo Marte in Toro, ora potranno contare su Urano nello stesso segno e su Plutone in Capricorno. Stabili i segni d’Acqua, sempre irradiati da Nettuno, Venere e Sole in Pesci. Resteranno ancora in “attesa” i segni di Fuoco, che continueranno a non essere irradiati direttamente dai raggi di alcun corpo celeste del nostro Sistema.

Ariete: dal 21 marzo al 20 aprile

Ariete: segno zodiacale

Ariete

Avere Venere in XII casa, ovvero nel settore del vostro cielo che indica la resa dei conti, non è sicuramente facile, cari amici del segno dell’Ariete. Dal 4 marzo ritroverete tutta la vostra forza e la vostra combattività, quindi sarete pronti a prendere il toro per le corna e a dire al vostro partner ciò non siete più disposti a tollerare. L’eros andrà a mille, quindi, la vostra carica attrattiva vi aiuterà a ottenere ciò che volete. Sul lavoro vento in poppa. Mercurio, Saturno e Giove, in sestile dal segno dell’Acquario, continuano infatti a spianarvi la strada.

Toro: dal 20 aprile al 20 maggio

Toro: segno zodiacale

Toro

Il focoso Marte se ne va, dopo avervi tenuto compagnia da inizio gennaio. L’uscita del pianeta rosso dal vostro cielo vi toglierà un po’ di grinta e di intraprendenza, ma vi farà anche sentire più rilassati e più tranquilli. Il settore dei sentimenti va alla grande, grazie a Venere, Sole e Nettuno, in posizione favorevole dal segno dei Pesci. Il vostro rapporto con il partner acquisterà i toni del romanticismo, più che quelli della passione. Sul lavoro, invece, bisogna continuare a pedalare… Mercurio, Giove e Saturno, messi di punta dal segno dell’Acquario, non aiutano di certo ad ottenere tutto e subito… ma voi siete un segno che sa attendere!

Gemelli: dal 21 maggio al 20 giugno

Gemelli: segno zodiacale

Gemelli

Una settimana un pò pesantuccia si è appena conclusa: la Luna Piena nel segno della Vergine, di certo, lo scorso weekend può aver agitato un pò le acque, soprattutto dal punto di vista emozionale. Adesso, però, settimana nuova, vita nuova. Con Marte in ingresso, il 4 marzo, nel vostro spicchio di cielo riacquisterete grinta e voglia di fare. In amore, sarete piuttosto sbrigativi e perderete la pazienza se il partner si perde in inutili chiacchiere. D’altronde, con Venere dispettosa dal segno dei Pesci, non siete di certo dell’umore giusto per le smancerie. Sul lavoro tutto procede alla grande. Con Marte nel segno e Mercurio, Giove e Saturno in trigono dal segno dell’Acquario, tutte le porte sono aperte!

Cancro: dal 21 giugno al 21 luglio

Cancro: segno zodiale

Cancro

L’evento astrologico di questa settimana, ovvero il passaggio di Marte dal segno del Toro a quello dei Gemelli, avrà delle sensibili ripercussioni sul vostro equilibrio energetico, cari amici del segno del Cancro. Potreste, infatti, soprattutto nei giorni del passaggio, sentirvi un po’ più stanchi e un po’ meno grintosi. Non spaventatevi. Se sentite il bisogno di prendervi un pausa, fatelo pure. Ve lo meritate. Magari, togliete un po’ di energie dal lavoro e investitele nel rapporto con la persona amata o dedicando un po’ più di attenzioni a voi stessi. Già dal weekend le energie ritroveranno una giusta armonia e voi potrete riprendere a portare avanti i vostri progetti alla grande.

Leone: dal 23 luglio al 23 agosto

Leone: segno zodiacale

Leone

Che sospiro di sollievo, cari amici del segno del Leone! Dopo quasi tre mesi trascorsi con tutti i pianeti messi di traverso , finalmente, nel corso di questa settimana, potrete iniziare a contare su un potente alleato. Marte, il pianeta rosso, uscirà infatti dalla quadratura dal segno del Toro, per entrare nel segno amico dei Gemelli. Siete un segno di Fuoco e il fuoco per bruciare bene ha bisogno di essere alimentato dall’ossigeno. Marte in un segno d’Aria vi darà tutto questo. Finalmente avrete la forza per passare all’azione e per prendere di petto le sfide che questo 2021 vi pone. Avanti tutta, quindi, gli astri finalmente iniziano a sorridervi!

Vergine: dal 24 agosto al 22 settembre

Vergine: segno zodiacale

Vergine

La primavera si avvicina sempre di più e voi, da buon segno di Terra, avvertite in pieno le energie della natura che si risveglia. Con un cielo come il vostro, non mi sorprenderei se molti Vergine, in questi giorni, venissero presi dalla voglia di rivoluzionare il proprio ambiente e di investire di più sulla cura del proprio corpo. Seguite questo impulso ma, fate attenzione: le cose vanno fatte gradualmente, un passo alla volta. Da questa settimana non potrete più contare sull’energia profusa, da inizio gennaio, da Marte. Il pianeta rosso lascerà, infatti, in questi giorni il segno amico del Toro, per passare in quadratura dal segno dei Gemelli. Sarà quindi importante calibrare le forze e, soprattutto, non strafare!

Bilancia: dal 23 settembre al 22 ottobre

Bilancia: segno zodiacale

Bilancia

Una buona notizia dopo l’altra, cari amici del segno della Bilancia. In questi giorni, oltre a poter continuare a contare sull’aiuto incondizionato di Saturno, Giove e Mercurio in trigono dal segno dell’Acquario, inizierete anche a godere del forte raggio energetico di Marte, in trigono dal segno dei Gemelli. Le energie scorreranno a mille e sarà veramente difficile fermarvi, quando vi metterete in testa qualcosa. L’unico consiglio che il cielo vi dà è quello di fare attenzione alle finanze. Se è, infatti, vero che Mercurio potrebbe farvi qualche regalino inaspettato, è anche vero che Plutone, di punta dal segno del Capricorno, ancora non benedice i grandi investimenti. L’amore, infine, procede tra luci e ombre, ma una notizia inaspettata e positiva è dietro l’angolo…

Scorpione: dal 23 ottobre al 21 novembre

Scorpione: segno zodiacale

Scorpione

Anche per voi, come per tutti i segni della Croce Cardinale, questa settimana rappresenterà un momento di svolta in positivo, cari amici del segno dello Scorpione. Marte, finalmente, smetterà di farvi i dispetti dal segno del Toro, dopo avervi chiuso i rubinetti energetici per ben due mesi. Le forze ritornano ed anche l’eros rinasce, cari Scorpione e, per un segno passionale come il vostro, non ci può essere notizia migliore di questa. Visto che anche Venere è favorevole, questa settimana, sarà un periodo particolarmente favorevole per l’amore, in tutte le sue forme. E’ tempo di brindare, quindi, e soprattutto di amare… non sprecato neanche un momento… mi raccomando!

Sagittario: dal 22 novembre al 21 dicembre

Sagittario: segno zodiacale

Sagittario

Vi siete un pò stancati, vero, cari amici del segno del Sagittario? Venere in quadratura dal segno dei Pesci e, per di più, congiunta al Sole, potrebbe portare i nati sotto il vostro spicchio di cielo a sentirsi scoraggiati. Siete un segno decisionale, che non ama attendere e temporeggiare e tutti questi contrattempi, causati dall’astro della passione messo di traverso, potrebbero essere davvero difficili da accettare per persone come voi che vogliono ottenere tutto e subito. Fortunatamente, già dalla prossima settimana, la situazione potrebbe iniziare a sbloccarsi. Per il momento, il cielo vi consiglia di impegnare le vostre energie sul lavoro e di lasciare da parte gli affari di cuore. Gli astri della professione e dei guadagni sono infatti favorevoli e pronti a dare grandi soddisfazioni!

Capricorno: dal 22 dicembre al 19 gennaio

Capricorno: segno zodiacale

Capricorno

Ancora una settimana decisamente positiva per voi, cari amici nati sotto il segno del Capricorno. Non vi è infatti alcun pianeta messo di traverso. Unico cambiamento da sottolineare è l’uscita di Marte dal segno amico del Toro, ma questo, per voi, comporterà solo un cambiamento dal punto di vista energetico, soprattutto per quel che riguarda il settore legato all’eros, alla passione e alla combattività. Sotto questi aspetti tornerete ad essere quello che siete per natura, delle persone che riflettono bene, prima di agire e che amano la stabilità, piuttosto che l’avventura. Tornare alla vostra innata pragmaticità non guasta, anche perché questo è un periodo ottimo per gli investimenti ed è importante che voi facciate le vostre scelte sulla scia della razionalità che, da sempre, vi contraddistingue.

Aquario: dal 20 gennaio al 19 febbraio

Acquario: segno zodiacale

Acquario

Questa settimana si apre all’insegna di una doppia buona notizia, cari amici del segno dell’Acquario. Marte, l’astro dell’azione, smette finalmente di farvi la guerra dal segno “antipatico” del Toro e passa invece in un segno a voi amico, quello dei Gemelli. Questo, da un punto di vista pratico, significa che voi, da questo momento in poi avrete moltissime energie in più da investire nei vostri progetti. Anche dal punto di vista dell’amore, questo transito porterà risvolti favorevoli: Marte dona infatti un erotismo straordinario, quindi il vostro charme ne risulterà potenziato. Il cielo vi promette quindi, giornate molto intense e notti davvero interessanti!

Pesci: dal 20 febbraio al 20 marzo

Pesci: segno zodiacale

Pesci

La settimana più difficile di questo 2021 è finalmente terminata, cari amici del segno dei Pesci. Avere la Luna in opposizione non è sicuramente facile per delle persone sensibili come voi. Non mi sorprenderei affatto se molti di voi, lo scorso 27 febbraio, non fossero riusciti a dormire sogni tranquilli. Adesso, però, la Luna Piena in opposizione è passata ed è giunto il momento di guardare oltre. Il cielo continua ad esservi estremamente favorevole sotto tutti i punti di vista. L’unico accorgimento che il firmamento vi suggerisce è quello di non strafare e di calibrare bene le vostre energie. Da questa settimana, infatti, Marte non vi dà il supporto che vi ha dato fino ad ora. Anzi, in quadratura dal segno dei Gemelli, potrebbe creare qualche difficoltà, facendovi sentire stanchi. Concedetevi un po’ di relax.

divider

L’informazione che supera il singolo punto di vista

News

  • In primo Piano

Info e Contatti

  • Redazione
  • Pubblicità

© 2018 Copyright ILPLURALE.IT
Direttore Responsabile Erminio Merola
Partita I.V.A. e Iscrizione al Registro delle Imprese di Avellino n.02993420641
R.E.A.: AV - 197879

Made with ❤ by Elementor