redazione

Regionalismo differenziato,
De Luca annulla l’incontro

Rinviata a data da destinarsi la visita del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ad Avellino. Il Governatore era atteso oggi all’ex carcere Borbonico per un incontro organizzato dall’Associazione “Ora” e dal titolo: “Sì al Regionalismo differenziato, ma nell’unità nazionale”.

“Il convegno – fa sapere Livio Petitto, ideatore e promotore dell’associazione Ora- è stato rinviato a data da destinarsi per improrogabili impegni istituzionali del Governatore. Sicuramente nei prossimi giorni, come associazione, avremo modo di confrontarci col Presidente De Luca”.

Ambiente e territorio,
la Provincia lancia il portale dei servizi

Ambiente e territorio: pratiche e mappe digitali nella Provincia di Avellino. È questo il tema del seminario tenutosi presso l’auditorium dell’ex Carcere Borbonico, durante il quale i funzionari dell’Ente di Palazzo Caracciolo hanno mostrato il portale ideato per facilitare l’accesso ai servizi della Provincia e per la presentazione delle istanze relative all’autorizzazione unica ambientale.

Ad affiancare i tecnici della Provincia, i responsabili di Globo, azienda bergamasca specializzata nella digitalizzazione delle informazioni e dei processi delle organizzazioni pubbliche e private.

I temi della Lega,
Vecchia: «La vera sfida è il regionalismo»

La Lega è il primo partito in Italia perché riesce ad intercettare meglio degli altri quelle che sono le sensibilità dell’opinione pubblica. C’è una piena sintonia tra il messaggio di Matteo Salvini e quello che la gente vuole. E questa è la ragione per cui anche in Alta Irpinia, da sempre laboratorio politico e avamposto di quelli che sono i processi politici in provincia di Avellino, la Lega spopola in molti Comuni, su tutti Cassano Irpino, borgo guidato dal sindaco e vice coordinatore provinciale del Carroccio, Salvatore Vecchia, dove alle ultime Europee il partito di Matteo Salvini ha fatto registrare il 60% dei consensi.

E proprio dalla Regione Campania e dal regionalismo differenziato parte la sfida politica della Lega nel Sud Italia nell’ottica di una ottimizzazione della spesa pubblica e di un progressivo miglioramento dei servizi resi al cittadino.

“Il regionalismo -spiega Vecchia- è una sfida per l’efficientamento della spesa pubblica. A parità di costo per lo Stato, vengono trasferite le competenze e le risorse alle Regioni e laddove le Regioni sono capaci di rendere un servizio migliore, risparmiando su quelle risorse, hanno la possibilità di trattenere il denaro che resta in surplus”.

Per il sindaco di Cassano Irpino, quindi, il regionalismo rappresenta un’ opportunità, una prova di buon governo. Una sfida tesa a responsabilizzare i centri di potere periferici sia rispetto ai cittadini rappresentati sia in relazione al servizio che da erogare, così da evitare sprechi e fare in modo che le risorse vengano ottimizzate.

“Il regionalismo -chiarisce il sindaco di Cassano Irpino- proprio perché riesce ad avvicinare i centri di spesa ai cittadini, aumenta la possibilità per i piccoli borghi, per le piccole Province, di avere un’incidenza maggiore nel processo decisionale. Sicuramente i piccoli paesi oggi sono la vera criticità per il Mezzogiorno, per l’Irpinia in particolare. E, quindi, ovviamente sarà un’opportunità per rispondere alla vera crisi della nostra provincia che è quella della desertificazione”.

Quest’anno abbiamo avuto una perdita di 3mila giovani in una provincia di poco più di 400mila abitanti. “Quindi -conclude Vecchia- questa è l’emergenza delle emergenze ed anche in questo il regionalismo differenziato può essere un campo su cui misurarsi e cercare di affrontare in maniera diversa un problema che finora non è stato minimamente intaccato e che si manifesta in tutta la sua drammaticità”.

Peppe Iodice si racconta: dalla gavetta a Made in Sud

Peppe Iodice, comico napoletano, è un volto noto del piccolo schermo.

In occasione di una sua esibizione tenutasi a Portici abbiamo scambiato quattro chiacchiere con lui. Peppe Iodice ci ha raccontato il suo iter lavorativo, gavetta compresa, che lo ha portato a divenire un volto noto di Colorado e Made in Sud.

Peppe Iodice: intervista

Peppe Iodice

Bella’Mbriana: il birrificio che racconta l’anima di un territorio

Bella’Mbriana è un birrificio che nasce dal sogno di Prisco Sammartino, architetto con la passione brassicola e la voglia di sperimentare, la sua è una piccola realtà artigianale nata nel 2013. La scelta del nome è legata al territorio perché lo scopo di Prisco Sammartino non è limitato alla sola produzione di birra ma è animato dal desiderio di valorizzare le materie prime del suo territorio.

Le birre Bella’Mbriana si caratterizzano per la particolarità dei sapori e non vogliono piacere per forza. La produzione attuale si ispira a quella belga, a cui si affiancano le stagionali con passaggio in botte.

Bella'Mbriana birrificio

Prisco Sammartino

Bella’Mbriana: le birre

Bella’Mbriana produce diverse tipologie di birre.

Tra le birre classiche c’è Zazà, birra saison ad alta fermentazione,  bevanda dal sapore moderatamente forte e rinfrescante, ha un aroma floreale con una nota leggermente fruttata e speziata.

Zazzà: birra

Zazzà saison

Fiano Mosto è un Italian Grape Ale con l’aggiunta di mosto fiore di Fiano IGT, ha un sapore fresco e fruttato caratterizzato da note vinose e floreali.

Nefeli è una birra di frumento, caratterizzata da note olfattive speziate e agrumate.

Queste rappresentano una minima parte della produzione di Bella’Mbriana, per scoprire il resto non vi resta che andare direttamente alla fonte.

Ariano Irpino,
Franza presenta la Giunta

In Consiglio comunale, dopo l’elezione di Giovannantonio Puopolo a presidente dell’assise, il sindaco di Ariano, Enrico Franza, ha presentato la sua giunta composta da: Francesca D’Antuono, Valentina Pietrolà, Massimiliano Alberico Grasso, Vito De Luca e Laura Cervinaro.

Le deleghe saranno conferite nella prossima seduta consiliare durante la quale il Sindaco presenterà al Consiglio anche le linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato.

Ariano Irpino,
il Consiglio elegge Puopolo

Le logiche di divisione partitica hanno finalmente ceduto il passo alla cooperazione politica.

Ariano Irpino ha finalmente un presidente del Consiglio e si riscopre grande comunità.

Alla terza chiama, dopo una breve interruzione dei lavori, il Consiglio comunale ha eletto Giovannantonio Puopolo alla presidenza dell’assise.

Volto storico del parlamentino arianese, Puopolo ha già ricoperto questo incarico dal 2004 al 2009 e assume questo importante ruolo con cauta soddisfazione, consapevole delle enormi responsabilità che comporta e delle tensioni interne al Consiglio che dovrà gestire e sedare.

L’Irpinia in Vespa,
il video-blob dei protagonisti del One Summer Weekend

Si è appena concluso il One Summer weekend, l’evento che ha portato in Irpinia vespisti provenienti da ogni angolo d’Italia e non solo. Una kermesse unica nel suo genere che ha messo in connessione 8 borghi dell’Irpinia, contribuendo a far radicare nell’immaginario comune le bellezze della nostra terra.

Il network generato in collaborazione con Mater.ia, Vespa Club “Leoni Rossi” e con il Comune di Melito ha promosso in modo integrato le eccellenze dei territori di Melito Irpino, Grottaminarda, Ariano Irpino, Mirabella Eclano, Morra De Sanctis, Sant’Angelo all’Esca, Chiusano San Domenico e Castelvetere sul Calore coinvolgendo nella tre giorni tutte le realtà attive delle comunità interessate.

 

Nel corpo della Voce: l’antologia con i quattro poeti irpini

Dite la verità: preferireste, sulla bacheca Facebook, che un vostro amico intellettuale posti un pensiero chiaro e definito di una sua impellente incazzatura o, piuttosto, lo ammirereste di più se pubblicasse le ragioni della sua rabbia attraverso dei versi poetici che lascino intravedere una certa dose di stile, reprimendo così uno sfogo più diretto se non volgare?

Probabilmente non fatichereste a scegliere la prima opzione ed è normale.

Mettiamoci la curiosità, la fretta del manovrare così bene il feed, la voglia di chiarimenti netti e precisi, o più che altro la svogliatezza di andare a comprendere “tra le righe” ciò che il vostro amico stia realmente cercando di spiegarvi, inteso in versi, in una metrica.

Perché in fondo sforzarsi di capire la sua filosofia con un intreccio di rime e periodi smozzati?

Di sicuro se sfogliassimo la raccolta di poesie Foglie d’Erba del poeta americano Walt Whitman, concentrandoci, ci accorgeremmo della sua linea di pensiero, anche se non sempre espressa con chiarezza, semplicemente studiando le sue parole, e ne verrebbe fuori comunque un’incazzatura rivolta sì con un certo stile, così soave da sembrare incanto, ma ciò non toglierebbe che in fondo la sua ira somiglierebbe molto a quella del vostro amico, se tradotta in ermetici sentimenti condivisi.

Tutto sta, dunque, nel sapersi far comprendere, ma con garbo, magari facendosi accettare con uno sfogo poetico.

Ma si sa che tutto ciò risulterebbe troppo difficile, dispendioso per noi che non abbiamo mai tempo, che non ci concentriamo bene su ciò che potrebbero rappresentare davvero un verso, un libro, una foto d’autore, un componimento di musica classica, un romanzo, una poesia.

E a proposito di poesia, nella prefazione all’antologia poetica Nel Corpo della Voce (Controluna), la professoressa Elena Deserventi ha espresso con chiarezza quanto sia stato importante il suo compito nel dover svelare i misteri che dei versi possono contenere, nella musicalità di un periodo, di una “stanza”, come anche negli orifizi che corrono tra una pausa e l’altra, nella capacità filosofica non sempre chiarissima che un autore vuole cercar di far capire e che, eppure, stringe ancora nel suo pugno, indeciso sul da farsi.

E’ così difficile comprendere una poesia?

Antologia poetica: recensione

Antologia poetica

Elena Deserventi ha iniziato proprio così il suo percorso, il suo compito in questo universo parallelo, “social”, che porta il nome di Facebook, e che molto spesso nasconde più insidie che piaceri. Inchiniamoci, intanto, al pensiero di Umberto Eco, riguardo il mondo social, e l’affermazione che anche un” imbecille”, oggi nel web,  possa sentirsi nel diritto di parola quanto lo potrebbe essere un premio Nobel. Proprio per questo occorrerebbero salvaguardie, tutele nei confronti di chi, in una giungla di definizioni volgari e lerce, trova il suo rifugio nella comprensione delle sue composizioni, o addirittura nel riconoscimento di un dono indiscutibile.

La missione della prof.ssa Deserventi, quindi,  è stata (ed è) innanzitutto guidare noi lettori nella giusta direzione verso cui una poesia di valore vorrà indirizzarci, e come lei stessa chiarisce il tutto, nella prefazione del libro, ci risulta ancor più semplice poi, saperci misurare con i dieci poeti, ognuno con due poesie pubblicate, e valutarne l’effetto stimolante di un pensiero artefatto, e quanto potrà quest’ultimo impressionarci e in che modo, alla fine, conquistarci.

Ecco cosa ci spiega:

Nelle poesie entrano la realtà del mondo e dell’uomo odierni, con implicazioni negative o positive; la fugacità del tempo e la labilità delle cose umane; la funzione del ricordo, il nostro destino di uomini, l’aspirazione alla libertà, l’amore (e la donna) nelle varie sfaccettature, il desiderio di coinvolgere corpo e anima nel godimento della vita, la bellezza del mito rivisitato e interpretato alla luce di istanze nuove.

Memorizzate bene questi nomi: Federico Preziosi, Maria Gabriella Cianciulli, Armando Saveriano, Davide Cuorvo. Sono i quattro poeti irpini che partecipano con le loro opere nell’antologia “Nel Corpo della Voce”, dando così uno spazio meritevole al nostro panorama, che molto spesso viene misurato con un’identità che non gli appartiene, ma che invece, contiene nella sua autenticità, nei suoi paesaggi, nella sua cultura la giusta sapienza nel saper comunicare in versi, in uno stile che non nasconde, anzi, esalta la carezza che una parola, una composizione in versi, possono far immaginare la ricerca di un compito così responsabile come l’adattamento delle nostre origini nella continuità eterna di una poesia.

Federico Preziosi, originario di Atripalda e docente d’Italiano a Budapest, esprime così i suoi pensieri, nell’entusiasmo della sua partecipazione alla raccolta poetica:

Essere coinvolto in questa iniziativa è stato molto interessante, innanzitutto perché ho sempre pensato che fosse un’ottima idea lanciare un’antologia che raccogliesse alcuni degli autori più meritevoli che si possano trovare su Facebook. Spesso si pensa che da lì non possa nascere qualcosa di buono. Questa è invece un’opera unica nel proprio genere, non è la solita antologia dove i poeti pagano per figurare: rappresenta uno spaccato della poesia odierna che dai social network coltiva l’ambizione di andare tra la gente, attraverso attività che verranno promosse in sedi fisiche.

Il coinvolgimento della prof.ssa Elena Deserventi nasce dalla sua frequentazione di due gruppi Facebook che ospitano numerosissimi poeti contemporanei italiani, molto spesso pochissimo conosciuti ma non per questo meno capaci di altri, Poienauti e Versipelle, in cui ha iniziato il piacevole compito di commentare le opere pubblicate, delucidando così il lettore che si accingeva a leggere i versi e cercare di capirne il senso. Da qui quindi l’idea di una pubblicazione in cartaceo, dove il compito è proseguito ma in cui, bisogna pur dirlo, una realtà parallela come quella dei social ha preso finalmente il sopravvento sulla realtà, coinvolgendo in essa i suoi protagonisti, donando loro la capacità di confrontarsi a tutto spiano con l’autenticità e non con il fittizio, l’inutile inettitudine dei finti educatori, moralisti.

Giuseppe Cerbino, uno dei massimi cultori di poesia e amministratore del gruppo Poeti Italiani del ‘900 e Contemporanei, cura la postfazione e ci illumina con la capacità di farci comprendere l’importanza di quanto un’opera simile possa influire sul panorama culturale italiano, in quella spesso difficile realtà che racchiude personalità molto spesso interessanti, ma già dimenticate ancor prima di essere scoperte, ed è proprio per questo che il progetto Nel Corpo della Voce farà una sorta di tour promozionale, portando i suoi autori tra la gente, e non nascosti dall’apparente sicurezza di uno schermo piatto.

Il poeta salernitano Alfonso Gatto, scomparso nel 1976, amato da Montale e Pasolini, diceva:

Poco può il poeta per l’intelligenza dell’opera sua: là è soltanto la sua chiarezza.

Carmine Maffei

Oroscopo della settimana: dal 15 al 21 luglio

Ariete: dal 21 marzo al 20 aprile

Ariete: segno zodiacale

Ariete

Ariete: Venere sfavorevole…

Cara Ariete, Mercurio favorevole potrebbe presto portarti delle belle notizie, riguardanti soprattutto l’ambito del lavoro. Mercoledì, giovedì e venerdì, in particolare, saranno giornate fortunate, piene di incontri e gratificazioni.

Qualche problemino in più, purtroppo, lo vivrai nell’ambito sentimentale: Venere continua a essere sfavorevole e le incomprensioni col partner saranno all’ordine del giorno.

Toro: dal 20 aprile al 20 maggio

Toro: segno zodiacale

Toro

Toro: in cerca di relax…

Cara Toro, continua per il tuo segno un periodo piuttosto indaffarato che ti fa guardare alle vacanze estive come a un miraggio lontano,fatti forza, presto potrai rilassarti! Per adesso, purtroppo, ti tocca fare i conti con lo sfavore di Mercurio e con quello di Marte: dovrai superare un po’ di inconvenienti in ambito lavorativo e ti sentirai piuttosto stanca.

In ambito sentimentale, invece, conta pure su di una bella Venere che ti regalerà tanta serenità!

Gemelli: dal 21 maggio al 20 giugno

Gemelli: segno zodiacale

Gemelli

Gemelli: settimana fortunata!

Cara Gemelli, ti aspetta un’altra settimana fortunata, soprattutto sul fronte del lavoro. Mercurio favorevole amplifica le tue già ottime capacità comunicative: sfruttale per fare delle richieste o delle proposte e otterrai quello che desideri! Mercoledì, giovedì e venerdì saranno le giornate migliori per farsi avanti, con una bella luna a sostenerti.

Tra sabato e domenica, invece, potrebbe verificarsi qualche imprevisto.

Cancro: dal 21 giugno al 21 luglio

Cancro: segno zodiale

Cancro

Cancro: la più amata!

Cara Cancro, la tua settimana si apre purtroppo con due giornate piuttosto nervose, quelle di lunedì e martedì: la luna in opposizione ti farà sentire poco capita e, sul lavoro, le cose non andranno come avevi preventivato. A partire da mercoledì, tuttavia, la situazione migliora nettamente.

Venere in congiunzione, intanto, ti garantisce l’amore di tutti quelli che ti circondano, ma soprattutto di una persona davvero speciale.

Leone: dal 23 luglio al 23 agosto

Leone: segno zodiacale

Leone

Leone: verso il successo!

Cara Leone, continua per il tuo segno la sua grande ascesa verso il successo! Mercurio in congiunzione ti porta nuovi incontri e nuove opportunità da non lasciarsi scappare, Marte ti dà la forza e l’energia per prenderle al volo.

Attenzione però a una luna capricciosa nella parte centrale della settimana: tra mercoledì e venerdì, infatti, potresti sentirti un po’ nervosa e sulle spine non hai ragione, le stelle sono dalla tua parte!

Vergine: dal 24 agosto al 22 settembre

Vergine: segno zodiacale

Vergine

Vergine: giornate hot!

Cara Vergine, l’amore sarà il vero protagonista di questa settimana per il tuo segno! Se sul lavoro avvertirai un po’ di stanchezza in più e qualche risposta tarderà ad arrivare, le questioni sentimentali ti daranno grandi soddisfazioni, che tu stia vivendo una relazione stabile o meno. Lunedì e martedì in particolare saranno giornate ad alto tasso di passione.

Attenzione invece alle giornate di sabato e domenica, piuttosto nervose.

Bilancia: dal 23 settembre al 22 ottobre

Bilancia: segno zodiacale

Bilancia

Bilancia: giornate fortunate!

Cara Bilancia, nelle giornate di mercoledì, giovedì e venerdì al favore di Marte e Mercurio si unirà quello della luna: saranno tre giorni di grande fortuna, tutti da sfruttare, soprattutto sul piano professionale.

Attenzione invece alle giornate di lunedì e martedì, meno generose di incontri e di opportunità. Col partner, purtroppo, la situazione si fa tesa: Venere sfavorevole rischia di creare malintesi. Scopri subito se il tuo partner è portato a tradire.

Scorpione: dal 23 ottobre al 21 novembre

Scorpione: segno zodiacale

Scorpione

Scorpione: Mercurio sfavorevole…

Cara Scorpione, questa settimana non sarà il massimo dal punto di vista professionale: Mercurio sfavorevole – assieme a una luna sfortunata nelle giornate di mercoledì, giovedì e venerdì – rischia di bloccare o di rallentare i tuoi progetti. Andrà meglio nel fine settimana, che si preannuncia pieno di emozioni!

Venere è dalla tua parte e regala alla tua relazione sentimentale intesa e desiderio.

 Sagittario: dal 22 novembre al 21 dicembre

Sagittario: segno zodiacale

Sagittario

Sagittario: una carica in più!

Cara Sagittario, il favore di Mercurio ti aiuta a conoscere persone nuove, tessere nuove relazioni, trovarti in luoghi e situazioni del tutto inaspettate. Tutti i legami che stringerai in questo periodo, così come le esperienze che vivrai, ti torneranno molto utili, prima di quanto tu possa pensare…

Marte favorevole ti dà una carica in più. Punta tutto sulle giornate di mercoledì, giovedì e venerdì, con una bella luna fortunata!

Capricorno: dal 22 dicembre al 19 gennaio

Capricorno: segno zodiacale

Capricorno

Capricorno: Venere opposta…

Cara Capricorno, tieni duro! Venere in opposizione continua ad ostacolare la tua relazione, creando incomprensioni continue tra te e il tuo partner. Presto le cose cambieranno e se il tuo lui è davvero la persona giusta riuscirete a uscire indenni da questo periodo di crisi, anzi più forti che mai!

Intanto punta tutto sulle giornate di lunedì e martedì, quando una bella luna in congiunzione ti porterà un po’ di fortuna.

Aquario: dal 20 gennaio al 19 febbraio

Acquario: segno zodiacale

Acquario

Acquario: non è tutto nero!

Cara Acquario, Marte in opposizione comincia a farsi sentire: sei particolarmente tesa e stanca, e pare proprio che l’agognato relax estivo tardi ad arrivare… Mercurio certo non facilita le cose: se qualcosa sul lavoro può andare storto, probabilmente andrà così.

Non vedere tutto nero, però: c’è la luna che corre in tuo soccorso e ti regala tre giornata super-fortunate, quelle di mercoledì, giovedì e venerdì, in cui riuscirai a riprendere fiato.

Pesci: dal 20 febbraio al 20 marzo

Pesci: segno zodiacale

Pesci

Pesci: serenità e amore!

Cara Pesci, ti aspetta una settimana di grande serenità, in cui non mancheranno belle sorprese. Nelle giornate di sabato e domenica in particolare, grazie alla luna in congiunzione, vivrai emozioni difficili da dimenticare.

Venere favorevole regala alla tua storia d’amore intensità e forza. Le single avranno modo di fare nuovi incontri, soprattutto nel week-end, che sarà tutto all’insegna della passione!

Scroll to top