redazione

Hummus al pesto di basilico: la ricetta

L’hummus al pesto di basilico è una ricetta perfetta per l’estate perché  si consuma fredda ed è l’ideale da accompagnare ad apertivi homemade, presentando una salsa diversa dal solito, vegetariana e sana.

È una salsa semplice da realizzare e che non richiede molto tempo soprattutto se decidi di utilizzare ceci precotti.

Il segreto per l’ottima riuscita del piatto è quello di utilizzare materie prime di qualità e fresche, evitando il pesto già confezionato.

L’hummus al pesto di basilico ha come ingrediente principale quello della ricetta originale del Medio Oriente: i ceci ma si differenzia dalla ricetta tradizionale perché non è speziato.

Il pesto al basilico di questa ricetta non contiene i formaggi che, normalmente, si utilizzano per realizzare il pesto alla genovese e quindi ciò lo rende un piatto ideale per chi segue una dieta vegana.

Hummus al basilico: la ricetta

Hummus verde spiegato passo passo

Hummus al pesto di basilico: ingredienti

  • Ceci 150 gr
  • Aglio 1 spicchio
  • Limone 1/2
  • Olio extravergine d’oliva 3 cucchiai
  • Sale q.b.
  • Pinoli 20 gr
  • Basilico 30 gr
Hummus al pesto di basilico

Hummus al basilico

Hummus al pesto di basilico: preparazione

  • Se hai intenzione di utilizzare i ceci secchi, bisognerà mettere i legumi in ammollo per 12 ore.
  • Trascorso il tempo necessario risciacquali con abbondante acqua corrente e mettili in una pentola capiente riempita con abbondante acqua corrente e lasciali cuocere per almeno 3 ore.
  • Trascorso il tempo della cottura, scolali e lasciali raffreddare.
  • Pela l’aglio, privalo dell’anima e taglialo finemente.
  • In un mixer aggiungi i ceci, l’aglio tritato e le foglie di basilico che precedentemente avrai lavato e asciugato delicatamente con un panno di cotone o della carta assorbente.
  • Aggiungi due cucchiai dell’acqua di cottura dei ceci e 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva.
  • Frulla a intermittenza per evitare che le lame si riscaldino e possano cambiare il sapore del basilico.
  • Aggiungi i pinoli e un pizzico di sale.
  • Aggiungi il succo di mezzo limone e frulla finché non avrai ottenuto una crema dalla consistenza compatta.
  • Trasferisci in una ciotolina la salsa appena ottenuta.
  • Accompagna l’hummus al pesto di basilico con delle coste di sedano e dei grissini.

Papillon in legno Marzù: un accessorio che diventa un gioiello unico e senza tempo

MVM Marzù nasce dal genio e dalla creatività della signora Pina e dei suoi tre figli: Mariangela, Vito e Martina Di Prenda che danno il nome alla loro azienda con le iniziali dei loro nomi.

Vito ha un amore per i papillon sin da bambino e un giorno, dovendo partecipare ad un evento importante, decide di creare un papillon esclusivo che più che un accessorio deve essere un gioiello unico e ricercato ed è così che nasce il papillon di legno: realizzato completamente a mano da artigiani.

Il punto di forza del brand Marzù è lo standard elevato, la lavorazione artigianale, l’attenzione per i dettagli e l’eccellente qualità dei materiali impiegati per realizzare i loro prodotti. L’azienda si trova ad Aquilonia, in provincia di Avellino, il legno impiegato per la realizzare le creazioni Marzù è d’ebano o di ulivo.

Papillon in legno Marz§

Il Papillon gioiello in legno e vetro di Murano

I Papillon Marzù riescono ad esprimere la personalità di chi li indossa perché fondono stile unico, ricercatezza ed esclusività. L’azienda Marzù non produce solo papillon in legno ma ha pensato anche a chi non riesce a rinunciare alla classicità di questo accessorio.

Il Papillon Duca Gioello, ad esempio, riesce ad avere il giusto compromesso tra linea classica e morbida: il materiale predominante è la seta comasca ma viene impreziosito dal vetro di Murano che gioca soprattutto su i contrasti cromatici.

Se l’obiettivo è quello di lasciare il segno, di essere ricercati e di valorizzare i prodotti artigianali ed il Made in Italy, non vi resta che visitare il sito Marzù e lasciarvi incantare dalle loro creazioni!

Truffe agli imprenditori: attenzione alle agenzie che si fingono Google

Molte agenzie si fingono Google o Partner Google per cercare di vendere servizi alle imprese. A causa dello stop economico causato dal Covid-19 e dall’aver compreso l’importanza di essere presenti in rete, per poter non solo acquisire nuovi clienti ma per poter vendere i propri prodotti, questa tipologia di truffa sta ritornando con più frequenza.

Le vittime di queste truffe sono imprenditori che sono già presenti in rete con un sito o che possiedono schede di identificazione della propria impresa.

In virtù di ciò è doveroso aiutare chiunque a capire  come distinguere queste truffe e come rendersi conto di chi offre servizi reali alle aziende senza speculare sulle necessità delle aziende.

Truffe agli imprenditori da aziende fake

Truffe Seo e Adwords agli imprenditori

Quali sono le modalità di contatto dei truffatori

Il tentativo di frode da parte di agenzie che si spacciano per Google o per eventuali partner della nota azienda sono 3:

  • Attraverso telefonate, spesso, prodotte da numeri che non corrispondono ad alcuna società.
  • Attraverso email
  • Attraverso visite di persone che si fingono operatori Google e cercano di vendervi servizi a prezzi super vantaggiosi.

Non fatevi trovare impreparati perché i segnali per capire che vi stanno truffando sono molteplici.

Grafica analitica Google

Grafica analitica Google

Come scoprire le agenzie web scorrette

Il titolare di un’azienda o di un’attività commerciale riceve giornalmente contatti e proposte da agenzie web e scoprire chi sia realmente un professionista e chi un truffaldino è realmente difficile ma non impossibile.

Se la richiesta per un’eventuale proposta dovesse arrivare via email vi basterà cercare il sito dell’azienda per capire se esiste realmente e dando un’occhiata al sito potrete capire la professionalità e di cosa si occupa. Altro passo da fare è quello di controllare la sezione dedicata ai lavori svolti e le aziende per cui ha lavorato o con cui sta lavorando. In questo modo riuscirete a capire se effettivamente è un’agenzia che lavora o millanta cose non vere.

Controllare il sito non vi darà comunque la sicurezza che l’agenzia in questione esista, lavori o sia seria perché i siti si possono costruire ad hoc ma comunque non fermatevi alla home: cercate di spulciare e capire l’aggiornamento del sito dell’azienda in questione.

Controllate le recensioni dell’agenzia e il suo grado di reputazione online e sui diversi social.

Non rilasciate la vostra Partita Iva senza aver ricevuto almeno una bozza di contratto perché potreste pagare una cifra maggiore rispetto a quella concordata e potreste non acquistare i servizi che vi hanno esposto. Firmereste mai un contratto in bianco senza sapere nero su bianco cosa state acquistando?

Richiedete sempre una bozza di contratto e qualora non volessero inviarvela per una serie di ragioni di primo acchito ragionevoli pensate che state dando i vostri soldi all’etere e che, quando ve ne sarete accorti, sarà troppo tardi.

Aziende che si spacciano per Partner Google: come capire la truffa

Truffe da parte di agenzie che dicono di vendere servizi Google

Google non telefona e non invia i propri commerciali per proporre servizi

Le offerte ingannevoli si possono riconoscere perché Google telefona alle aziende solo per verificare se siano corretti i dati inseriti sulle mappe e per assicurarsi che non siano aziende fantasma.

Gli operatori Google non chiamano per proporre servizi a pagamento. Gli operatori Google chiamano dall’Irlanda ed hanno il seguente prefisso: +353.

Google non invia operatori con l’intenzione di offrire servizi a pagamento che vi prospettano un miglioramento per il posizionamento tra i risultati di ricerca o sulle mappe. Inoltre la nota azienda non invia email per offrire di posizionamento.

Aziende che si spacciano per Partner Google

Presentarsi come un’agenzia Partner Google significa che tale agenzia ha dimostrato di possedere tutti i requisiti per creare, gestire e ottimizzare le campagne di pubblicità su Google per i propri clienti. Un’agenzia Partner Google non è Google e non lavora direttamente per Google.

Per diventare Partner bisogna dimostrare a Google di possedere capacità tecniche di alto livello nella gestione delle pubblicità su Google e ciò avviene attraverso il superamento di esami costanti e periodici che riguardano l’ADwords. Le campagne gestite da un Partner Google in caso di calo dei risultati la suddetta qualifica viene revocata.

Come riconoscere le agenzie Partner Google

Un’agenzia che riesce ad ottenere la certificazione Partner Google può esibire un badge sul proprio sito e sul materiale informativo. Googlòe cambia spesso la grafica del badge quindi ve ne sono diversi in giro ma informatevi sempre e verificate l’autenticità del badge.

Oroscopo della settimana: dal 22 al 28 giugno

Settimana di rimonta per i segni di Fuoco.
Mercurio entrerà infatti in Leone il 27 giugno dando quindi il via all’estate piena astrologica. Il velocissimo messaggero degli Dei si troverà quindi in trigono con Giove in Sagittario e da qui irradierà forza soprattutto a livello mentale oltre che ai segni sopracitati, anche all’Ariete.
Stabile la situazione per i segni legati agli altri elementi. Restano fortissimi, pur perdendo Mercurio, i segni d’Acqua, con Marte e Sole in Cancro e Nettuno in trigono dai Pesci.
Venere, intanto continua a splendere nel cielo dei Gemelli, portando calore e passionalità ai segni d’Aria. Nessuna nuova anche per i segni di Terra che continueranno a crescere sotto i raggi potenti di Urano in Toro e Saturno e Plutone in Capricorno.
Cadendo in questa settimana la notte magica di San Giovanni, assegnerò a ciascun segno uno dei fiori utilizzati per i riti legati a questo Santo che, con l’avvento della cristianizzazione ha sostituito l’antico culto solare.

Ariete: dal 21 marzo al 20 aprile

Ariete: segno zodiacale

Ariete

Ci troviamo nella settimana di San Giovanni, cari amici dell’Ariete, una festa esoterica celebrata sin dall’antichità. Per questo voglio assegnare a ciascun segno un fiore di quelli che appunto si usano nei riti legati a questa ricorrenza.
Vedendo le vostre congiunzioni astrali, scelgo per voi l’Iperico. Questa pianta dai fiori gialli è detta anche Scaccidiavoli. È la pianta per eccellenza utilizzata per purificare, esorcizzare e bandire le nefaste influenze e gli spiriti maligni.
Il passaggio di Mercurio questa settimana sancirà, infatti, per voi una ripresa di vigore davvero straordinaria. Godrete di uno splendido doppio trigono: quello di Mercurio dal Leone e quello di7+09 Giove dal Sagittario. Venere in sestile dal segno dei Gemelli continuerà a lavorare per voi, creando occasioni uniche in amore.

Toro: dal 20 aprile al 20 maggio

Toro: segno zodiacale

Toro

È il rosmarino il vostro fiore di San Giovanni, cari amici del segno del Toro. In questa settimana che vede infatti l’inizio della veloce quadratura di Mercurio dal segno del Leone, riscoprirete in voi la necessità di tirare fuori le doti legate proprio a questa pianta speciale. Il Rosmarino è infatti legato all’immortalità dell’anima e per astensione all’immortalità dei legami che contano.
Se quindi Mercurio proverà a creare confusione nei vostri pensieri, voi dovrete ricordare sempre che le cose vere restano, quelle fittizie vengono portate via dal vento. Il Rosmarino, pianta che molti popoli antichi usavano nei riti legati all’aldilà è poi una pianta legata a Plutone che, anche questa settimana, vi protegge dalla sua posizione di trigono dal segno del Capricorno.
Questa pianta rinvigorirà in voi anche il sentimento e riporterà verso di voi il cuore della persona amata, in un periodo che vede Venere eclissata… ma l’astro dell’amore tornerà a splendere presto.

Gemelli: dal 21 maggio al 20 giugno

Gemelli: segno zodiacale

Gemelli

Il vostro fiore di San Giovanni, cari amici dei Gemelli è proprio la regina dei fiori, la Rosa. E non poteva essere altrimenti con Venere che splende in maniera così brillante proprio nel vostro spicchio di cielo. In questi giorni vi suggerirei di regalarvi una rosa o magari di adottarne una. Questo fiore splendido legato all’amore, all’armonia e alla bellezza vi porterà beneficio lungo tutto il corso dell’anno, anche d’inverno, quando la pianta sembra addormentata e i suoi fiori sembrano un ricordo lontano.
Altra particolarità di questa settimana sarà Mercurio.
L’astro del pensiero lucido e creativo tornerà a risplendere a vostro favore. Il 27 giugno dal momento del suo ingresso nel segno del Leone, molte situazioni che vi sembravano oscure e complicate, torneranno a chiarirsi. Troverete la soluzione giusta ai dilemmi che vi attanagliano.

Cancro: dal 21 giugno al 21 luglio

Cancro: segno zodiale

Cancro

Sobrietà, temperanza, saggezza.
Con l’uscita di Mercurio dal vostro spicchio di cielo, sentirete, come non mai, la necessità di utilizzare queste vostre doti, cari amici del Cancro. Questo perché Saturno e Plutone saranno lì a stuzzicarvi dal segno a voi opposto del Capricorno. L’erba di San Giovanni che più di tutte può fare al vostro caso in questa settimana è quindi la menta. Questa pianta così energetica e tenace rappresenta, inoltre, la forza ed il calore del sentimento e voi, per sentirvi vivi, avete bisogno proprio di coltivare l’unione e la passione nelle vostre vite.
Tra pochi giorni, il vostro mondo emozionale avrà inoltre un alleato in più. Venere si sta infatti avvicinando al vostro spicchio di cielo e presto vi farà il suo ingresso trionfale, allora sì che tutte le richieste del vostro cuore verranno esaudite!

Leone: dal 23 luglio al 23 agosto

Leone: segno zodiacale

Leone

I suoi petali sono gialli come il Sole, la loro forma, simile a quella di una croce protegge dalle negatività e armonizza mente e cuore. Stiamo parlando della Ruta, il fiore di San Giovanni che meglio si sposa con le vostre energie astrali di questa settimana, cari amici del segno del Leone. Nei prossimi giorni avrà infatti inizio per voi un assaggio di rinascita. Mercurio tornerà infatti a splendere nel vostro cielo, portando con sé fortuna nelle entrate finanziarie e grande lucidità di pensiero. Il suo ingresso rappresenta, come detto, solo un assaggio del grande vigore energetico che caratterizzerà il vostro segno dall’ultima decade di luglio in poi.

Questa settimana sarà intanto propizia per mettere in cantiere dei progetti importanti. Il vostro pensiero sarà veloce e la fortuna, dispensata da Giove in trigono dal segno del Sagittario, farà il resto. In amore ancora giorni propizi, Venere in sestile dal segno dei Gemelli continua a tifare per voi e a creare occasioni da non perdere.

Vergine: dal 24 agosto al 22 settembre

Vergine: segno zodiacale

Vergine

Il vostro unico nemico nel corso di questa settimana, cari amici della Vergine, potrebbe essere la vostra tendenza ad isolarvi.
La quadratura di Venere dal segno dei Gemelli vi spinge infatti verso la chiusura. Inutile dirvi, che l’isolamento non porta da nessuna parte, quindi voi dovrete combattere questa tendenza. Come fare? Innanzitutto prendendone coscienza. Avete presente i cardi, le piante spinose con quegli splendidi fiori tra il fucsia e il lilla che in questo periodo dell’anno colorano le nostre campagne? Ebbene, dovete essere come quei fiori (che tra l’altro sono il fiore di San Giovanni che più vi si addice).
Dovete far splendere il vostro colore per attirare gli altri e non usare le vostre spine per allontanarli. Dall’unione con gli altri emergerà anche la forza necessaria per superare questi ultimi mesi che vi vedono tesi tra la quadratura di Giove dal segno del Sagittario e quella di Nettuno dal segno dei Pesci.

Bilancia: dal 23 settembre al 22 ottobre

Bilancia: segno zodiacale

Bilancia

Cos’è che vi rende così diffidenti? Non sarà forse quella doppia quadratura Plutone-Saturno dal segno del Capricorno che, proprio in questi giorni, si farà sentire in maniera molto potente?
Guardando al vostro cielo mi viene quindi di assegnarvi come fiore di San Giovanni proprio la lavanda.
Questo splendido e profumatissimo fiore simboleggia infatti la diffidenza, ma anche la necessità di superarla per raggiungere obiettivi più alti. Dovete infatti sapere che anticamente si pensava che il decotto di questa pianta fosse un potente antidoto contro il veleno dei serpenti, ma si credeva anche che gli infidi rettili facessero il nido proprio nei loro cespugli. Quindi la pianta assumeva un significato bivalente: da una parte era necessario avvicinarsi ad essa per coglierne i fiori, dall’altro bisognava stare molto attenti se non si voleva rischiare il morso di un serpente.
Ebbene io vi dico che, grazie a Venere in trigono dal segno dei Gemelli, voi riuscirete a vincere le vostre diffidenze e quindi a raggiungere i vostri obiettivi.

Scorpione: dal 23 ottobre al 21 novembre

Scorpione: segno zodiacale

Scorpione

Indovinate qual è il fiore di San Giovanni che più fa al caso vostro, stando alle congiunzioni astrali di questa settimana? È l’artemisia, la pianta dai piccoli fiori gialli che viene utilizzata, tra le altre cose, per l’estrazione dell’assenzio, l’elisir degli artisti e di tutti coloro che vivono, costantemente, ai confini. Questo essere sempre all’incrocio dei venti è una vostra caratteristica in ogni momento dell’anno, ma in questi giorni lo è ancora di più.

L’ingresso di Mercurio nel segno del Leone, il 27 giugno, provocherà infatti in voi una sorta di sacra agitazione. Il vostro intuito, sempre superiore, in questi giorni vi porterà a non accettare nulla come un dato di fatto. Se qualcosa non vi convince, andrete fino in fondo finché non avrete le risposte che cercate. Per il resto, il cielo sopra le vostre teste continua a dispensare positività. Il periodo dei trigono è in pieno svolgimento e voi vi sentite carichi di grinta come non mai.

Sagittario: dal 22 novembre al 21 dicembre

Sagittario: segno zodiacale

Sagittario

È la saggezza della salvia – il fiore di San Giovanni scelto per voi – quella a cui vi richiama il cielo questa settimana, cari amici del segno del Sagittario. Finalmente, dopo un lungo periodo di stasi, il cielo sopra le vostre teste comincia a muoversi. Inizierà infatti il 27 giugno il trigono di Mercurio dal segno amico del Leone. Grazie al suo raggio, il messaggero degli dei porterà infatti nelle vostre vite un risveglio molto importante a livello di pensiero.
Giove, nel vostro spicchio di firmamento, trasformerà questo pensiero in azione. E quindi, con estrema facilità, i progetti troveranno la strada per divenire realtà. Una volta sistemate le questioni pratiche, grazie a questi appoggi, potrete anche pensare alle questioni di cuore che ultimamente avete messo da parte, un pò per scelta e un pò per necessità.

Capricorno: dal 22 dicembre al 19 gennaio

Capricorno: segno zodiacale

Capricorno

Come sempre vi distanziate dal gregge, siete una voce fuori dal coro. In questa settimana dedicata ai fiori di San Giovanni, guardando le vostre congiunzioni astrali, ho scelto infatti di assegnarvi non un fiore o una pianta, ma un frutto. Si tratta della noce.

Forse non lo sapete, ma essa fa parte dei doni della natura utilizzati nei riti antichi. La tradizione vuole infatti che proprio la notte di San Giovanni si debbano raccogliere le noci acerbe da utilizzare per preparare il nocino, un liquore che servirà poi per dare conforto e supporto nei momenti di difficoltà. Saturno nel vostro spicchio di cielo agirà in questi giorni proprio in questo modo. Vi spingerà a compiere azioni che daranno i propri frutti in futuro e che in futuro potrete usare come una sorta di assicurazione. Intanto, già da subito la situazione migliora.

Dal 27 giugno in poi il vostro pensiero si farà più lucido e creativo grazie all’uscita di Mercurio dal segno opposto del Cancro.

Aquario: dal 20 gennaio al 19 febbraio

Acquario: segno zodiacale

Acquario

Venere continua a colorare il vostro presente di passione ed emozione dal trigono nel segno dei Gemelli.

Il vostro fiore di San Giovanni non può quindi essere altro se non la verbena, cari amici dell’Acquario. Se ne avete la possibilità, vi consiglio di tenere con voi una piantina di questo delicato e potentissimo fiore anche quando Venere sarà passata oltre. Intanto, in questi giorni potete godere di un ottimo cielo per quel che riguarda gli effetti e la complicità. Un pò più critica la situazione per quel che riguarda le finanze, soprattutto in merito alle uscite di denaro improvvise e non preventivate. Mercurio, infatti, si porrà proprio in questi giorni in quadratura dal segno del Leone e da lì potrebbe farvi qualche dispettuccio.

Per fortuna c’è sempre Giove, in sestile dal segno del Sagittario, a parare i colpi del Messaggero degli Dei.

Pesci: dal 20 febbraio al 20 marzo

Pesci: segno zodiacale

Pesci

È la malva il vostro fiore di San Giovanni, cari amici dei Pesci. Questa splendida pianta, dalle tante proprietà terapeutiche, richiama infatti quel senso di purificazione e riappacificazione a cui vi chiamano le congiunzioni astrali di questa settimana.
Giove, quadrato dal segno del Sagittario, potrebbe, proprio in questi giorni, far sentire in maniera imperante il proprio peso nelle relazioni che riguardano gli ambienti del lavoro e della famiglia. Ebbene, anche se la forza di combattere non vi manca di certo – grazie ai trigoni di Sole e Marte dal Cancro e al sestile di Urano dal Toro – è consigliabile scegliere la via della pace. Venere scomoda dal segno dei Gemelli potrebbe infatti farvi rimanere isolati e, degli esseri sensibili quali voi siete, mal sopporterebbe il peso della solitudine.

Covid-19: situazione dei bonus e superbonus

Si è tanto parlato dei bonus e superbonus per incentivare le vacanze, l’acquisto di bici e dei prestiti a fondo perduto per le imprese: un vero e proprio slalom tra circolari, decreti attuativi introdotti dal decreto Rilancio.

Cerchiamo di capire lo stato delle cose.

Per quanto riguarda i superbonus e i crediti d’imposta questi risultano momentaneamente sospesi, partendo dal bonus 110% per i lavori che riguardano le nuove energie alternative e di protezione antisismica degli edifici. Il provvedimento doveva essere adottato dall’Agenzia delle Entrate entro 30 giorni dall’entrata in vigore del decreto ma vista l’intenzione di ritoccare le norme, da parte della maggioranza e del governo, probabilmente bisognerà attendere il voto finale del provvedimento che scade il 18 luglio.

Per quanto riguarda i crediti d’imposta previsti per i lavori delle imprese di adeguamento degli ambienti, compreso quello riguardante le operazioni di sanificazione e acquisto dei dispositivi di protezione dei lavoratori, il decreto stabilisce che le regole devono essere pubblicate entro 30 giorni dalla conversione. Nei prossimi giorni, infatti, dovrebbe arrivare una circolare delle Entrate che riguarda i vecchi e i nuovi sconti fiscali.

È stata già pubblicata una circolare per accedere al credito d’imposta per gli affitti.

Bonus vacanza

Bonus Vacanza e bonus bici

Le regole per poter accedere al bonus vacanze durante la fase 2 in Italia sono state approntate pochi giorni fa. Per accedere bisognerà scaricare l’app IO e avere lo Spid, l’identità digitale o la nuova carta d’intentità elettronica. Il buono potrà essere speso a partire dal 1mo luglio ed è valido fino alla fine dell’anno.

Per quanto riguarda il bonus per l’acquisto di bici, quelle acquistate dal 4 maggio fino alla fine del 2020 è possibile richiedere rimborsi fino al 60% della spesa (non oltre i 500 euro). All’interno del bonus mobilità sono compresi anche monopattini e biciclette elettriche.

All’interno del decreto compaiono altri bonus che riguardano settori specifici: art bonus, società concertistiche, cichi e spettacoli itineranti etc. Questi bonus partono dall’una tantum di 500 euro per le edicole al credito d’imposta portato al 50% sull’intero investimento pubblicitario in cui sono comprese le spese per il digitale sostenute nel 2019.

Ariano Irpino: lunedì partono i lavori per la nuova subintensiva e per l’area degenza Covid-19

Il 22 giugno 2020 partono i lavori per la nuova area Covid al terzo piano del Corpo A del P.O. Frangipane di Ariano Irpino.

I lavori sono stati avviati il 12 maggio 2020 per realizzare 7 posti letto di Terapia Intensiva Covid-19 e i lavori termineranno tra tre settimane.

Nuova Area Covid-19 ad Ariano Irpino

Nuova Area Covid-19 ad Ariano Irpino

L’area Covid-19 è composta da 10 posti letto di Subintensiva e 16 posti letto di degenza ordinaria.

I lavori sono finalizzati a realizzare un’area composta da Terapia Intensiva, Subintensiva e ordinaria completamente autonoma e dedicata ai pazienti Covid-19 con un accesso indipendente all’interno della struttura ospedaliera.

Tofu: curiosità, calorie e valori nutrizionali

Il tofu spesso chiamato caglio di semi di soia perché è ricavato dalla cagliatura del succo estratto dalla soia. Il tofu è un alimento molto utilizzato nell’Estremo Oriente ma che si è diffuso sulle nostre tavole soprattutto su quelle vegetariane o di chi ama mangiare sano. Il suo gusto tendenzialmente è neutro quindi si presta all’uso più creativo in cucina ed è l’ideale per chi è intollerante al lattosio, ha difficoltà digestive, ha allergie alle proteine del latte ed è un alimento particolarmente indicato per disturbi derivati dalla menopausa o per chi segue diete con basso apporto di sodio.

Il tofu può essere ricavato anche dai semi di canapa e si presenta a forma di blocchi confezionati sottovuoto.

Questo alimento ha un elevato contenuto proteico e di grassi polinsaturi e lecitine, è privo di colesterolo e contiene pochi grassi saturi.

Tofu al naturale

Tre fette quadrate di tofu al naturale

Tofu calorie e valori nutrizionali

I valori nutrizionali del tofu variano dal tipo di lavorazione perché, rispetto ai formaggi, per la sua lavorazione non esiste un disciplinare rigoroso che ne sancisce la modalità di produzione. Un altro aspetto importante è il grado di disidratazione e bisogna considerare anche l’eventuale aggiunta di ingredienti aromatizzanti.

I valori nutrizionali per 100 gr di tofu solido prodotto con Calcio solfato sono:

  • Acqua 68,9
  • Lipidi 8,7 g
  • Energia 145 KCal
  • Saturi 1,93 g
  • Colesterolo 0 mg
  • Potassio 237 mg
  • Fibra 2,3 g
  • Ferro 2,66 mg

Il tofu è completamente privo di vitamina B12 e di vitamina D ma in commercio esistono prodotti fortificati per soddisfare le esigenze di chi segue lo stile alimentare vegano.

Tofu: come si ottiene?

Il tofu fresco si ottiene lasciando in ammollo per 24 ore i semi di soia. Trascorso il tempo indicato i semi di soia vengono macinati insieme all’acqua. Il liquido che si ricava da questo procedimento viene fatto cagliare insieme a del succo di limone o al nigari (coagulante naturale) e viene messo a sgocciolare in degli stampi. Successivamente viene risciacquato e pressato in panetti di tofu che troviamo in commercio.

Diritti del consumatore: tutto ciò che dobbiamo sapere per non farci truffare

Siamo sempre più abituati ad acquistare online, da grandi catene commerciali non virtuali o da negozi rivenditori ufficiali. Ciò comporta non pochi dubbi nel capire quali sono i diritti del consumatore, ciò che spetta al tramite che sta vendendo un prodotto e ciò che compete all’azienda di produzione.

Quante volte vi è successo di comprare un elettrodomestico nuovo o qualsiasi altro prodotto elettronico che, appena arrivato nella vostra abitazione, risultava mal funzionante o difettato?

Quante volte il vostro rivenditore vi ha detto di telefonare il call center della casa madre perché non era sua responsabilità il difetto di fabbrica?

Quante volte avete chiamato il call center indicato e non avete avuto risposta al vostro problema?

Quante volte non avete potuto cambiare un acquisto difettato per sostituirlo con uno identico ma funzionante?

Quante volte siete stati ingannati dal rivenditore ufficiale di turno?

Paolino Salierno: video

Paolino Salierno

Nell’ultima video puntata di Un caffé con l’avvocato, Paolino Salierno, ci aveva illustrato in via generale i diritti del consumatore.

Oggi entriamo nel dettaglio parlando di prodotti difettati e venduti da aziende autorizzate, per scoprire cosa si può fare, quali sono i nostri diritti, le tempistiche da rispettare e come non farci truffare dal “furbetto” di turno che non vuole sostituire un acquisto difettato con uno nuovo e funzionante!

Buona visione!

Francesco Musto vince il premio Sorriso di Rai Cinema Channel

Francesco Musto è un attore avellinese e sceneggiatore, sin da piccolo si avvicina al mondo del cinema e della recitazione, nonostante sia affetto da una rara distrofia muscolare.

Essere diversi è il suo cortometraggio d’esordio che lo ha portato a vincere il prestigioso premio Sorriso di Rai Cinema Channel, selezionato dal Festival Tulipani di Seta Nera. Il suo corto sarà presente per un anno suòlla piattaforma di streaming Rai Play.

Francesco Musto

Francesco Musto

Essere diversi affronta la tematica del bullismo e racconta di diversità, di sensibilità e sofferenza ma lo fa senza pietismo.

Ne consigliamo vivamente la visione.

Plasma iperimmune per la cura del Covid-19: è stata avviata la raccolta in Campania

L’Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino, dopo aver ottenuto l’autorizzazione alla sperimentazione del plasma iperimmune da parte del Comitato Etico, è la prima struttura sanitaria in Campania a essere partita con il prelievo da soggetti convalescenti da infezione SARS-Cov2 e a disporre già di alcune sacche di quella che al momento sembra essere la più promettente risorsa terapeutica per il trattamento delle forme severe del nuovo Coronavirus.

Grazie alla spontanea generosità degli ex pazienti guariti dall’infezione, il Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale dell’Azienda Moscati ha infatti provveduto all’invio del plasma presso il Policlinico San Matteo di Pavia per la rilevazione della quantità di anticorpi neutralizzanti e al momento già ha la disponibilità di una piccola scorta, pronta per un eventuale utilizzo.

Silvestro Volpe, direttore del Simt (Servizio di Immunoematologia e medicina Trasfusionale), afferma:

Il prossimo obiettivo è quello di coinvolgere molti soggetti per poter realizzare una sorta di banca del plasma iperimmune. E poiché la provincia di Avellino ha fatto registrare la più alta incidenza di casi di positività al Covid-19, con l’importante cluster di Ariano Irpino, il numero dei potenziali donatori potrebbe essere rilevante.

Il Moscati è la prima struttura ospedaliera in Campania ad essere partita con il prelievo del plasma per la cura del Covid-19

Il Moscati è la prima struttura ospedaliera in Campania ad essere partita con il prelievo del plasma per la cura del Covid-19

Requisiti per la donazione

Per poter donare il plasma non basta essere guariti per risultare idonei.

Per poter donare bisogna avere un’età compresa tra i 18 e i 65 anni ed essere in possesso di diagnosi accertata con positività del tampone e successiva negatività ovvero l’esito di due tamponi negativi effettuati a 24 ore di distanza. Inoltre bisogna non aver ricevuto trasfusioni di sangue, non essere affetti da patologie croniche significative. Nel caso il donatore sia di genere femminile è necessario non aver avuto gravidanze o aborti.

Coloro che rientrano in questi criteri possono contattare il Servizio Trasfusionale dell’Azienda Moscati al seguente numero: 0825 20 38 73. Il numero è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle ore 12:00.

È possibile anche inviare una e-mail all’indirizzo di posta elettronica simt@aosgmoscati.av.it.

Dopo la volontà di voler donare verrà concordata una data per l’esecuzione di un controllo preliminare per la valutazione dell’idoneità alla donazione, subordinata ad un riscontro di un livello sufficientemente elevato di anticorpi neutralizzanti il virus.

Scroll to top