Alto Calore

Alto Calore in bilico,
Governo e Regione ancora distanti

Nulla di fatto. Si è concluso così anche il secondo incontro promosso dalla Provincia per arrivare a un risanamento dell’Alto Calore, su cui pesa un debito di 140 milioni di euro.

Ancora molto distanti le posizioni di Regione e Governo che insieme alle altre parti sociali presenti al tavolo si ritroveranno tra 10 giorni per trovare una soluzione all’annosa vicenda.

Il vicepresidente della Regione, Fulvio Bonavitacola, mette sul piatto 3 ipotesi: chiedere prestito alla Cassa Depositi e Prestiti; far ripianare il debito ai comuni soci; portare i libri in Tribunale e decretare il fallimento dell’ente.

Bonavitacola difende l’operato dell’attuale cda dell’Alto Calore e in polemica con il Governo ritiene il piano proposto da Ciarcia in netta discontinuità con le gestioni precedenti e indica nella Regione l’unico punto fermo a favore dell’ente di corso Europa.

Il sottosegretario Carlo Sibilia non ritiene credibile il piano presentato dall’Alto Calore e alle 3 ipotesi proposte da Ciarcia e Bonavitacola ne aggiunge un’altra: il concordato preventivo di continuità.

Giornata mondiale dell’acqua, il Meetup: «L’Irpinia deve custodire un tesoro»

Gli attivisti del Meetup di Avellino si ritrovano davanti la fontana di Bellerofonte per difendere l’acqua pubblica. In occasione della giornata mondiale sulla risorsa idrica e in concomitanza con la discussione in atto in Commissione Ambiente, i cittadini attivi del capoluogo si sono ritrovati a Corso Umberto per affrontare uno dei temi che tocca da più da vicino l’Irpinia.

Alto Calore,
task force anti-abusivi

Guerra ai furbetti del contatore. Per sei mesi 39 letturisti controlleranno le 214 mila utenze. Sotto la lente di ingrandimento di Corso Europa coloro che non sono in regola con i misuratori e chi accede direttamente alla rete senza dichiararlo.

La priorità per il presidente Michelangelo Ciarcia è eliminare i cosiddetti occhi di riguardo, applicare il principio dell’equità e soprattutto far incassare all’ente il dovuto per il servizio erogato.  La nuova scure, però, non risparmia neanche le utenze pubbliche non dichiarate, come i fontanini e i bocchettoni antincendio dei vigili del fuoco. Un’azione, quindi, che porterà non poche risorse all’Alto Calore, che così potrà dare una prima risposta in termini di spending review.

 

La conferenza stampa della Lega,
Morano: «Alto Calore fallimento politico»

Questa mattina il segretario provinciale della Lega, Sabino Morano, insieme al sindaco di Cassano Irpino, Salvatore Vecchia e al consigliere comunale di Ariano, Pasqualino Santoro, ha tenuto una conferenza stampa sull’ Alto Calore per esprimere la propria posizione su una questione gravissima divenuta ormai emergenziale.

Acqua pubblica,
parte la petizione popolare

Roberto Montefusco, coordinatore provinciale di Si, in occasione di una conferenza stampa, presenta il referendum a sostegno dell’acqua pubblica.

Alto Calore, assemblea rinviata a gennaio

La proposta del presidente della Provincia, Domenico Biancardi, di prendere tempo per coinvolgere Governo e Regione viene accolta all’unanimità dai sindaci.

Scroll to top