Avellino

Di Maio e il Movimento 5 Stelle si riprendono la città

Per il secondo anno consecutivo, il vicepremier Luigi Di Maio si fa vedere in città a pochi giorni dalle elezioni amministrative. L’anno scorso è andata bene. Quest’anno, visto l’entusiasmo dei militanti ed elettori arrivati da tutta l’Irpinia, il Movimento 5 Stelle potrebbe ripetersi. Continuare per cambiare è lo slogan.

Insomma, la sfida del Movimento 5 Stelle al Pd, partito che ha governato la città di Avellino negli ultimi trent’anni, entra nel vivo e Di Maio è il primo a prendersi la piazza.

Franco Roberti (Pd):
«Un ex magistrato può dedicarsi alla politica»

Legame antico quello tra Franco Roberti e l’Irpinia che risale agli anni ’80 e alle drammatiche vicende del terremoto, quando da giovane giudice istruttore fu inviato a Sant’Angelo dei Lombardi per indagare sulle infiltrazioni camorristiche nella ricostruzione post-sisma.

Oggi l’ex Procuratore nazionale Antimafia torna in Irpinia in altre vesti. Candidato al Parlamento Europeo, l’assessore regionale della Giunta De Luca ha incontrato gli elettori presso la Chiesa del Carmine e spiegato le ragioni della sua candidatura con il Pd, difendendo il suo impegno politico dopo una vita da magistrato.

Intervistato da Livio Coppola, de “Il Mattino” di Avellino, Franco Roberti si è a lungo soffermato sui grandi cambiamenti che l’Irpinia ha subito in questo quarantennio.

“Terza età seconda giovinezza”,
ad Avellino visite gratuite agli anziani

L’Azienda Ospedaliera Luigi Vanvitelli porta in piazza ad Avellino una campagna informativa sui servizi dedicati agli anziani.

Oggi, fino alle ore 17, nei pressi di Palazzo Caracciolo, tutti i pazienti geriatrici avranno la possibilità di effettuare visite gratuite per la valutazione di eventuali deficit cognitivi.

 

Avellino Città Sicura,
Pignataro: «Sono vicino al comandante Arvonio»

Il segretario regionale dell’Aicis, Salvatore Pignataro, candidato a sostegno del Pd di Luca Cipriano, presenta Città Sicura, un progetto che prevede una serie di interventi da adottare per gestire al meglio la sicurezza pubblica.

La presentazione delle sue proposte assume ancora più rilevanza dopo le minacce e gli atti intimidatori subiti dal comandante dei vigili urbani, Michele Arvonio, che sta eseguendo in questi giorni il piano sfratti varato dal commissario prefettizio.

Confcommercio Avellino,
La Stella: «Rappresentiamo una risorsa per la città»

La Confcommercio di Avellino ha organizzato un incontro con tutti i candidati a sindaco per presentare e ascoltare le proposte per il rilancio del tessuto economico e sociale del capoluogo.

«Noiha affermato il presidente Oreste La Stella- ci auguriamo che il commercio venga trattato con la giusta dignità che deve avere visto quello che rappresenta in termini numerici. Eppure il commercio è sempre stato messo nell’angolo. Questa è follia perché le realtà di un territorio vanno salvaguardate, rilanciate, rivalutate e supportate».

XI Giornata nazionale del mal di testa,
domani visite gratuite al Moscati

In occasione della XI Giornata Nazionale del Mal di Testa, l’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino ha organizzato l’iniziativa “Centro di ascolto per pazienti affetti da cefalea”.

Domani, martedì 14 maggio, dalle ore 14 alle 19, presso gli ambulatori dell’Unità Operativa di Neurologia, il Responsabile del Centro Cefalee dell’Azienda “Moscati”, Florindo d’Onofrio, sarà a disposizione dell’utenza per consulenze e visite gratuite. Per usufruire del servizio non è necessaria la prenotazione.

Auguri a tutte le mamme del mondo

 

Biancamaria D’Agostino inaugura il comitato elettorale

Nel giorno del compleanno della candidata a sindaco di Avellino, i salviniani inaugurano la sede del comitato elettorale della Lega in corso Vittorio Emanuele e Biancamaria D’Agostino brinda insieme alla sua squadra di candidati e militanti della Lega che la sosterranno in questa campagna elettorale che li vede protagonisti.

Luca Cipriano agita la questione morale

“I partiti di oggi sono soprattutto macchine di potere e di clientela. Gestiscono interessi, i più disparati, i più contraddittori, talvolta anche loschi, comunque senza alcun rapporto con le esigenze e i bisogni umani emergenti, oppure distorcendoli, senza perseguire il bene comune. La loro stessa struttura organizzativa si è ormai conformata su questo modello, e non sono più organizzatori del popolo, formazioni che ne promuovono la maturazione civile e l’iniziativa: sono piuttosto federazioni di correnti, di camarille, ciascuna con un ‘boss’ e dei ‘sotto-boss’.  Tutte le ‘operazioni’ che le diverse istituzioni e i loro attuali dirigenti sono chiamati a compiere vengono viste prevalentemente in funzione dell’interesse del partito o della corrente o del clan cui si deve la carica. Un credito bancario viene concesso se è utile a questo fine, se procura vantaggi e rapporti di clientela; un’autorizzazione amministrativa viene data, un appalto viene aggiudicato, una cattedra viene assegnata, un’attrezzatura di laboratorio viene finanziata, se i beneficiari fanno atto di fedeltà al partito che procura quei vantaggi, anche quando si tratta soltanto di riconoscimenti dovuti”.

Così come ieri Berlinguer parlava dei partiti – Dc e Psi soprattutto – che governavano l’Italia da decenni, per contrapporre a quella politica degenerata la “pulizia” del Pci (che pure, bisogna dire, da tempo non era immune dagli stessi vizi); oggi Cipriano agita la questione morale all’interno della città di Avellino e del Partito Democratico che dei comunisti italiani ha raccolto l’eredità.

“La questione morale è un tema di attualità nella città di Avellino come nella Politica. Non si può trattare come claim pubblicitario da utilizzare o agitare come clava contro l’avversario di turno. È un obiettivo alto, serio, ed è un punto di partenza e non di arrivo. e il punto di partenza è dato dalla qualità delle persone che si coinvolgono, dalle proposte che si fanno, dal merito che è indispensabile per fare emergere chi vale”.

E se è vero che oggi la definizione di “macchina di potere e di clientela” si adatta bene anche al Partito democratico, ecco che la questione morale ritorna a essere un tema di attualità anche nella città di Avellino. Da qui la sfida di Cipriano a tutti coloro che fanno le pulci ai nomi presenti nelle liste.

“Fare le pulci ai nomi delle liste è davvero ridicolo. In ogni lista ci sono nomi più noti e meno noti. Sfido chiunque a dimostrare il contrario, sfido chiunque a dire che hanno le liste completamente vergini e immacolate. Io rispondo per le liste civiche che mi sostengono, che ho costruito, dove ci sono 64 persone alla prima esperienza politica e 26 giovani sotto i 40 anni nelle liste Mai + e Avellino +. Nessuno ha la bacchetta magica, nessuno può cambiare completamente la classe dirigente ma con Luca Cipriano sindaco una nuova classe dirigente ha quantomeno l’occasione di provare a governare Avellino”.

“Il mio diario”,
il questore a scuola per la consegna delle agende

Presso il quinto circolo didattico Palatucci di Avellino si è svolta la cerimonia di consegna de “Il mio diario”, l’agenda scolastica della Polizia di Stato.

L’iniziativa, giunta alla sesta edizione, è promossa dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Il Questore di Avellino, Luigi Botte, accompagnato dal Prefetto, Maria Tirone, nel consegnare le agende scolastiche agli alunni ha evidenziato il valore dell’amicizia, della legalità e della sicurezza.

La cerimonia è stata anche l’occasione per avvicinare i ragazzini al mondo della Polizia di Stato.

«Chi conosce -ha rimarcato il questore Luigi Botte- è libero. Abbiamo bisogno di cittadini liberi e informati per svolgere al meglio il nostro lavoro di tutori dell’ordine e della sicurezza pubblica».

 

 

Scroll to top