Cultura

Torella dei Lombardi si trasforma in un villaggio western
per omaggiare Sergio Leone

Torella dei Lombardi dal 28 al 30 giugno si trasforma in un vero e proprio villaggio western per onorare Sergio Leone, il suo concittadino più illustre, che dall’Irpinia ha conquistato Hollywood. Sapori Antichi Dal Wild West all’Irpinia è il nome dell’evento promosso dal Comune di Torella dei Lombardi e diretto da Roberto D’Agnese.

Come afferma il sindaco Delli Gatti:

Portiamo avanti una peculiarità di Torella dei Lombardi legata al mondo western. Torella ha un legame indissolubile con il cinema western ed è questo che, attraverso l’evento, cerchiamo di rievocare. Non si tratta di una caricatura del Premio Sergio Leone, che stiamo comunque tentando di rilanciare, ma un modo per innovare e rinnovare un appuntamento estivo all’insegna del sano e gioioso divertimento. Realizziamo questo evento con cognizione di causa, perché un nostro concittadino – e non uno qualsiasi – ha dato vita ad un genere che ha rivoluzionato il mondo del cinema internazionale, inserendo nei suoi film decine di riferimenti al nostro paese.

Dal Wild West all'Irpinia: video

Dal Wild West all’Irpinia

Sapori Antichi Dal Wild West all’Irpinia: appuntamenti in programma

Sapori Antichi Dal Wild West all’Irpinia apre le sue porte il 28 giugno alle ore 20:00 con una degustazione di vini e prodotti tipici della zona. Alle 21:00 gli alunni della quinta classe dell’Istituto comprensivo Criscuoli si esibiranno con uno spettacolo western. A termine della rappresentazione si aprono le danze con il live di Popolo Vascio, band di musica popolare tradizionale del Sud Italia, e il concerto de La Terza Classe, band folk napoletana.

Il 29 giugno Sapori Antichi Dal Wild West all’Irpinia inizia alle ore 12:00 con l’aperitivo in terrazza che precede il Pranzo in Irpinia (obbligo prenotazione). Alle ore 17:00 si prosegue con giochi western e con l’apertura del ranch e il battesimo della sella. Alle ore 20:00 presso l’atrio del Castello si inizia con le degustazioni enogastronomiche mentre in Piazza Sergio Leone alle ore 21:00 c’è l’appuntamento con il live de Le Sette Bocche e Officina Zoè, (band di pizzica salentina).

Wild West Irpinia: video

L’Irpinia omaggia Sergio Leone

Il 30 giugno si ricomincia dalle ore 12:00 con l’aperitivo in terrazza e prosegue con il Pranzo con lo Chef (a cura di Vincenzo Del Priore e Giancarlo Silano del Ristorante Ruspoli e sempre su prenotazione). Alle 16:00 appuntamento presso la sala consiliare del Castello per l’incontro culturale Racconti inediti della famiglia Leone a Torella. Alle ore 20:00 appuntamento con la degustazione di prodotti e vini locali. Alle ore 21:00 appuntamento musicale con Agostino Tordiglione Trio, performer e strumentista irpino, e con Mimmo Cavallaro, cantautore di musica etnica.

Atripalda: 15 giugno appuntamento con Abellinum Pride

L’associazione Apple pie ha organizzato l’Abellinum Pride che si svolgerà sabato 15 giugno ad Atripalda. Durante la conferenza stampa svoltasi al Godot Art Bistrot di Avellino, abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Mara Festa, presidente dell’associazione e Antonio de Padova, il vicepresidente.

Mara Festa e Antonio de Padova: intervista

Presidente e Vicepresidente di Apple pie

Abellinum Pride: percorso

L’Abellinum Pride si svolgerà nel seguente modo:

ore 16:00 Concentramento Piazza Umberto I

ore 17:00 Partenza da Piazza Umberto I

Via Piazza
Piazza Garibaldi (prima sosta)
Via Vico La Torre
Piazza Municipio (seconda sosta)
Via Belli
Via Cammarota
Largo Fiumitello (terza sosta)
Piazza Giovanni XXIII
Via Santi Sabino e Romolo
Via Fiume (quarta sosta)
Via Gramsci (quinta sosta)
Largo Orta (sesta sosta)
Via Aldo Moro (settima sosta)
Rotonda Maddalena (ottava sosta)
Via Roma scuola elementare (nona sosta)
Via Roma Ponte (decima sosta)

Attivo Piazza Umberto I e chiusura.

Abellinum Pride: intervista

Sfilata arcobaleno ad Atripalda

Partecipate numerosi!

La Fermata porta in scena Gli imbianchini non hanno ricordi di Dario Fo

La compagnia teatrale La Fermata porta in scena Gli imbianchini non hanno ricordi (1977) di Dario Fo. La rappresentazione teatrale si terrà domenica 16 giugno presso l’Auditorium comunale di Melito Irpino alle ore 20:30.

L’evento è stato organizzato dalla compagnia teatrale La Fermata per la conclusione del laboratorio di primo livello, svoltosi nei mesi precedenti, dagli allievi di Melito Irpino. L’ingresso è gratuito!

La Fermata: laboratorio teatrale

Laboratorio de La Fermata

Gli imbianchini non hanno ricordi: la trama

Gli imbianchini non hanno ricordi è un’opera ambientata in una casa chiusa degli anni ’50, nel periodo successivo alla Legge Merlin che ne stabiliva la chiusura. Protagonisti sono due perdigiorno, che spacciandosi per imbianchini, si imbattono in diverse peripezie all’interno della casa chiusa in cui stanno lavorando.

I due perdigiorno tra mille colpi di scena riescono a conquistare l’affetto delle ragazze della casa chiusa.

Laboratorio teatrale de La Fermata

Laboratorio teatrale di Primo Livello

La Fermata: intervista sul laboratorio teatrale e sull’opera riadattata

Riadattare un’opera non è un  lavoro semplice, per capire meglio ciò e per scoprire qualcosa di più sulla rappresentazione teatrale abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Francesco Teselli e Gilda Ciccarelli.

Quali difficoltà avete avuto per il riadattamento del copione?

La difficoltà principale è stata sicuramente relativa alla scelta dei personaggi: l’aderenza dei caratteri giusti da far indossare a persone di un’età eterogenea e cercare allo stesso tempo di rispettare il senso ironico e grottesco che contraddistingue Dario Fo.

Perché avete scelto di portare in scena Gli imbianchini non hanno ricordi?

Perché Dario Fo e i suoi “Imbianchini” offrono una grande opportunità per riassumere tutti gli esercizi svolti nel corso dell’anno dai ragazzi che hanno partecipato al laboratorio.

La Fermata: video

Tecniche di recitazione

Quali sono stati i progressi della classe durante lo svolgimento del laboratorio teatrale?

Molti dei partecipanti partivano da zero, dunque, è stato interessante vedere l’evoluzione di ciascun allievo durante lo svolgimento del laboratorio. Uno dei progressi lampanti è stata l’inflessione prevalentemente campana e l’ortopeia. Altro progresso è stato relativo alla gestione del corpo sia sul palcoscenico che nella vita di tutti i giorni.

Atmospheric drone di Fabio Orsi ipnotizza il pubblico del Godot

Fabio Orsi incanta il pubblico del Godot con l’eleganza e il minimalismo di Atmospheric drone. Ciò che il musicista ha  regalato agli spettatori è stato un sound intimo, accentuato da un live privo di luci e che ha trascinato ognuno nel proprio viaggio introspettivo.

Fabio Orsi: video

Fabio Orsi

Fabio Orsi è di Taranto ma in pochi anni è diventato un punto di riferimento nel panorama della musica sperimentale nazionale e internazionale.

La coerenza di Ulisse

Chi è l’uomo spinto dal suo demone interiore? Quel demone rappresenta quell’inclinazione che costringe l’essere umano a proseguire la sua strada, restando fedele a se stesso nonostante il dolore che arreca a sé e agli altri. Nell’immaginario collettivo questa capacità è rappresentata dall’autogovernarsi e dunque la condizione esistenziale ad essere responsabile delle proprie decisioni è raffigurata dal mito di Ulisse.

Durante il suo pellegrinaggio, durato dieci anni, Ulisse incontra creature bellissime che, però, deve sempre abbandonare per seguire il suo destino. È come un richiamo inconscio ma troncare gli affetti rappresenta un modo di voltare le spalle al mondo che ciascuno si costruisce e ciò, se vogliamo, è terribile perché non c’è altra giustificazione se quella di restare fedeli a se stessi. Dunque questa modalità di agire equivale ad un tradimento. Ciò a cui Ulisse si sottrae, voltando le spalle alle persone che incontra durante il suo viaggio, rappresenta il pensiero collettivo perché tradisce il pensiero comune e le aspettative della gente. In situazioni come questa può subentrare il rimorso, si può essere assaliti dai sensi di colpa ma la recriminazione peggiore per Ulisse sarebbe quella di non fare la cosa giusta.

Nel momento stesso in cui nasciamo, veniamo eterodiretti prima dai progetti dei nostri genitori e, successivamente, dall’ambiente in cui viviamo. Solo quando operiamo delle scelte personali diventiamo autodiretti e le cose intorno a noi iniziano a cambiare perché noi iniziamo a cambiare.

La nostra capacità di riuscire a trasformarci consiste, soprattutto, nell’ascoltare la voce dell’inconscio che custodisce l’irriducibile desiderio della realizzazione individuale. Per questo motivo, ogni essere umano è unico, ogni conflitto interiore è personale. Di fronte al conflitto, la persona implicata si ritira dal mondo, chiudendosi dal mondo e dagli altri.

La guarigione psicologica avviene attraverso una presa di coscienza della situazione che è utile, a far uscire la psiche dal suo torpore, per arricchire la vita di un senso di cambiamento e di avventura. Per questo motivo tutti noi siamo come Ulisse perché cerchiamo una nuova visione interiore che sia più ampia. Una visione capace d’interpretare e di fornire di nuovi significati il mondo relazionale in cui siamo immersi. Questo avviene quando superiamo gli attaccamenti dell’io e ciò si verifica quando cerchiamo di ampliare ciò che crediamo di essere, andando oltre il personaggio statico nel quale ci siamo identificati.

Ulisse

il mito di Ulisse

Quando ci sentiamo infelici è probabile che non stiamo agendo in conformità alle nostre attitudini e facciamo finta di non sapere quali siano. Coltivare le nostre inclinazioni ha un effetto prodigioso sulla psiche e ci fa sentire realizzati ma dobbiamo prima individuarle. Il rischio è quello di negare queste parti nascoste per uniformarci ad una realtà che ci porterà a vivere una vita mediocre perché delineata da ideali che non sono i nostri.

Fare emergere le nostre aspirazioni, significa far emergere i frutti della pianta che siamo ma, per rifiorire e fruttificare, bisogna che il guscio si apra. C’è bisogno di una porta aperta.

Volto di donna

I poteri della psiche

Chi è capace di aprire le porte della psiche? È l’eros perché quando lui apre le porte riusciamo a percepire il mondo e le nostre attitudini si possono manifestare. Per aprirsi all’altro l’io deve destituirsi, ha bisogno di laterarizzarsi per potersi rapportare a quegli aspetti oscuri della nostra personalità.

L’io comincia davvero a sapere quando si lascia accompagnare dalle immagini dell’inconscio, nelle quali si esprime la parte tenebrosa e scura della personalità. L’immaginazione quindi diventa un luogo intermedio di incontro e reciprocità, un luogo per superare le resistenze.

Quando superiamo le resistenze, la psiche si apre ed emerge un segreto custodito nel profondo. Il viaggio, quello di Ulisse non può esistere senza coinvolgimento affettivo. Non ci può essere viaggio e quindi creazione di ciò che siamo.

Questo, il talento dell’eros, che grazie al coinvolgimento affettivo sfida la paura, erotizza la paura e la attraversa. L’eros feconda il caos dentro di noi.

Come dice Carl Gustav Jung:

Accettai il caos e l’anima mia mi visitò.

È il processo individuale che implica una visione dell’uomo come essere tendente ad uno scopo che è quello di trovare la sua unicità. In questo tendere, tollerando l’accettazione della nostra ombra per diminuire la coazione difensiva a causa della paura della vita.

L’eros ci mette nello stato d’animo di accettare e rischiare tutto.

Jung affermava:

La trasformazione si ottiene con la follia dell’amore, che è una dimensione dinamica capace di portare l’inconscio alla luce.

E allora è piuttosto l’incapacità di amare che ci impoverisce, rendendoci sterili. Chi non ama vede il mondo come insignificante, ecco perché Freud arriva ad affermare che la libido conferisce alla realtà vitalità e bellezza. D’altra parte sempre Freud ci ricorda che l’umanità ha sempre sacrificato un pò della felicità in cambio di un pò di sicurezza.

Capovolgere gli assunti per vedere l’invisibile a caccia del desiderio inconscio.

L’intento è quello di aprire una finestra sulle dinamiche inconsce e ricordare che dall’atteggiamento creativo nasce il coraggio di vivere, che implica la consapevolezza della propria particolarità e di quell’incolmabile particolarità e di quell’incolmabile distanza che ci separa dall’altro ma che nello stesso tempo ci rende unici.

Il fine ultimo non è la meta il viaggio.

Si cambia quando ci si accosta al simbolico perché l’inconscio è poetico e si mostra metaforicamente. Solo allora possiamo revisionare e rileggere il nostro essere nel mondo. L’atteggiamento affettivo di tipo artistico esiste e conta veramente tanto. Se l’inizio del pensiero è il disaccordo, non solo con gli altri ma anche con noi stessi, bisogna dubitare di se stessi e del proprio pensare.

Dovremmo domandarci quale istanza in noi governa il nostro pensiero? Sarebbe il primo passo verso la verità e sciogliere così i falsi nessi tra le cose.

Donna

schemi mentali

Gli schemi mentali non portano a qualcosa di costruttivo, la sfida di Ulisse  è quella di andare oltre. Ulisse naviga per andare altrove, parlando e raccontandosi in un modo rinnovato supera se stesso.

Riverberi: Vittorio V Zollo apre il live di Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello

Il performer Vittorio V Zollo ha aperto il live del trombettista Fabrizio Bosso e del pianista Julian Oliver Mazzariello, penultimo incontro di Riverberi 2019.  Il performer ha presentato Stazione Fantasma.

Vittorio Zullo: video

Vittorio V Zollo il performer sannita

La rassegna di Riverberi si concluderà il 16 giugno a Forchia con la rievocazione storica della battaglia delle Forche Caudine, l’evento era previsto per lo scorso 12 maggio ma è stato rinviato a causa del maltempo.

Il 15 giugno, inoltre, ci sarà la serata fuori programma  che si svolgerà a Benevento e dove si terrà la presentazione dell’ultimo disco di Luca Aquino, realizzato con la collaborazione dell’Orchestra Filarmonica di Benevento.

Oroscopo della settimana: dal 10 al 16 giugno

Ariete: dal 21 marzo al 20 aprile

Ariete: segno zodiacale

Ariete

La parte più bella della settimana vi attende  tra venerdì e sabato con la Luna di Fuoco che vi strizza l’occhietto, preceduta da due giornate alquanto malmostose per via della Luna cancerina a braccetto con Marte e Mercurio che indirizzerà l’attenzione sulla famiglia e sui battibecchi sempre più frequenti che la animano. Uno spasso per i vicini che ascoltano il vostro teatro privato attraverso la parete!

Poche parole, ma solo domenica quella giusta per fare pace con il partner e trovare una via di comunicazione adeguata anche sul lavoro, ai corsi o in società.

L’ambiente è importante e va tenuto in gran conto. Bei viaggetti nei weekend, lunghi o brevi lo decideranno la voglia e il portafoglio.

Toro: dal 20 aprile al 20 maggio

Toro: segno zodiacale

Toro

Eterni innamorati con l’aria svagata e gli occhi rivolti al futuro, così vi vuole il vostro astro guida Venere a braccetto con Urano nel segno, domenica però la dea dell’amore e della bellezza vi darà il bye bye raggiungendo il Sole in seconda Casa e qui, senza attendere i saldi, comincerete a fare spese pazze.

Tra boutique e centro estetico investirete un bel capitaletto. Le ragioni? Svariate: dalla visita a parenti che non vedete da anni, fino alla vacanzina dove di certo non potete sfigurare, soprattutto, se siete a caccia di un fidanzato, peggio che cercare un ago in un pagliaio! Per vostra fortuna le finanze girano bene e potete permettervi non uno ma molti sfizi.

Nulla da ridire anche sugli affari, dovete metterci grinta e anche qualche arrabbiatura ma se vi fruttano un bel gruzzoletto perché no? Prudenza alla guida, non è da voi fare sciocchezze ma se siete in ritardo o avete la testa altrove questa volta rischiate una multa salata: attenti a non sfasciare la carrozzeria!

Giornate indimenticabili quelle di mercoledì e di giovedì, intoccabili venerdì, sarà opportuno camminare sulle uova.

Gemelli: dal 21 maggio al 20 giugno

Gemelli: segno zodiacale

Gemelli

Inizio settimana smart con la Luna nuova nel vostro segno, peccato che già martedì perdiate il vostro astro guida Mercurio che se ne va in Cancro rimpiazzato però già domenica dalla bella Venere che vi verrà a trovare portandovi armonia, bellezza e magari qualche nuovo flirt… Finalmente le pene d’amore stanno per finire, se il partner c’è ritroverete una grande sintonia , se manca e vi dispiace incontrerete chi vi intriga a sufficienza per farci un pensierino.

Clou della settimana affari, trattative e tante spese tutte necessarie ma anche se fatte di buon grado non sarete esenti da un filo di preoccupazione. Look in primo piano tra i costi ma anche viaggi, materiale scolastico per i figli e piccole riparazioni in casa, l’imprevisto continua a essere dietro l’angolo e stavolta ci rimarrà a lungo, parola di Urano in dodicesima Casa.

Sabato è il giorno perfetto per festeggiare il compleanno o  anche domenica, se non farete troppo caso alla Luna divenuta, nel frattempo, esageratamente salutista.

Cancro: dal 21 giugno al 21 luglio

Cancro: segno zodiale

Cancro

Protagonisti della settimana con la Luna crescente nel segno tra mercoledì e giovedì in compagnia di Mercurio che si è appena affacciato e di Marte ormai di stanza da un bel pezzo. Vita più facile  ma non facilissima perché Saturno e Plutone continuano a darvi filo da torcere e lo faranno ancora a lungo. Per questo motivo preparate le vostre munizioni e date battaglia ogni qual volta si rivelerà necessario. Tempo in scadenza per trasformare un’amicizia in amore o vi lanciate adesso o lasciate perdere, rassegnandovi a settimane di solitudine.

Domenica Venere andrà a farsi un riposino nella vostra dodicesima Casa, perciò i pensieri d’amore scivoleranno nelle retrovie cedendo il passo all’intraprendenza sul piano lavorativo, indispensabile per risolvere beghe o portare avanti iniziative pionieristiche e molto coraggiose. Energia fisica al top ma attenti a non stancarvi troppo, non siete miniere inesauribili e anche voi dopo un po’ accusate cedimenti.

A calmarvi ci sarà il mare, l’acqua: il vostro elemento da cui trarre purezza, nutrimento e tranquillità. Sì alle terme, alla barca e al nuoto.

Leone: dal 23 luglio al 23 agosto

Leone: segno zodiacale

Leone

La Luna approderà nel vostro segno tra venerdì e sabato regalandovi un bellissimo weekend. Domenica invece avrete il piacere di ritrovarvi Venere in sestile, cosa che dopo settimane di quadratura vi farà senz’altro un gran piacere.

Sempre positivo anche il grande Giove che vi parla di amore, viaggio e avventura, non così facile spostarsi però da quando Mercurio in dodicesima Casa se la vede con le difficoltà imposte da Marte.

Ritardi su treni e aerei, l’auto che si guasta o il solito distratto, impegnato a digitare messaggi sul cellulare, che vi tampona obbligandovi a una sosta dal meccanico.

Vergine: dal 24 agosto al 22 settembre

Vergine: segno zodiacale

Vergine

La bella Luna approderà nel vostro segno ma solo domenica quando, nemmeno a farlo apposta, Venere metterà piede in Gemelli, penalizzandovi subito con una quadratura: l’effetto dell’insoddisfazione e delle ambizioni deluse in linea perfettamente in linea con i vostri sospetti e l’atavica diffidenza nei confronti delle storie di cuore. Peccato! Per settimane l’avete avuta come amica in compagnia di Urano nel vostro segno e se ne avete approfittato per movimentare la vostra vita sentimentale buon per voi.

Molta energia e preoccupazione rivolta ai figli in odore di maturità o sotto stress per la pagella: un ultimo sforzo ed è fatta!

Battibecco tra amici o colleghi su questioni di lavoro che non danno tregua, come sempre siete voi gli inflessibili stacanovisti ma stavolta avete ragione: quando si decide di fare qualcosa va fatta al meglio, le mezze misure non soddisfano nessuno.

Qualche acquisto per la casa o un progetto di restyling, naturalmente ve ne occuperete voi personalmente, delle competenze di estranei proprio non riuscite a fidarvi.

Bilancia: dal 23 settembre al 22 ottobre

Bilancia: segno zodiacale

Bilancia

Due novità anche per voi, la bella Venere che per settimane vi ha deliziati e insieme afflitti con un’opposizione domenica leva le tende. In compenso Mercurio, finora, neutrale da Martedì vi regala un super trigono, alleandosi con Marte e la Luna cancerina. Un bel periodo dunque quello che vi aspetta, fatto di poche parole ma di viaggi interessanti e aspettative lunghe ma fruttuose.

Probabilmente l’amore entrerà in una fase di quiescenza ma se l’avete incontrato ora non avrete che a tenervelo stretto o se manca vorrà dire che per un po’ ne farete a meno, focalizzando l’energia su altri fronti. Dedicatevi a fare viaggi, e per gli universitari concentratevi sulla cultura: in periodo d’esami meglio non avere in ballo questioni di cuore causa di imperdonabili distrazioni.

Benone le finanze, va bene sostenere grandi spese ma guai ad acquistare cose inutili, anche un capitaletto consistente, prelevando quotidianamente finisce per esaurirsi… abbiate sale in zucca.

Scorpione: dal 23 ottobre al 21 novembre

Scorpione: segno zodiacale

Scorpione

Due novità: una brutta e una bella nel corso della settimana. La brutta è il passaggio di Mercurio in Cancro dove incontra Marte e la Luna, tutti malmostosi nei vostri confronti: è un problema visto che a penalizzarvi bastano già Saturno e Plutone in quadratura! Grane dunque non più su uno ma su due fronti, casa e lavoro ugualmente penalizzati, ma ecco che domenica arriva la buona notizia.

Venere finalmente raggiunge il Sole in Gemelli pieno di promesse: se l’amore già c’è rinverdirà o se lo state aspettando troverete la persona giusta, magari in vacanza o in un corso culturale.

Benone viaggi di lavoro e affari, se non fosse per il capo tignoso che vi trovate tra i piedi ne potreste trarre ottime soddisfazioni, felice però chi va in trasferta e se lo toglie dal campo visivo almeno per un pò. Forma fisica così così, solito mal di schiena, solita emicrania da stress, di grave proprio nulla perciò non pensateci troppo, passerà da sé.

Sagittario: dal 22 novembre al 21 dicembre

Sagittario: segno zodiacale

SagittarioCon il vostro inquilino Giove, il re della fortuna nel segno viaggiate in una botte di ferro, anzi d’or,, tanto più che in settimana vi perdete l’opposizione di Mercurio rimpiazzato solo domenica da Venere, che male non fa… Positivo il fine settimana, soprattutto venerdì e sabato con una Luna di Fuoco, riserva di generosità, passione e allegria. Non che ne abbiate bisogno, siete l’ottimismo in persona, il vostro entusiasmo contagia chiunque vi stia accanto.

Buon periodo per fare incontri, non solo amorosi ma anche amicizie e contatti di lavoro che si riveleranno utilissimi per un avanzamento o un cambio di ruolo.

Punto oscuro sempre le finanze, ma qualcosa anche in questo settore si sta muovendo, magari arriva la sospirata eredità contestata dal solito parente spocchioso oppure la liquidazione o il premio assicurativo atteso da tempo immemorabile. Tutto arriva a chi sa aspettare!

Capricorno: dal 22 dicembre al 19 gennaio

Capricorno: segno zodiacale

Capricorno

Con i vostri due giannizzeri: Saturno e Plutone e Marte all’opposizione ha poco da scherzare e lo stesso vale per Mercurio che si presenterà all’appello martedì insieme alla Luna. Faranno di tutto quei tre per destabilizzarvi ma è ben difficile che ci riescano, i più forti in fondo siete ancora voi!

Battibecchi di coppia a parte, l’amore continuerà a sorridervi almeno fino a domenica, poi la palma della vittoria passerà al lavoro dove vi faranno ponti d’oro. Insomma in barba al temuto grillo parlante, il vero tormentone del vostro segno, le cose vi andranno piuttosto bene.

Al top domenica con la Luna in segno di Terra come il vostro. Buon equilibrio tra vita sentimentale e lavorativa, se gli altri non vi tratteranno con i guanti come meritate alzerete lo scudo e non li degnerete di uno sguardo. Protezione contro i grossi guai, ai piccoli invece dovete pensarci voi!

Aquario: dal 20 gennaio al 19 febbraio

Acquario: segno zodiacale

Acquario

La settimana inizia splendidamente con la Luna in segno d’aria come il vostro, oltretutto in fase di novilunio, peccato che il giorno dopo Mercurio abbandoni lei e il Sole per scivolare in Cancro, il settore che nel vostro oroscopo parla esclusivamente di benessere e di lavoro. Messo alla prova il primo da stati infiammatori, il secondo da tensioni con i colleghi spocchiosi e competitivi, proprio il cacio sui maccheroni per voi fan del gruppo solidale e della cooperazione inter pares!

Scorbutici venerdì e sabato sotto tiro della Luna in Leone che come sempre vi renderà nervosi, le persone ambiziose convinte di avere diritto al comando vi indispongono al punto che preferite starvene nel vostro brodo, piuttosto che averci a che fare. Ma domenica arriverà la riscossa con il passaggio di Venere in Gemelli, segno d’aria e buon amico del vostro segno, giornata ottimale per flirtare un po’, ballare, godervi l’arte e la natura o giocare insieme ai vostri figli facendo a gara a chi è il più ragazzino… voi naturalmente!

Se non avete mai costruito un aquilone è arrivato il momento di cimentarsi, sarà una giornata felice da ricordare negli annali di famiglia. Tanti amici tutti dalla vostra parte, in voi hanno piena fiducia, al punto da elargirvi quel piccolo prestito di cui avete eternamente bisogno… i geni incompresi non hanno mai quattrini e voi certamente appartenente a quella stirpe!

Pesci: dal 20 febbraio al 20 marzo

Pesci: segno zodiacale

Pesci

Inizio settimana con l’umore sotto i tacchi, bella forza sotto tiro di Giove, Mercurio, Sole e anche la Luna nuova in quadratura. Da martedì però la situazione comincia a schiarirsi: Mercurio raggiunge Marte in Cancro seguito dalla Bianca Signora che, finalmente, vi coccola parlandovi teneramente d’amore, di figli e di creatività.

Se un sentimento vi scoppia nel cuore ma non trovate il coraggio di esprimerlo fatelo subito, il tempo sta per scadere e se le parole vi muoiono in gola scrivetelo, oppure affidatelo ai versi di una poesia o alle strofe di una canzone che parlerà per voi. Serenità in famiglia completa domenica, qualcuno di cui siete un filo gelosi tornerà a casa festeggiato come il figliol prodigo, a segnalarvelo Venere passata in quadratura mentre la Luna scontrosa nel segno opposto vi ricorda che anche gli altri hanno le loro ragioni, non dimenticate che siete dei Pesci, altruisti e disponibili, il ruolo di accentratore proprio non vi si addice!

Creatività bollente, lasciatela fare, ha tanto da dire e vuol farlo spontaneamente senza ingombranti direttive e lo stesso vale per il lavoro. Il vostro capo finalmente vi darà carta bianca e tutta quella fiducia che sapete di meritare. In ripresa anche la salute col raffreddore è ora di darci un taglio.

Avella e la breve storia triste del Noccio tour fantasma

La storia del Noccio tour fantasma di Avella è un esempio di una breve storia triste che abbiamo deciso di raccontare per mostrare gli effetti che ha la comunicazione quando viene utilizzata in modo superficiale e approssimativo, sperando che episodi del genere non si ripetano più.

Il Noccio tour è un evento organizzato da un’associazione di Avella che ha come scopo quello di promuovere e valorizzare il territorio, puntando sulla coltivazione della nocciola. L’evento avrebbe dovuto svolgersi oggi alle 10:00 ma del Noccio tour non ne era a conoscenza nessuno, Vigili Urbani compresi.

L’evento oltre ad essere presente sulle varie pagine social dell’associazione è stato diffuso da un noto sito web locale, attraverso un comunicato datato 30 maggio 2019.

Il Noccio tour fantasma prevedeva partenza alle ore 10.00 (da dove non si sa, presupponiamo da Avella. Per quanto riguarda il luogo preciso della partenza pensiamo al classico chiedere in loco agli abitanti del posto) con tour in costume d’epoca, visita guidata e degustazione della nocciola presso le aziende della zona.

Evento fantasma ad Avella

Noccio tour fantasma di Avella

Arrivati ad Avella ci rendiamo conto che non si respira il fermento del Noccio tour, anzi chiedendo in giro agli abitanti e dallo stupore riscontrato nel sentir parlare di questo evento, per un attimo abbiamo pensato di trovarci altrove, in un mondo parallelo. Chiediamo ai Vigili Urbani di Avella e l’espressione è identica a quella degli altri abitanti.

Decidiamo di telefonare all’associazione e ci risponde, probabilmente il direttore della stessa, pontificando sull’approssimazione del sito web (fonte tra le più attendibili per quanto riguarda gli eventi) che non avrebbe trascritto alcuni punti importanti del Noccio tour.

Il punto omesso era che l’evento era su prenotazione e qualora l’associazione non avesse raggiunto il numero giusto di partecipanti, il Noccio tour non si sarebbe svolto. Un dettaglio irrilevante per i lettori o possibili avventori.

Avella e il Noccio tour fantasma

Anfiteatro romano di Avella

Noccio tour fantasma: i nostri dubbi

Ora le domande che ci poniamo sono le seguenti:

  1. L’associazione, quando ha letto il comunicato sul Noccio tour ed ha appurato che era mancante d’informazioni fondamentali sulle modalità di svolgimento, perché non ha comunicato le giuste correzioni al sito per farle rettificare?
  2. Perché l’associazione ha creato un evento su Facebook e, una volta capito che non poteva svolgersi, non lo ha cancellato?
  3. Perché l’associazione non ha scritto un comunicato ufficiale sul proprio sito e sulla pagina per avvertire che l’evento era stato annullato?
  4. Perché l’associazione che ha organizzato l’evento non ha avvisato il sito web per far scrivere che il Noccio tour non si sarebbe più svolto?
  5. Come mai i Vigili Urbani non erano minimamente a conoscenza dello svolgimento e dell’annullamento di un evento che avrebbe dovuto svolgersi tra i monumenti di Avella e non in una struttura privata?
  6. Come mai il resto della stampa locale non era a conoscenza di questo evento?
  7. Perché un sito o un giornale che promuove un evento non ha la premura di seguire ciò di cui ha scritto o di accertarsi del suo svolgimento?
  8. Sono stati stanziati dei fondi per il Noccio tour?

Per le risposte lasciamo libero spazio alla vostra fantasia e al vostro acume!

Il Don Chisciotte irpino
della compagnia teatrale La Fermata

La compagnia teatrale La Fermata ha portato in scena una rivisitazione del Don Chisciotte, noto romanzo di Miguel de Cervantes.

La particolarità della rappresentazione teatrale, oltre alla rielaborazione del testo, colpisce per i numerosi rimandi all’Irpinia. Lo spettatore si trova a rivivere o a scoprire (per chi ne ha sentito parlare dai nonni) un tempo fatto di antichi mestieri e tradizioni che oggi stanno scomparendo.

Don Chisciotte: video

Compagnia teatrale La Fermata

La Fermata attraverso la rappresentazione del Don Chisciotte vuole trasmettere allo spettatore il valore intrinseco delle cose e l’importanza che ha la curiosità verso tutto ciò che ci gira intorno, comprese le tradizioni di un tempo.

Altro messaggio indirizzato a chi vive in Irpinia è quello di non abbandonare i propri sogni che, per l’asprezza del territorio, siamo abituati molto spesso a mettere da parte.

Un caffè al teatro con Francesco Teselli e Gilda Ciccarelli

Un caffè al teatro è il nuovo format che abbiamo pensato insieme a Francesco Teselli e Gilda Ciccarelli, attori della compagnia teatrale la Fermata. Questo progetto parte dall’idea principale che è quella di parlare del mondo del teatro da un punto di vista più tecnico ovvero scoprire come viene vissuto da chi sale sul palco ma senza dimenticare chi è seduto dall’altra parte.

Un caffè al teatro vuole essere un modo leggero di sbirciare dietro le quinte, per scoprire ciò che non sappiamo su questo mondo.

Un caffè al teatro con Francesco e Gilda

Un caffè al teatro

Perché un caffè al teatro?

Riteniamo che il teatro sia una forma d’intrattenimento a 360 gradi perché parla di vita, di esseri umani e di emozioni ma anche di libri, film, tecnica e storia. Il teatro, negli ultimi tempi, è in crisi perché sempre più persone preferiscono altre forme di svago o perché ritengono che il teatro sia noioso e di nicchia. Il nostro obiettivo è quello di farvi cambiare idea!

Un caffè al teatro è un modo per avvicinarsi a questa forma d’arte e conoscere le mille sfumature che gravitano intorno a questo mondo.

Francesco e Gilda vi accompagneranno in questo viaggio intrattenendovi, divertendovi e consigliandovi tecnicamente sulla recitazione e su altri argomenti.

Scroll to top