Sanità

Emergenza Covid-19 in Irpinia: risultati dei test rapidi su personale e pazienti del Frangipane e del Criscuoli

Sono stati effettuati 377 test rapidi sul personale e sui pazienti del P.O. Frangipane di Ariano Irpino.

I casi negativi sono risultati 371 su 377.

Risultano essere probabili immuni 17.

I casi positivi sono 6 su 377 ma dovranno essere confermati dal tampone.

Ricordiamo che i test rapidi, a differenza del tampone, sono meno efficaci ma attendibili per poter dichiarare la positività al Covid-19.

I dati appena riportati sono confortanti poiché dimostrano come il Frangipane, ad oggi, è un ospedale sicuro.

Test rapidi effettuati al Frangipane e al Criscuoli: i risultati

Ecco i risultati pervenuti dall’ASL di Avellino su pazienti e operatori

Sono stati effettuati 88 test rapidi anche sul personale e sui pazienti del P.O. Criscuoli di Sant’Angelo dei Lombardi.

I casi negativi sono 85 su 88

I positivi sono 3.

I probabili immuni sono 9.

Tale esito verrà confermato dai tamponi.

Coronavirus in Irpinia: 19 nuovi tamponi sono risultati positivi

Dagli esami effettuati dall’AORN Moscati di Avellino sono risultati positivi al Coronavirus 19 nuovi tamponi.

Emergenza Covid-19 in Irpinia: 19 nuovi tamponi sono risultati positivi

Emergenza Covid-19 in Irpinia: 19 nuovi tamponi sono risultati positivi

I risultati pervenuti dall’ASL di Avellino sono i seguenti:

  • 6 nel Comune di Ariano Irpino
  • 2 nel Comune di Avellino
  • 2 nel Comune di Venticano
  • 1 nel Comune di Santo Stefano del Sole
  • 3 nel Comune di Mercogliano
  • 1 nel Comune di Mugnano del Cardinale
  • 1 nel Comune di Montemiletto
  • 1 nel Comune di Pratola Serra
  • 1 nel Comune di  Montecalvo Irpino
  • 1 nel Comune di Trevico

Emergenza Covid-19: parte il progetto Smart PMA per le coppie in trattamento nei centri di fertilità

Smart PMA  è un progetto che coinvolge i più importanti centri sanitari pubblici italiani di Procreazione Medicalmente Assistita.

Questo progetto, che ha come logo identificativo un’opera realizzata da Gennaro Vallifuoco, è dedicato ai pazienti affetti da sterilità che, a causa dell’emergenza Covid-19, rischiano di rallentare o interrompere il trattamento di cura in corso o di rimanere in lista d’attesa per un tempo indeterminato.

Dunque le coppie in lista d’attesa potranno effettuare, su prenotazione, consultazioni in videochiamata con gli specialisti di riferimento. A rotazione, inoltre, verrà garantita almeno una finestra informativa giornaliera, aperta ai pazienti per contatti urgenti, indipendentemente dalla sede presso la quale hanno deciso di farsi curare.

Emergenza Covid-19: parte il progetto Smart PMA per le coppie in trattamento nei centri di fertilità

Emergenza Covid-19: parte il progetto Smart PMA per le coppie in trattamento nei centri di fertilità

Cristofaro De Stefano, il Responsabile dell’Unità Operativa di Fisiopatologia della Riproduzione afferma:

La sospensione delle attività ambulatoriali e dei trattamenti di Procreazione Assistita in osservanza delle prescrizioni per il contenimento della diffusione dell’infezione Covid-19, può determinare un importante disagio per le coppie in cura per la sterilità.

Molte donne e uomini sono in lista di attesa da mesi, a volte anni, per ricevere una giusta diagnosi e un efficace trattamento e l’emergenza Coronavirus rischia di interrompere il loro percorso di cura.

Renato Pizzuti, Direttore Generale dell’Azienda Moscati dice:

In questo periodi di grande emergenza è di fondamentale importanza riuscire a garantire continuità assistenziale a tutte quelle persone che hanno necessità di proseguire l’iter terapeutico avviato.

Si deve fare il possibile, soprattutto in ambito sanitario, per tutelare le fragilità e ridurre al minimo le conseguenze negative della pandemia.

Per usufruire del servizio l’Azienda Moscati ha già attivato un numero telefonico dedicato ed è il seguente: 0825 203914. Il numero è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle ore 13:00.

Per comunicare attraverso mail, l‘indirizzo di posta elettronica è il seguente: fisiopat@aosgmoscati.av.it.

Emergenza Covid-19 in Irpinia: 49 tamponi sono risultati positivi

Dai test effettuati dall’AORN Moscati di Avellino sono risultati positivi al Covid-19 49 tamponi positivi.

Covid-19 49 nuovi tamponi positivi in Irpinia

Covid-19 49 nuovi tamponi positivi in Irpinia

I risultati pervenuti dall’ASL di Avellino sono i seguenti:

  • 1 nel Comune di Altavilla Irpina
  • 15 nel Comune di Ariano Irpino
  • 2 nel comune di Avellino
  • 1 nel Comune di Bonito
  • 1 nel Comune di Cervinara
  • 1 nel Comune di Cesinali
  • 2 nel Comune di Flumeri
  • 3 nel Comune di di Gesualdo
  • 1 nel Comune di Grottaminarda
  • 1 nel Comune di Melito Irpino
  • 2 nel Comune di Mercogliano
  • 3 nel Comune di Mirabella Eclano
  • 1 nel Comune di Montemiletto
  • 1 nel Comune di Pietradefusi
  • 1 nel Comune di Pietrastornina
  • 1 nel Comune di Roccabascerana
  • 1 nel Comune di Rotondi
  • 2 nel Comune di Solofra
  • 4 nel Comune di Sturno
  • 1 nel Comune di Trevico
  • 1 nel Comune di Vallesaccarda
  • 1 nel Comune di Tufo
  • 1 nel Comune di Venticano
  • 1 nel Comune di Zuncoli

Emergenza Coronavirus in Irpinia: nuovi 21 tamponi positivi

L’ASL di Avellino comunica che, dai tamponi effettutati dall’AORN Moscati di Avellino, sono risultati positivi al Covid-19 nuovi 21 tamponi positivi.

Emergenza Covid-19 in Irpinia 21 tamponi positivi

Emergenza Covid-19 in Irpinia 21 tamponi positivi

I risultati pervenuti sono i seguenti:

  • 3 nel Comune di Ariano Irpino
  • 3 nel Comune di Solofra
  • 2 nel Comune di Avellino
  • 2 nel Comune di Bagnoli Irpino
  • 2 nel Comune di Calitri
  • 1 nel Comune di Montemiletto
  • 1 nel Comune di Forino
  • 1 nel Comune di Torrioni
  • 1 nel Comune di Vallesaccarda
  • 1 nel Comune di Trevico
  • 1 nel Comune di Chiusano di San Domenico
  • 1 nel Comune di Villanova del Battista
  • 1 nel Comune di Aiello del Sabato
  • 1 nel Comune di Quindici

I pazienti positivi al Covid-19 del Centro Minerva sono stati trasferiti al Frangipane

L’ASL di Avellino insieme al Prefetto e alla Regione Campania hanno avviato il trasferimento immediato al P.O. Frangipane di Ariano Irpino dei 23 pazienti risultati positivi al Covid-19, per sopperire all’impossibilità da parte del Centro Minerva di far fronte all’assistenza delle persone ricoverate.

Il Centro MInerva trasferisce i pazienti all'ospedale di Ariano Irpino

L’ASL di Avellino trasferisce pazienti indetti del Centro Minerva

I pazienti del Centro Minerva che sono risultati negativi al tampone resteranno presso la struttura di riabilitazione dove sono state prese tutte le misure di contenimento del contagio compresa sanificazione della struttura.

Sono stati sottoposti a nuovo tampone, a 48 ore di distanza, gli operatori risultati negativi al primo test mentre è stato effettuato un primo tampone per tutti gli operatori che, non svolgendo il turno, non erano stati ancora oggetto di screening.

Il trasferimento dei 23 pazienti del Centro mInerva è stato possibile grazie alle scelte strategiche adottate nei giorni scorsi dalla Direzione Generale dell’ASL volte a potenziare l’area COVID-19 del nosocomio.

Maria Morgante dichiara:

In un momento di grave emergenza l’ASL e il Frangipane non abbandonano nessuno, pertanto abbiamo deciso di farci carico di tutti i pazienti positivi del CEntro MInerva trasferendoli nel Presidio Ospedaliero.

La fragilità dei degenti, legata ad età e condizioni di salute, impone all’Azienda e a tutto il personale del Frangipane un ulteriore sforzo affinché le categorie considerate più a rischio, siano anche quelle più tutelate.

 

Coronavirus in Irpinia: nuovi tamponi sono risultati positivi

Dagli ultimi esami effettutati dall’AORN Moscati di Avellino sono risultati positivi al Coronavirus 6 tamponi.

Nuovi tamponi positivi al Covid-19 in Irpinia

Aggiornamenti sui positivi al Coronavirus dall’ASL di Avellino

I risultati sono i seguenti:

  • 3 nel Comune di Ariano Irpino
  • 1 nel Comune di Atripalda
  • 1 nel Comune di Solofra
  • 1 nel Comune di Gesualdo

Dai tamponi analizzati dall’azienda Ospedaliera San Pio di Benevento è risultata positiva al Covid 19 una persona residente a Pietradefusi.

Centro Minerva di Ariano Irpino: 25 tamponi sono risultati positivi al Coronavirus

Su 87 tamponi esaminati dall’Istituto Zooprofilattico di Portici su pazienti e operatori del Centro Minerva di Ariano Irpino, 25 tamponi sono risultati positivi al Covid-19.

Al centro di riabilitazione di Ariano Irpino sono risultati positi al Coronavirus 25 tamponi

Tamponi positivi al Coronavirus nel Centro Minerva

I risultati pervenuti dall’ASL di Avellino sono i seguenti:

  • 14 nel Comune di Ariano Irpino
  • 2 nel Comune di Grottaminarda
  • 2 nel Comune di Casalbore
  • 1 nel Comune di Castel Baronia
  • 1 nel Comune di Fontanarosa
  • 1 nel Comune di Flumeri
  • 1 nel Comune di Scampitella
  • 1 nel Comune di Teora
  • 1 nel Comune di Sturno
  • 1 nel Comune di Montecalvo

ASL Avellino: errore riguardo ai tamponi positivi comunicati

L’ASL di Avellino riferisce che i tamponi risultati positivi in data odierna sono 6 ma è stata riportata la positività di un paziente che non è residente a Carpiglia Irpina.

Il soggetto risultato positivo è nato a Carpiglia Irpina ma è residente nel Comune di Mercogliano.

 

Provincia di Avellino: misure a sostegno dei Comuni

La Provincia di Avellino offre ai Comuni Irpini kit per il test in vitro e annuncia che la consegna è prevista per venerdì 3 aprile.

L’Amministrazione Provinciale ha sottoscritto un protocollo d’intesa con l’Ordine, a seguito dell’adesione all’iniziativa, di quasi tutti i Comuni del territorio.

Emergenza Covid-19: le misure a sostegno dei Comuni

Provicia di Avellino e le misure prese

Domenico Biancardi, presidente della Provincia, dichiara:

Abbiamo acquistato 4mila kit che serviranno per la pre-diagnosi. Il test favorisce lo screening sulla potenziale positività. La verifica successiva per l’accertamento va comunque eseguita dalle strutture accreditate. Questo è uno strumento utile quale ulteriore misura di controllo.

Il test è rivolto a coloro che presentano sintomatologia da più giovani e a chi è stato a contatto con positivi al Covid-19. Fa piacere che i Sindaci abbiano accolto con favore questa iniziativa, sottoscrivendo subito l’adesione.

Praticamente tutti, fatta qualche eccezione, hanno risposto all’iniziativa.

La somministrazione del test avverrà previa acquisizione del consenso informato degli interessati e nel rispetto delle norme in materia di privacy, sotto la responsabilità dei comuni.

Ricordiamo, infatti, che ora la cosa più importante sono i numeri e non scoprire chi si nasconde dietro questi numeri, rivelandone nome e cognome. Una caccia inutile che oltre ad alimentare il pettegolezzo, avvezzo tra molti abitanti irpini, nei fatti non risolve nulla e non ferma il contagio.

Se il test risulta positivo: cosa deve fare il Sindaco

Ritornando ai test ricordiamo che qualora fossero positivi, il Sindaco disporrà l’isolamento fiduciario e, congiuntamente al medico di base, ne darà immediata comunicazione all’ASL per l’accertamento definitivo del contagio.

La Provincia di Avellino consegnerà, attraverso l’Ordine, ai medici di base e ai pediatri le mascherine certificate FFP2 e guanti monouso, per permettere di eseguire in sicurezza i test.

Scroll to top